Che materia stai cercando?

linguaggi politici - la filosofia politica: piccola guida al cyberspazio Appunti scolastici Premium

APpunti per l'esame di linguaggi politici del professor Paolo Bellini, corso di laurea in scienze della comunicazione. Gli argomenti trattati sono la filosofia politica antica, l'epoca del cristianesimo, quella della modernità, gli empiristi britannici, le rivoluzioni..

Esame di Linguaggi politici docente Prof. P. Bellini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La filosofia politica: piccola guida al

cyberspazio

La filosofia politica antica

I fattori da cui è la nascita delle cose che sono, sono anche quelli in cui ha luogo la loro estinzione,

secondo il dovuto, perché esse si pagano l'un l'altra il fio della loro ingiustizia (adikía) secondo la

disposizione (táxis) del tempo"

Anassimandro, DK 12 A 29 B 1

Essere e divenire, unita' e molteplicita', eterno e transitorio: disputando sul rapporto fra questi termini i primi

filosofi greci cercano il senso unitario della totalita' del reale. In filosofia politica il problema si traduce nella

questione del nesso fra natura e giustizia.

I presocratici (fine VII secolo a. C.- VI sec): la giustizia e' attributo dell'ordine

• cosmico nella sua totalita'

la scuola ionica: Talete, Anassimandro, Anassimene

 la scuola eleatica: Senofane, Parmenide, Zenone (di Elea)

 Eraclito

La sofistica(V secolo): la giustizia nella polis e' prodotto della convenzione - o

• dell'inganno - umana.

Protagora

 Gorgia

Socrate: alla ricerca di un paradigma razionale ma non convenzionale.

• Platone (IV secolo): al di sopra della convenzione e della natura sensibile, si danno

• dei paradigmi, le idee, che hanno una realta' piu' forte, e un principio supremo, il

Bene, che da' un senso unitario e dinamico a questa gerarchia. La giustizia, come

idea, è un paradigma di armonia per l'anima e per la citta'.

Aristotele: la natura e' un substrato che reca in se' la potenza di svilupparsi

• secondo l'idea distribuita in essa. Secondo natura, la giustizia si distribuisce e si

sviluppa differentemente in ciascuna citta' e in ciascuna creatura, secondo un

ordine teleologico e gerarchico.

Il tramonto della polis(III secolo): filosofie etiche, alla ricerca di una nuova

• collocazione dell'uomo nel mondo.

Epicureismo

 Stoicismo: uguaglianza universale degli uomini e legge di natura.

 Scetticismo

 Cristianesimo e medioevo

Remota itaque iustitia, quid sunt regna nisi magna latrocinia?

Agostino, Civitas Dei, IV, 4

La rivoluzione cristiana conduce a collocare anche i problemi politici in una prospettiva escatologica e

soteriologica - prospettiva che si cerca di conciliare col naturalismo intellettualistico della filosofia greca.

Agostino (IV-V secolo d.C.): la prima grande filosofia della storia che annuncia, alla

• fine del tempo, la realizzazione della giustizia della citta' di Dio - il quale soltanto

puo' por rimedio al peccato originale che infetta l'uomo.

Tommaso d'Aquino (XIII secolo): il conciliatore fra l'aristotelismo, riscoperto colla

• mediazione araba, e il cristianesimo: Nonostante il peccato originale, e' possibile

realizzare una giustizia naturale, perche' l'intera creazione e' strutturata secondo il

progetto razionale di Dio.

Marsilio da Padova e William of Ockham (XIV secolo): dopo la conciliazione

• tomistica, un progressivo allontanamento fra ragione e fede prelude alla moderna

autonomia della politica. La modernità

...sendo l'intento mio scrivere cosa utile a chi la intende, mi è parso più conveniente andare drieto

alla verità effettuale della cosa, che alla immaginazione di essa.

Machiavelli, Il Principe, XV

La rottura dell'unita' politica e religiosa della respublica Christiana medioevale induce ad affrontare la politica

mettendo fra parentesi la teologia. La razionalita' della politica e' una razionalita' terrena e consensuale.

Nicolo' Machiavelli (XVI secolo): la rottura della gerarchia medioevale a favore di

• una autonoma scienza della politica.

Thomas More: il padre della moderna letteratura utopica, fra critica sociale ed

• ironia.


PAGINE

5

PESO

120.67 KB

AUTORE

Menzo

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Menzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguaggi politici e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Insubria Como Varese - Uninsubria o del prof Bellini Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Linguaggi politici

Riassunto esame Linguaggi politici, prof. Bellini, libro consigliato L'immaginario politico del Salvatore
Appunto
Riassunto esame Linguaggi politici, prof. Bellini, libro consigliato Il potere della marca
Appunto
Riassunto esame Linguaggi Politici, prof. Bellini, libro consigliato Analizzare la comunicazione. Come analizzare la pubblicità, Semprini
Appunto
Linguaggi politici - la filosofia politica e i suoi maggiori esponenti
Appunto