Che materia stai cercando?

Letteratura italiana - Il Medioevo Latino Appunti scolastici Premium

Appunti relativi al corso di Letteratura italiana I. Concetti chiave e fondamentali per sostenere qualsiasi esame di Letteratura italiana, dall'origine della nostra lingua alla formazione delle lingue romanze.
Qualche "chicca" in più che possa consentirvi un risultato eccellente.

Esame di Letteratura italiana mod. A docente Prof. N. Longo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

MEDIOEVO LATINO

Medioevo, media aetas coniata dagli Umanisti per indicare quel lungo periodo che si è frapposto tra

la storia romana e la sua diretta continuazione del pensiero classico : il Rinascimento.

Tradizionalmente inizia nel 476deposizione dell’ultimo imperatore d’occidente da parte di

Odoacre, e le seguenti invasioni barbariche in Italia./ e finisce o con il 1453caduta dell’impero

romano d’oriente, o col 1492.

Medioevo : lungo periodo della civilità occidentale che va dalla disgregazione del mondo antico al

configurarsi di una nuova società.

Medioevo latino : ( che Curtius indica come il fondamento della cultura europea) è il corrispettivo

linguistico-letterario di una società compatta, che forma strutture sociali omogenee sotto

l’universalità del Cristianesimo e nel ricordo dell’antica Roma.

Cultura prevalentemente orale, dove un ruolo importante svolgono i giullari e clerici vagantes, al

confine tra crittura e oralità la cultura orale, delle masse, sviluppa ed elabora il volgare/ la

cultura scritta è per molti secoli a pannaggio del clero ed in latino.

Il libro, codex, era un unicum ( scriptoria amanuensi manoscritti) + diffusa la lettura ad alta voce!

Solo nel XII sec con la comparsa delle università si avrà una diffusione “pubblica” dei libri. In Italia

solo nel XIII sec inizierà la diffusione di libri in volgare.

Paleografia

Oltre alla minuscola carolina, nata neglis criptoria della corte di Carlo Magno, diffusasi intorno al

XII-XIII sec, sopravvivono altre forme di scrittura come la onciale, semionciale, littera romana,

nella curia papale.

La cultura tende a configurarsi come una continua interpretazione della Sacra Scrittura, essendo il

Cristianesimo il motore unificante della cultura occidentale e fondandosi sul testo più diffuso,

copiato e commentato ( glosse ai margini) : la Bibbia.

Distinzione di tre stili . sermo sublimis, temperator e humilis ( che trova la forma esemplare nella

predica) qst scelto dai padri della Chiesa in rispetto all’attributo di cristo di rivolgersi a tutte le

creature./ maggiore presa ebbe però l’agiografia, più vicina alla mentalità popolare

Mediazione : rifiuto netto dei contenuti del modo pagano,+ rielaborazione in chiave cristiana di

quelle e ripresa delle forme stilistiche classiche.

Riforme ecclesiastiche XI sec ritorno all’ordine e ridefinizione di ruoli e gerarchie

Ordine monastico CLUNIACENSE ( Oddone di Cluny) rafforzamento di comunità

 eremitiche

Ordine dei CAMALDOCESI ( da San Romualdo)investe il Papato : + disciplina,e

 imposizione del celibato e la dottrina dei sacramenti, ecc.

Ordine CISTERCENSE ( Bernardo di Chiaravalle- Citeaux)sottomissione ai dettami di

 fede + misticismo e ascesi = avvicinamento rapporto uomo –Dio(mistica fisica e corporea

cfr. Cantico dei cantici ≠ mistica intellettuale dei vittorini)

XII sec nascita e sviluppo della dialettica in materia cristiana e teologica cfr. Pietro

 Abelardo

Di contro : nascita di movimenti alternativi ed eretici : evangelismo e pauperismo fine del XII-

inizi XIII sec = spietata caccia agli eretici, Tribunale dell’Inquisizione.

Medioevo e rapporto con i classici

Mediazione : rifiuto netto dei contenuti del modo pagano,+ rielaborazione in chiave cristiana di

quelle e ripresa delle forme stilistiche classiche

Grandi conservatori della cultura classica furono :

BOEZIO : intraprese un progetto di traduzione latina e commento dei grandi filosofi greci,

 tra cui Aristotele. Redasse in carcere Philosophiae consolatio

CASSIODORO : segretario ufficiale della corte ostrogota, tentò di dar vita ad un

 monachesimo colto costruendo il monastero di Vivarium.

Entrambi approfondirono il sistema delle arti liberali :

trivio : a carattere linguistico-letterario : grammatica, retorica e dialetica

 quadrivio : a carattere matematico :musica,aritmetica,geometria e astronomia

La grammatica era la scienza cardine e basilare, il cui studio avveniva sull’Ars maior e minor di

E.Donato e sulla summa di Cesarea.

La retorica : disciplina del discorso persuasivo. Quella medievale si inserisce in sistemi di formule

e topoi propri degli antichi. Apporta tecniche innovative

1. arrs dictandi retorica dell’epistolografia

2. ars poetriae intreccia elementi grammaticali e retorici

3. ars praedicandiretorica della predicazione religiosa

La dialettica : disciplina dell’argomentazione razionale.

Conoscenza diretta di alcuni autori latini :

Virgilio : figura suprema di poeta, profeta del Cristianesimo ( IV ecloga) e maestro di stile

 Ovidio : poeta d’amore e tramite della mitologia classica

 Orazio. Lucano, Terenzio,Stazio

 Cicerone : maestro insuperabile di retorica

 Seneca : la cui opera morale era ritenuta cristiana per la sua presunta corrispondenza con

 San Paolo.

Sentono la frattura con il passato glorioso della Roma imperiale ! ( cfr. carme ritmico veronese del

IX : O Roma nobilis, orbi et domina)

Rinascite della civiltà medievale

Rinascita carolingia : riproporre il potere imperiale nella terra dei Franchi romanizzati translatio

imperii + rilancio del latino

Rinascita ottoniana : Ottone III renovatio dell’Impero e riforma della Chiesa tramite la stretta

collaborazione tra Impero e Papato.

Rinascita del secolo XII : prodotta da un accelerato sviluppo della vita materiale, culturale e

sociale in Francia la dialettica diventa coscienze della propria forza e ritrova le sue radici in

Aristotele.

Ilatlia E LE ALTRE CULTURE

cultura GRECA

L’Italia fu spesso il tramite tra mondo greco-bizantino e quello latino nel periodo longobardo la

Roma papale ebbe stretti rapporti con la chiesa greca, e si interromperanno con lo scisma d’Oriente

nel 1054. La Grecia è segno di una estraneità non nemica ( manoscritto dello pseudo Dionigi

l’areopagita venerato come miracoloso) attenzione alla scienza e filosofia greca-corte normanna

ne promuove attività culturale di traduzione testi-

N:B interesse scientifico no letterario e reverenziale verso loro IV crociata portò la costituzione

di un Impero latino d’Oriente.

cultura ARABA

Agli occhi occidentali erano una diversità, alterità minacciosa ( espansione dell’Islam fermata con

battaglia di Poitiers 732) civiltà ben organizzata, non barbara.

Scambi culturali avvennero tramite i frequenti scambi commerciali, che attirarono interesse verso

questa nuova cultura che importava leggende, e testi di traduzioni greche in arabo, e nuove tecniche

scientifiche ( i numeri)

FORME DELLA LETTERATURA LATINA MEDIEVALE

Oscillante è la distinzione tra prosa e poesia ( ES Philosophiae consolatio di Boezio). Distinzioni :

• Scrittura metrica segue modelli della poesia antica = scansione dei piedi e quantità delle

sillabe ( top in Francia XII sec)

• Scrittura ritmica si regge su accenti che regolano i rapporti tra le sillabe ( si in versi che

in prosa) = aggregazione di sillabe ritmate dal gioco degli accenti

• Scrittura prosaica

• Prosa rimata

Generi di POESIA :

- Carmina Cantabrigensia, Carmina Burana dal convento bavarese XIII sec, raccoglie esempi

di poesia goliardica ad opera dei clerici vagantes, dell’ordine di Golia, che esaltavano i piaceri

terreni. Simile alla parodiacontraffazione in tono dissacrante della poesia liturgica e

religiosa-Testamentum porcelli-( autori Primate e Archipoeta)

- Nella poesia religiosa si afferma la sequenza : successione di note musicali su cui venivano

composti testi con num di sillabe = a quello delle battute musicali- poi interverranno anche

elementi ritmici

- Dramma liturgico legato ai riti religiosi, erano rappresentazioni sacre all’interno di chiese o

sul loro sagrato ≠ i miracoli, che rappresentavano vicende delle vite dei santi.. ci fu anche una

lett drammatica erudita non finalizzata alla rappresentazione : Rosvita di Gandershein scrisse

drammi in prosa rimata sul modello di Terenzio, e anche commedie elegiache che

introducevano la commedia amorosa nel distico elegiaco.

- Altro genere erudito fu la poesia figurata si basa su elementi visivi intrecciano contenuti e

significati con particolari giochi di lettere e parole( valore grafico della scrittura)

Generi della PROSA :

- Sermo simplex per usi pratici, corrispondenze epistolari, ecc

- Prosa rimata

- Prosa ritmica in cui il finale delle frasi è costruito secondo precisi schemi accentuativi,

schema chiamato cursus( iniziato da papa Gelasio II, ce ne sono 3 tipi : planuspolisillabo

piano + trisillabo piano; tarduspolisillabo piano + quadrisillabo sdrucciolo;

veloxpolisillabo sdrucciolo + quadrisillabo piano)

L’opera letteraria poteva avere più piani di lettura, e un senso interno, e uno esterno spesso

venivano introdotti degli exempla morali , simili alle parabole, per indicare modelli

comportamentali.

Allegoria : ha le sue radici nella cultura greca ( testi Omerici) è tesa a cercare significati profondi

nei Testi Sacri. Lausberg : “ metafora prolungata, xkè sostituisce un pensiero, con una altro ad esso

simile”. Essa mette in rapporto serie di elementi con realtà mentali astratte o spirituali. Ha sistemi di

relazioni razionali che possono contenere anche contenuti irrazionali ( Dante, Convivio : “è come

una veritade ascosa sotto bella menzogna”).

Grazie ad essa il materiale mitologico pagano verrà reinterpretato in chiave cristiana.!

Prospettiva figurale dell’interpretazione biblica, e pagana che interpretava eventi antichi, figura,

cioè immagine di avvenimenti futuriimmagini storiamente vere che prefigurano eventi futuri

altrettanto veri

Istituzioni : scuola in età feudale e barbarica non dipende da istituzioni centralizzate, mentre a

Roma ha un’amministrazione ecclesiastica. Monasteri più importanti luoghi di cultura

medievali. Universitànel XII sec associazione di prof e studenti. Anche piazze pubbliche

Carattere universalistico e internazionale della cultura latina medievale è dovuto alle frequenti

MIGRAZIONI e scambi intellettuali tra viaggiatori e dotti.( es : Paolo Diacono che andò via dal

longobardo palatium di Pavia per servire Carlo Magno, o Giovanni di Salisbury che soggiornò a

lungo in Iatalia) a ciò si deve l’inferiorità in numero della produzione latina in Italia tra VI e XII

La letteratura Normanna funzioni cronachistico celebrative( De rebus gestis Rugerii et Roberti

Guiscardi di Malaterra), ma anche l’Elegia de diversitatae fortunae di Arrigo da

Settimello(1193)-resistenza morale dell’individuo e potere assoluto della Fortuna.

LINGUE ROMANZE

All’inizio parlate, poi scrittein cui il mondo laico, estraneo alla cultura per molto tempo, vi trova

la propria veste culturale

.

Il latino volgare, diverso da quello letterario diffuso già nella Roma repubblicana, è il punto di

partenza per le lingue romanze

volgare lingua parlata dal volgo

Il Cristianesimo operò come fattore disgregante della lingua latina e come fattore di

conservazione

Superstrato e sostrato : le lingue dei popoli conquistati e quelle degli invasori portarono a un

periodo di bilinguismo!

In età carolingia la distinzione tra latino purificato e volgare era nettaconcilio di Tours dell’813

in cui si stabilì che l’omelia fosse in volgare.

Lingue romanze della Romania, ceppo della lingua di Roma:

1. dalmatico

2. italiano

3. sardo

4. ladino

5. provenzale d’oc

6. francese d’oil

7. catalano

8. castigliano

9. portoghese

Prime attestazioni di volgare : tra VII e VIII sec documenti notarili e giuridici, glosse ai margini

di libri, indovinello veronese attraverso la metafora dell’aratura e semina parla dello scrivere,

interferenza del volgare nel latino

Francia protagonista già dall VIII sec :

paese

- Lingua d’oil : poemi epici, Cretyen de Troies, Artù e i cavalieri(Lancelot, Percefal)

- Lingua d’oc : provenzale, poesia d’amore (Erec et Enide)

Inghilterra Beowulf

Spagna 1040 primo poema in castigliano Il Cantar de mio Cid

Germanici 1200 Poema dei Nibelunghi

LETTERATURA SCRITTA

Il romanzo cortese e la lirica dei trovatori destinati all’inizio alla recitazione nei castelli ( strutture

costanti e ripetitive, formulari per la memoria, ritmo e assonanza + musica)

Tendenza a codificare generi : la rima, divisione in strofe (coblas) della canso, sirventese per spunti

polemici

La nuova epica : 1050 cachanson de geste, canzoni di gesta Chanson de Roland

esaltazione del valore militare dei paladini di Carlo Magno difensori della fede.

Il romanzo in lingua d’oil : definisce il comportamento cortese opponendolo a quello villano

l’eroe compie scelte difficili per un bene superiore

Amore cortese : (Lancillotto e Ginevra, Tristano e Isotta) amore adulterino caratterizzato dal

rapporto signore-vassallo = Domina e amante al suo servizio distanza sociale tra i due alimenta la

tensione e il valore nobilitante di questo amore per l’amante.(De Amore 1100)

Lirica trobadorica in lingua d’oc : (trobar : far poesia, comporre). I trovatori sono legati alle corti

di Provenza e Aquitania.


PAGINE

11

PESO

94.00 KB

AUTORE

Manu3d

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Manu3d di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura italiana mod. A e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Longo Nicola Gianbattista.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura italiana mod. a

Romanzo del novecento
Appunto
Letteratura italiana del novecento
Appunto
Letteratura italiana - Dante
Appunto
Letteratura italiana- Divina Commedia
Appunto