Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

-ostracismo altri tre teatri della città

-target che già è a quel teatro è anche disposto a tradire il teatro in cui va

-differenza di prezzo tra balconata e platea,o anche se l’offerta è la stessa identica ,data dal last minute o

pacchetto di abbonamenti (percentuale di 10% che sono liberi fuori dall’abbonamento)

-una settimana prima dell’esame,confronto tra progecj word,e uno o due domande su testi a scelta.

Case history:analizzare uno dei festival o portare nostra esperienza rispetto a festival che abbiamo vissuto e

spiegare gli errori che ci sono stati,analisi generica

Analisi,strategia,pianificazione,produzione

Piano di comunicazione

Ambiente e pubblico

Ad un livello intrinseco :ciò che l’evento è e ciò che trasmette

Estrinseco:ciò che l’evento si sa e come l’evento sembra nel panorama culturale generale e nell’opinione dei

pubblici

-circolarità:

un evento cresce e si sviluppa proprio grazie alla comunicazione che esso stesso produce (livello intrinseco)

e diffonde intorno a sé (livello estrinseco)

-l’evento ancora prima di essere fruita,diviene l’oggetto di un discorso collettivo,in una totale immersività e

e storica

Immersività il calarsi completamente nel mondo virtuale a livello sensoriale,tramite interfacce

(second life info su eventi, es globe teatrhre)

Aumento della componente virtuale:

.Desing e Desein di Jean Baudrillard

www.agalmaweb.orgarticoli

-noi facciamo parte di un realitu show

-creare tramite uso di immersività,totem,noi dobbiamo dare presenza di comunicatori in azione di un

evento,riproducono a posteriori dell’evento,disney era ancora spettacolo,folclore,si capiva che era tutto

finto,mentre Disneyland,la sua estensione tentacolare hanno a che fare con una metastasi generalizzata,con

clonazione del mondo e del nostro universo mentale non nell’immaginario ma nel virale e nel virtuale.

Diventiamo sempre meno spettatori alienati e passivi,e sempre più i figuranti interattivi, gentili manichini

liofilizzati di questo immenso reality show

Bauman: Hans ties

-Lehmann

_modernità liquida:

postdramatiches

Theater

-Postdramatic

Theatre

Festival di repubblica (mondo immersivo,più persone invitate e il fruitore è interattivo)

-Bauman stessa era a Bologna!

-postdrammatico ,filosofia interne come sono andate ad applicarsi nella scena del contemporaneo,è possibile

sfruttarlo come comunicare gli eventi.

Elementi sul coro ed elementi teatrali,spiega nuove esperienze dal vivo

Jakobson (1896-1982)

La situazione a cui avviene la comunicazione:contesto

-referente:il tema di cui si parla

-contesto

Emittente effettivo chi manda il messaggio

Il ricevente chi riceve il messaggio

Messaggio (contenuto della comunicazione)

Canale(mezzo dela comunicazione)

Codice:il linguaggio da utilizzare

Processo di comunicazione:

-messaggi chiari,semplici,esaurienti

-canali/strumenti adeguati alla tipologia del messaggio

-attenzione alle caratteristiche dei destinatari (lingua,aspettative,competenze)

Chi?

-identità (chi sono ) immagine (chi sembro)

-logo stile,colori,allestimenti,personale

-il compito del comunicatore è far capire ai pubblici e a tutti i pubblici e a tutti gli stakeholders quali sono le

caratteristiche che rendono unico un dato evento

Che cosa?

1Contenuti

2informazioni chiave, sempre tutte sottomano

3contenuti trasferibili

4individuazione attività e strumenti precisi per i contenuti trasferibili

5messaggio di comunicazione marketing (logo,slogan,frase)

A chi?

-target finale: fruitori attuali e potenziali dell’evento (primario)

-target intermedio:fruitori che sono anche uno strumento di amplificazione del messaggio

(giornalisti,opinion leader,critici)

-Gadwell: libro da prendere

-immersività, target intermedi possono fare da strumento di amplificazione del messaggio,il pubblico degli

eventi non sarà mai nel target primario ma si usa come comunicatore virale.

(sfruttare per viralizzare comunicazione)

Come?

Immagine coordinata:

-elaborazione del messaggio (slogan,unione tra slogan e logo)

-pubblicità (pop-up,spot televisivi,video,montaggi)

-promozione (diversi elementi)

-ufficio stampa (M.Marino critica teatrale a metà tra lavoro di critica comunicazione dell’arte e strategie di

marketing)

-relazioni esterne (pubbliche relazioni,personale,maschere,presenza di personalità

interattive,sperimentazioni)

-edizioni,stampati,merchandising e altro materiale di supporto

Quando?

-pianificazione della campagna in vari step:

-fase di lancio (tempo prima dell’evento)

-cadenza distribuzione del materiale promozionale(in base alla lunghezza della fase di lancio,volantini)

-invio comunicati stampa alle varie testate(tre giorni prima dell’evento)

Strategia di comunicazione:

-conoscenza dell’ambiente culturale e sociale

-dalla “temperatura” dell’ambiente rispetto all’evento in quel determinato momento(a lungo raggio e piccoli

imput ogni tot, in che cadenza usare gli altri strumenti,quanto può essere interessato all’evento

l’ambiente,usa temi caldi)

-dalla comunicazione della concorrenza (messaggi,strumenti,tempi)

Guarda alla concorrenza! Es:guarda lo spot coca –cola, per strategie ambito pubblicitario,senza pregiudizi

-bisogna rendere chiaro il messaggio con ogni tipo di strategia

Il marketing mix indica l’insieme di strumenti che possono essere utilizzati dall’impresa nella sua attività di

marketing.

È composto da:

-prodotto(product)

-prezzo(price)

-comunicazione(promotion)

-distribuzione(place)

-McCarthy (fine anni 60)

-il prodotto:l’identità e l’immagine dell’evento

-prezzo, la politica commerciale dell’evento e della concorrenza

-distribuzione: punti di vendita dei biglietti e luoghi di promozione(posso mettere il biglietto ad ampio

raggio,o idea aulica? Mettere il biglietto non così facilmente reperibile,solo due o tre punti di vendita

specifici,punti vendita che hanno identità forte)

-la promozione:strumenti ed attività del piano di comunicazione

Personalità,identità e immagine:

-all’interno di un contesto sociale ogni evento è inevitabilmente al centro di un influsso di comunicazione

intorno alla propria personalità,alla propria identità e proietta all’esterno una propria immagine

-cacciatori di stili per strada, si recupera un andamento della moda giovanile,circolarità direzionata e

controllata

-la comunicazione trasuda da ogni entità sociale, il mestiere del comunicatore è analizzare come e con quali

strumenti indirizzarla,legando con coerenza forma e contenuto,massimizzando la penetrazione del

messaggio nel pubblico

-l’identità è data da insieme di oggetti (mission,storia,modus operandi)

-l’immagine è la sua rappresentazione all’esterno attraverso messaggi ed attività

-soggettività:

-il pubblico interagendo ed accumulando esperienza di contatto,si crea un’idea dell’evento,lo si avverte

guardando i primi lanci su internet,l’immagine deve fare da filtro sulle modalità di percezione da parte del

pubblico.

-gladwell e marino

Immagine corporata o corporate identity:

-data dall’associazione di una serie di elementi grafici alla tipologia e al desing dei propri prodotti e allo

stile dei servizi

-marchio: simbolo grafico di un’entità il cui valore non solo è dato dalla coerenza ma dalla sua

semplicità,facilità di applicazione su ogni supporto,in qualsiasi dimensione.

-logotipo:è la rappresentazione grafica del nome o delle iniziali(sempre più spesso coincidono)

-le scelte cromatiche non più di due o tre colori,ripreso nella grafica e nei caratteri,nell’allestimento,per

pannelli

Il messaggio:

-informare: far sapere al pubblico che l’evento esiste e dare dettagli per poter partecipare

-istruire: fornire gli strumenti e i codici necessari per valutare le caratteristiche dell’evento

(es:contestualizzazione di un’artista poco conosciuto all’interno di una corrente artistica o periodo storico)

-cromia del teatro,tienine conto per il logo!!!

-contestualizzazione in due righe anche se le cose sembrano evidenti o famosi

-descrizione dell’attore

-si compra un’esperienza!!

-persuadere: fornire motivazioni aggiuntive. Qualità di spettacolo, presenza di artisti famosi,facilità di

accesso al pagamento, per far crescere la percezione dell’evento da parte del pubblico

Massimo castri (il suo percorso, regista,) poi c’e’ grande attore,

Coerenza e riconoscibilità:

-il messaggio è la risultante dell’integrazione fra testo,clain,(slogan pubblicitario) e immagine

coordinata,deve essere semplice e applicabile a tutti i mezzi di comunicazione

-il sito deve essere coerente con tutti i vari supporti, no ricco di pop up.no esagerato,sito informativo,grafica

semplice

-entrare in sintonia con le attese del pubblico

- fornirgli vantaggi e offerte concrete

-comunicare in modo chiaro ,sintetico e coerente

-no primo imput il prezzo basso! Svaluti!

-da 250 a 3000 messaggi al giorno

-75 sono recepiti e 12 ricordati

-esposizione selettiva: i consumatori che cercano quel determinato prodotto tendono a esporsi a quel

determinato prodotto,no campagna aggressiva di recupero, ma solo canali dove il pubblico si espone a

recepirli

-es blog lovin:blog tematici

-spam, commenti tematici

Il piano di comunicazione:

Analisi:contesto e arena competitive,vincoli di budget e tempistica,pubblico

-sintesi: obiettivi principali e collaterali,identità dell’evento,elementi chiave e di contenuto

-da pubblico e identità dell’evento:Piano di comunicazione

Comunicazione integrata e mix di comunicazione:

-ogni attività di comunicazione

-si rivolge ad uno specifico pubblico

-è funzionale a differenti obiettivi

-presenta sue proprie opportunità comunicative e di contatto

-è parte inglobante e sinergica del processo globale di comunicazione dell’evento

-attività di natura istituzionale, notorietà e immagine qualificata dell’evento

-attività di natura promozionale: che stimolino in maniera diretta la funzione dell’evento da parte del

pubblico potenzialmente interessato

-il responsabile della comunicazione:

-cura il budget di comunicazione ed è il responsabile del rispetto dei tempi pianificati

-coordina le diverse attività verificando l’armonizzazione e l’integrazione

-gestisce le media partnership (sponsorizzazioni con persone interessate dal punto di vista

mediatico,creazione di up apposito per un festival)

-coordina i contenuti e l’impostazione grafica dei diversi materiali promozionali ed informativi

-cura i rapporti con istituzioni,partner,sponsor,garantendo la loro presenza nei materiali e nelle occasioni di

comunicazione e verificando il loro consenso sulle attività promozionali realizzate

-analizza le rispondenza e l’efficacia delle attività di comunicazione realizzate con la strategia pianificata.

Agenzia pubblicitaria

-l’account è il primo a incontrare il cliente

-Brief: tutte le info sul prodotto o il progetto da promuovere (identità,mission,contenuti e elementi chiave di

comunicazione,obiettivi e pubblico,elementi di valore aggiunto rispetto alla concorrenza,budget,timing)

Il piano media:

-il target a cui si rivolge la campagna pubblicitaria

-mezzi di comunicazione a cui è maggiormente è esposto il target

-il budget a disposizione

-bacino d’utenza:i mezzi pubblicitari hanno un costo direttamente proporzionale alla numerosità del proprio

pubblico

-il grado d copertura

-il costo per contatto: dividendo il costo dello spazio pubblicitario per il numero delle persone raggiunte (o

raggiungibili,quindi contato lordo) o per il numero di persone che rientrano nel target, per l’audience utile

(costo per contatto netto o utile)

-dati audipress,audiradio,auditel,audiposter

-concessionarie di pubblicità

-adeguato calendario delle uscite:sovrapposizione,maggiore pressione nella fase di lancio

-grado di visibilità e affollamento

-disponibilità:alcuni spazi pubblicitari sono prenotati con largo anticipo

-concorrenza:programmare media alternativi

-capacità espressiva

-correttezza delle scelte creative e del messaggio

-quantità e qualità del pubblico raggiunto

-evitare l’effetto del “rumore di fondo”

-mix di comunicazione

-adeguata frequenza delle uscite pubblicitarie (soglia minima è 3)

-Modello Aida:

Attenzione

-Interesse

-Desiderio

-Azione

Indurre a comprare un prodotto, ritornano le strategie in atto a seconda delle piramidi, da una prima

creazione e cominciare a delle attività che possono suscitare interesse,si viene materialmente a teatro

-mix di comunicazione:

-propaganda: comunicazione non a pagamento caratteristiche non definibili con precisione dall’azionda,non

completamente identificabile

-pubblicità: comunicazione a pagamento,caratteristiche definite con precisione dall’azienda,pubblico

obiettivo e prescelto

-contatto personale e direct marketing

Comunicazione diretta e bidirezionale tra l’azienda e i propri clienti

-promozione delle vendite:

insieme delle iniziative concernenti una maggiore efficienza delle forze di vendita o un maggior impegno

degli intermediari nel collocamento del prodotto, o la convenienza ad acquistare da parte del comunicatore

Gli stadi della decisione d’acquisto:

tabella

fasi del modello Aida: attenzione.. interesse…interesse,desiderio,desiderio,azione

stadio del consumatore:consapevolezza,conoscenza,comprensione,inclinazione,convinzione,azione

obiettivi managment: educazione,informazione,analisi,persuasione,sviluppo

dell’inclinazione,rafforzamento,motivazione

Propaganda:

attenzione ed interesse

ufficio stampa:

-conferenza stampa

-comunicati stampa

-cartelle stampa

-interviste

-fotografie

-rassegna stampa

-conferenza stampa/incontro di chiusura

Pubbliche relazioni:

attenzione

Consuntivo/bilancio sociale:

pubblicità,interesse,desiderio

-pubblicità:

-affissioni,manifesti(100x140,200x140,6x3,locandine 35x70) attenzione costo enorme per permesso

-pubblicità sui giornali:modulo,piede,piedone,quarto,mezza pagina,pagina intera interesse e desiderio

-internet:banner,pop-up,pop-under,interstitial,Google Ad,Facebook Ad interesse

-mezzi pubblici (decorate,sui mezzi) attenzione

-radio (locali,nazionali) desiderio

-tv(locali,nazionali)interesse-desiderio

Edizioni:

interesse

-cartoline

-brochure

-programmi

-volantini,opuscoli (bianca/volta o fronte /retro)

-video,foto,audio

Direct marketing

Interesse e azione:

-direct mailing

-e-mailing

-telemarketing

-mailing+follow up telefonico

-newsletter (interesse)

-house organ(info su sito internet)

Veicoli promozionali

Azione

-volantinaggi

-gadget promozionali

-welcome park

-buoni sconto

-offerte speciali

Prodotto:

3 concetti di prodotto:

-prodotto fisico

-totale:prodotto fisico+le opportunità con cui l’impresa ne accompagna l’offerta

-prodotto utilità:vantaggio essenziale che il consumatore si attende dal prodotto

Il servizio:

è un’azione, si riceve una prestazione dal venditore, azione effettuata da persone,che a volte possono essere

sostituite da macchine

-l’aquirente prende parte del servizio:self service il fruitore coopera con l’erogatore del servizio

-anche dal servizio il consumatore si aspetta un’utilità

Da servizio a prodotto:

servizio: insegnamento,consulenza,trasporto aereo,self service,autonoleggio

prodotti:computer,cosmetici,alimentari

diretta correlazione

evoluzione del concetto di utilità:esempio:

computer:capacità di calcolo,trattamento delle info,mezzo per risoluzione dei problemi,mezzo per scambiare

info con il mondo

la differenza di un prodotto o servizio rispetto alla concorrenza:

-prodotto o servizio può essere visto come un mezzo per la soddisfazione di un bisogno del consumatore

-la diversa capacità di rendere certi servizi al consumatore (la sua gamma di utilità) è quello che lo

differenzia dalla concorrenza

Aree di differenziabilità:

prodotto generico(opera lirica),atteso(aspettative),aumentato(aumentare il prodotto),potenziale(possibili

innovazioni,che possono diventare parte integrante del prodotto)

posizionamento del prodotto:collocazione del prodotto in un definito sistema di percezioni,riguardanti

l’offerta complessiva al consumatore,sulla base delle sue caratteristiche,che lo differenziano dai concorrenti

e lo qualificano in un certo modo nelle considerazioni del consumatore

i tipi di posizionamento:

-attributi:al prodotto vengono associate una o più caratteristiche distintive

-prezzo/qualità: es:alto prezzo, alta qualità percepita

-modalità d’uso

-tipo di consumatore

-confronto con la concorrenza: generica (xx lava più bianco) o specifica (una telefonata con yy costa meno

che con zz)


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

16

PESO

86.00 KB

AUTORE

Broncy

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in dams (discipline delle arti, della musica e dello spettacolo)
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Broncy di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Promozione e informazione teatrale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Ossicini Charlotte.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Promozione e informazione teatrale

Riassunto esame Promozione e informazione teatrale, prof. Ossicini, libro consigliato Lo sguardo che racconta, Marino
Appunto
Riassunto esame Promozione e informazione teatrale, Docente Ossicini, libro consigliato Comunicare spettacolo Teatro musica danza cinema Tecniche e strategie per l'ufficio stampa
Appunto
Promozione e informazione teatrale - critica e pubblico - Appunti
Appunto
Riassunto esame Promozione e informazione teatrale, Docente Ossicini, Libro consigliato Lo sguardo che racconta
Appunto