Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

- problematiche connesse: segretezza dell’esecuzione, 10/16 anni di latenza media,

segretezza che ne circonda il sistema (pochissimi sopravvissuti, o scritti..)

- a volte diritti non rispettati ma violenza non rispettata perché non si sa di avere quel

diritto!

- diritto al processo, ma costosissimo! Inoltre forte peso mediatico, no privacy… (2004:

legge di protezione per le vittime di crimini)

- rischio di errori giudiziari (la giustizia si basa essenzialmente sulla confessione), arrestati

il 99% degli accusati; no registrazioni degli interrogatori; a volte no avvocato

(anticostituzionale!); casi di percosse, intimidazione, privazione del sonno…→ confessioni

così ottenute utilizzate per il carceramento/pena di morte!

MIBUNHŌ (leggi legate alla classe sociale/status)

*JIKENHŌ

(insieme dei diritti NŌRYOKUHŌ (leggi legate ad attributi individuali: sesso, età…)

di una persona)

- Percezione individuo come parte di un tutto → Anatomia della dipendenza (sviluppo di

nevrosi se abbandonato/espulso dal gruppo di appartenenza); per evitare ostracizzazione

le persone fragili si immolano alle aspettative sociali:

1. KARŌSHI (morte da super lavoro): distruzione bioritmo, morte fisica e/o sociale;

numero irragionevole di straordinari non regolamentati (ZANGYŌ), quasi inesistente

assenteismo (anche se malati), regola non scritta di non prendersi le ferie; trasferimento

non negoziabile (senza famiglia).

2. WABI JISATSU (suicidio di scuse): fortissima pressione esercitata dal gruppo su chi ha

commesso un errore, tipologia di suicidio involontario, imposta dall’esterno.

- interruzione di gravidanza: prima legge Eugenetica (1948-96), oggi “Protezione della

madre”; per il periodo in cui il feto non può sopravvivere; non per forza approccio moderno

alla salute della donna: pillola autorizzata solo nel 1999; aborto utilizzato come metodo

contraccettivo; no sanzionata dalla spiritualità giapponese ma comunque esperienza

traumatica per la donna (MIZUKO JIZŌ, cerimonie per i bambini mai nati/nati morti)

3.3.2) DIRITTI CIVILI E SOCIALI: alcuni articoli tardano a trovare applicazione

- Art.15 → Suffragio Universale, no limitazioni/eccezioni;

- novità: Libertà di Espressione! (prima per rivolgere una petizione, pronti a morire…)

Art.16 cost. attuale: diritto di petizione pacifica

Art.30 cost. Meiji: possono prenetare petizioni

MA fino a temi recentissimi inteso come strumento accessibile solo a personaggi di spicco

- libertà di pensiero e di coscienza: Era Meiji → pensiero imperatore = pensiero sudditi

dicotomia tra pensiero e coscienza: es.iniziare giornata scolastica con inno nazionale

(kimigayo) e saluto alla bandiera (hinomaru) → non tutti insegnanti d’accordo MA

sottostanno al regolamento scolastico (possono pensare ciò che vogliono ma devono

sottostare alle regole)

- separazione politica/religione: ex premier Koizumi Junichiro visite annuali allo Yasukuni

Jinja (tempio Shintō), che ospita tavolette votive dei giapponesi morti per la patria ma

anche di 14 criminali di Classe A (“visita privata”, ma si firma come “Primo Ministro”).

DIRITTI SOCIALI → serie di falle nel sistema, coesione e solidarietà sociale limitati!

Art.25 → SHAKAI HONSHŌ (diritto all’assistenza sociale: livello minimo per vita materiale

e culturale), es.impiegati di mezza età senzatetto dopo lo scoppio della bolla finanziaria

- Continue violazioni del diritto MA corte suprema sancisce che l’obbligo dello stato non è

rivolto a ogni singolo! La garanzia della qualità di vita viene dall’osservanza delle leggi

emanate dal ministero della salute, del lavoro, della sicurezza sociale… (ovviamente

pronunciamenti connessi al budget che lo stato può permettere)

1874: sussidio per chi fosse fisicamente impedito (se senza parenti) → 270kg di riso

all’anno

1922: prima assicurazione contro le malattie

SISTEMA PENSIONISTICO: prima categoria ad organizzarsi è la Marina Militare (1875),

poi esercito e pubblica amministrazione; solo nel 1923 norma generale pensioni; 1941:

sistema pensionistico esteso a tutti i lavoratori.

WELFARE GIAPPONESE: piuttosto assistenza sociale finanziata dagli utenti stessi

SUSSIDI: difficili da ottenere e del tutto insufficienti ad una vita decorosa

Art.27 → diritto al lavoro; legge che lo applica: RŌDŌ KIJUNHŌ (legge quadro sul lavoro)

Art.28 → diritto di organizzarsi, di contrattare…*

2006: disoccupazione al 5%, varie misure (uffici di collocamento…); sanzione sociale

molto forte verso chi non lavora (leva per tagliare i sussidi sociali)

1912: per donne e bambini meno di 14 ore di lavoro al giorno, 2 giorni di riposo al

- mese;

dopo la seonda guerra mondiale regolamentazione del lavoro riformata in modo

sostanziale

MA oggi ancora non vera e propria regolamentazione straordinari (indicato un

1926: legge per il

Diritto di organizzazione sindacale

- mantenimento dell’ordine

Diritto di negoziazione

- pubblico, impedisce ai

lavoratori di riunirsi

massimo di 45 ore ma non ha valore legale), no regolamentazione specifica

licenziamento (capo non ha vincolo con il dipendente).

*

SINDACATI: prima organizzazione nel 1897 (siderurgici), forti opposizioni dal governo

1945: legge sul sindacato e altre leggi → danno al sistema lavorativo l’aspetto che ha oggi

MA anomalie (da convinzioni radicate nella tradizione): sindacati interni alla ditta;

percezione negativa del conflitto sindacale, turba l’ordine…il sindacato spesso si trova a

lottare su due fronti: datori di lavoro e opinione pubblica; fatica d assimilare il diritto di

sciopero.

3.3.3) DIRITTO ALLA PACE: Art.9 (cap.2) → RINUNZIA ALLA GUERRA

USA a chiedere la revisione di quest’articolo (per avere un alleato armato in Asia), paura

della rivoluzione cinese (successo):

- 1948 GUNBI (squadra militare di controllo dell’Area);

- 1950: Gunbi affiancata dal Corpo di Riservisti di Polizia;

- 1952: nascita del Corpo di Difesa Nazionale e unificazione degli organi precedenti.

→ gran parte dell’opinione pubblica contraria; “mezzo di autodifesa”, “operazioni di peace

keeping”; memoria di guerra = problema politico, aperto risentimento verso il giappone e il

suo SANKŌ SEI SAKU (uccidi tutto, depreda tutto…) da parte di Cina, Corea, Filippine…

COMFORT WOMEN, donne aggregate con la forza all’esercito per soddisfare gli uomini;

ratto e stupro “deprecabile ma incontrollabile conseguenza della guerra”…?? Ma il

governo giapponese aveva organizzato un vero e proprio sistema ufficiale di prostituzione

SATŌ EISAKU (primo ministro): pace condizione indispensabile per il raggiungimento

della felicità

OĒ KENZABURO: confuta la teoria della “costituzione che trascura la tradizione e cultura

giapponese”, più che cambiare la costituzione per renderla più giapponese, bisognerebbe

far nascere nei cuori dei cittadini il rispetto e la consapevolezza dei VALORI UNIVERSALI

4) Diritti umani in Giappone, oggi: tra norma e attuazione

GAP tra norma della costituzione e applicazione reale → dialettica per ridurlo

Governo giapponese: priorità a confronto economico/politico (URSS, CINA) più che sui

diritti umani; anni ’50: ogni altra attività dello stato subordinata alla crescita industriale

Solo nel 1957 Giappo parte dell’ONU; 1979 ICEPR (convenzione internazionale sui diritti

civili e politici) e ICESER (convenzione internazionale sui diritti sociali, economici, culturali)

Anni ’90 → revisione carta aiuto allo viluppo internazionale

1980: Giappo dichiara che non esisteva alcuna minoranza! (in realtà minoranze ci sono e

subiscono discriminazione, nonostante i giapponesi si sentano una nazione molto

omogenea)*

Sotto ministero della giustizia → Jinken Yōgo Kikan (Agenzia Tutela Diritti Umani), serie di

uffici specifici, assistenza al pubblico sull’intero territorio.

ORG. NO PROFIT → Amnesty International, Human Rights Whatch…

Japan Federation of Bar Association/Japan Civil Liberties Union → raccolta dati

Vittime di specifiche violazioni → associazioni (su base di volontariato): champagne di

sensibilizzazione sul territorio, raccolgono ed elborano dati…SENTINELLE!

1972: 10913 violazioni denunciate; 2004: 22877 violazioni denunciate → maggior

1) accesso alla giustizia, sensibilità dei giapponesi sta cambiando (più rispetto per

l’individuo, meno timidezza a ricorrere agli enti preposti)

*

Più diritti alle donne, minori, anziani, omosessuali, handicappati, malati di hiv/lebbra…

fasce della società più deboli, spesso subiscono violazioni dei diritti → sofferenza

soprattutto in Giappone, dove l’appartenenza ad un gruppo è fondamentale (esclusione

materiale e spirituale).

4.1) DŌWA MONDAI: ugualmente giapponesi → 2/4 milioni, fisicamente e culturalmete

indistinguibili, discendenti dai fuori casta

1871: KAIHŌREI, Editto di emancipazione (prima erano legalmente esclusi)

“ETA” = ricettacoli di sudiciume; occpazioni e ruoli sociali ritenuti IMPURI (collegate al

sangue, alla morte, all’uccisione..stigmatizzate sia da Shinto che da Buddhismo)

Superstizione popolare: 4 dita (subumani) → “yottsu wakatta”

Prima attestazione scritta: XIII secolo; no precisa provenienza geografica, molti dal

giappone occidentale

Minoranze → →

Origine giapponese hisa betsu buraku dowa mondai

1) →

Origine straniera zainichi (kankoku-chosenjin/chugokujin/gaikokujin)

2) →

Indigene Ainu, Okinawa

3)


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

9

PESO

105.75 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e civiltà orientali
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher bea.binaghi di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura giapponese e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Vienna Maria Gioia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura giapponese

Letteratura giapponese - Appunti
Appunto
Riassunto esame Letteratura Inglese, prof. Morbiducci, libro consigliato Translation studies
Appunto
Letteratura inglese - sunto dispense, prof. Gebbia
Appunto
Riassunto esame Storia dell'Asia orientale, prof. Santangelo, libro consigliato Storia della Cina, Sabbattini, Santangelo
Appunto