Che materia stai cercando?

Letteratura e cinema - Il Gattopardo: dal romanzo al film Appunti scolastici Premium

Appunti di Letteratura e cinema con analisi dei seguenti argomenti: confronto tra il romanzo letterario e la versione cinematografica del Gattopardo, i dialoghi, aspetti ambientali, i vari eventi che hanno fatto del romanzo un cult della letteratura italiana, il rapporto tra la letteratura e il mondo cinematografico. Vedi di più

Esame di Letteratura e Cinema docente Prof. G. Ferroni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

4. VISCONTI

aristocratico dalla stirpe dei Modroni discendenti dei duchi di Milano

- l’ideologia comunista e la sua posizione aristocratica

vive mettendo in rapporto

- diventa delegato del partito comunista

-

formazione culturale

si affaccia nel mondo del cinema agli esordi del neorealismo

- i primi film sono legati alla realtà popolare piuttosto che alla letteratura

-

1943 ossessione

preso come uno dei primi esempi di neorealismo per la sua forza espressiva

- ma dal punto di vista della costruzione filmica non ne ha tutti i canoni

- 

es. non usa la presa diretta lui in realtà costruisce

- scrittura della sceneggiatura corale tra i quali Visconti e Moravia che però non poteva risultare

- ispirata a il postino suona sempre due volte

- descrive un mondo squallido e senza speranza pieno di realismo

- 

influenzato anche dal cinema francese assistente alla regia di Renoir

- esce in piena guerra

-

1948 L A TERRA TREMA

esprime la sua grande passione per il sud

- cerca di fare film legato alla vita popolare

- liberamente tratto da i malavoglia rivisti in chiave progressista al fato si sostituisce il padrone

- pescatori che cercano di comperarsi una barca per non essere più sfruttati dal padrone

- attori di strada che parlano un dialetto siciliano stretto oggi incomprensibile

- presa diretta ma mediata da una costruzione

- esperimento più che neorealista

- non vuole trasporre il linguaggio popolare nel linguaggio medio italiano come si faceva di solito

- ma fa parlare i personaggi del popolo con il loro dialetto originario

- prende di pescatori di Acitrezza

- cambia la trama rispetto a quella di Verga

-

1951 BELLISSIMA

critica precoce di come il mito del successo agisce sulle classi popolari

-

1954 S ENSO

tratto da un romanzo di fine ‘800 di Camillo Boito

- Suso Cecchi D’Amico

adattamento con Giorgio Bassani -

- si allontana dall’ambiente popolare e narra la storia del risorgimento

-

1960 ROCCO E I SUOI FRATELLI

ci sono suggestioni letterarie ma non è ricavato da un libro

- tratta il mondo immigrazione

- 4

5. - 1963

FILM

Visconti decide di fare un film scritto da un aristocratico principe siciliano che interroga il declino

- della condizione aristocratica

subito dopo l’uscita del romanzo ne fa il film

- come volesse scavare qualcosa che lo chiama in causa

- molti sono i suoi film che esprimono la sua grande passione letteraria

- che partono da un dialogo così intenso con la letteratura che

- in un primo momento è anche “popolare” amata dalla sinistra

- ma sempre più racconta la letteratura dagli aspetti decadenti

- che rappresenta il mondo del lusso e non quello popolare non veristica del ‘900

- dopo il gattopardo lavora sempre più con la letteratura

- la sua idea non realizzata era di fare un film sul

- la Recherce

- sulla grande letteratura non sperimentale ma che raccoglie tutta la tradizione del romanzo

- trasformandola in un'altra cosa

- opera che si riavvolge su se stessa società con elementi preziosi e di disfacimento

- opera totale

- 1967 lo straniero Camus

- 1971 la morte a Venezia idea della fascinazione di qualcosa che porta al disfacimento

- 1976 l’innocente suo ultimo film tratto dal romanzo di D’annunzio

- gattopardo rappresenta il momento di supremo equilibrio del suo rapporto tra film e letteratura

-

costruzione della sceneggiatura -1961

Suso Cecchi D’Amico

fu corale Visconti - Pasquale Festa Campanile

- molti discorsi dei personaggi sono presi non solo dai discorsi dei personaggi del romanzo

- ma anche sulle indicazioni che questo da sui loro pensieri interni con

- 

monologo interiore discorso indiretto libero interventi narratore soprattutto principe di salina

- nel film diventano parole dette non necessariamente dallo stesso personaggio del romanzo

-

1998 l’intimità e la storia

di questo testo sorprende che l’intimità nel film è molto ridotta

riprendendo il titolo

- c’è maggiore attenzione all’universo esterno all’ambiente

- specialmente nel ballo dove si concentra sul dramma interiore e le contraddizioni del principe

- ma per gran parte del film rispetto al romanzo questa dimensione intima del principe è ridotta

-

l’attenzione è rivolta all’ambiente

da una parte quello aristocratico siciliano

- dall’altra quello popolare contadino nel mondo di donna fugata

- aspetto militare bellico messo in evidenza nella battaglia

- maggiore immersione del principe nel mondo fisico

-

orizzonte storico politico

italia del risorgimento al quale si sovrappone il senso della memoria

- film che ci da suggestioni che accostano Proust e Verga

-

sopralluoghi

tra il 61-62

- 

villa a bosco grande facciata completamente ristrutturata per il film prima casa a Palermo

- 

battaglia zona della calza a Palermo vicino al mare ruderi veri della seconda guerra

- Donna Fugata si identifica con i feudi della famiglia Lampedusa a palma di montechiaro

- –

Cimmina chiesa esistente palazzo costruito apposta per il film

-

musica

grande amante dell’opera di cui ha fatto diverse regie

- –

- qui importante Verdi valzer inedito

- nino rota compone la colonna sonora 5

riprese

inizio 4 marzo 1962 durarono fino all’autunno

- 27-3-1963 prima proiezione

- quattro anni e mezzo dopo l’uscita del romanzo

- rifiutato e rinnegato a sinistra il testo lui ci fa un film

- valutazione negativa era molto forte sia nella sinistra politica che della neo avanguardia

- lo vedevano un romanzo di vecchio tipo ottocentesco reazionario

- Angelo Guglielmi prima lo giudica privo di interesse

- 10 anni fa ha scritto cose diverse

-

cura per i nuclei figurativi

che mette in evidenza passione per l’esteriorità dell’immagine

- macchina da presa cura l’immagine

-

colore

altrettanto fondamentale rispecchia quello che si sente anche nel romanzo

- contrasto luce buio

- passaggio interno esterno

- contraddizione tra esterno accecante luce assoluta della Sicilia

- interno cupo dove prevalgono lo scuro e l’ombra

- ravvivata dai vestiti femminili

- realtà cupa e immobile in questo mondo di accecante solarità

-

attori

utilizzati sia attori di teatro che sempre caratterizza anche il suo cinema

- attenzione ai movimenti

- caratterizzazione va al di la della ruolo storico

- stesso nell’aspetto nel trucco nel costume

sottolinea il personaggio

- Cardinale immagine del passato in mondi diversi senza perdere se stessa

- Romolo Valli prete

- Paolo Stoppa Don Calogero

-

regia

si sottolinea il passaggio tra campi lunghi e profondi e primi piani

- frequente presenza del movimento orizzontale e di dolly

- evidenza nuclei di tipo figurativo

- Visconti decide di dilatare le singole situazioni e di eliminare

- –

eliminate le parti 5 7- 8

- – –

le vicende di Don Pirrone la morte del principe la fine di tutto

- del film c’è un’oscillazione tra concentrazione e dilatazione

nella costruzione

-

ballo

è l’evento più dilatato

- virtuosismo dove ha usato alcune situazioni dilatandone al massimo

-

battaglia

libro appena accennata nel con

- riferimenti vari alla presa di Palermo da parte dei garibaldini aggiunto in modo molto libero

- film inserisce un ampio episodio

- costruita con grande sottigliezza

- grande uso di colore e ambiente

- quartiere diroccato de la calza

- bombardato nella seconda guerra

- virtuosismo eccezionale

- 6

TABELLA DI CONFRONTO

EVENTO ROMANZO FILM

indicazioni sui loro pensieri interni diventano dialoghi parole dette

- -

monologo interiore non sempre dallo stesso personaggio

- -

DIALOGHI discorso indiretto libero che le ha pensate nel libro

- interventi del narratore

- principe passione per l’astrazione maggiore immersione del principe nel

- -

l’intellettuale che si estranea dalla mondo fisico

- classe aristocratica di cui fa parte sente le contraddizione della sua

- -

molto presente già nel primo capitolo classe se ne ritrae parzialmente

-

astronomia contrasto meno forte

-

passione ricavata da un suo antenato condivide il suo mondo anche se con

- -

ASPETTO dialogo con venere quando muore intelligenza e distacco

- -

AMBIENTALE astronomia

annuncio di felicità e di eros nella vita

-

parte non siciliana presente solo con i cannocchiali e il

-

dove fa riferimento ad una radice dialogo finale

- parte non siciliana

tedesca

che gli fa guardare con distacco il eliminata

- -

suo mondo

I PARTE inizia dall’esterno

tutto interno

circolarità in un solo giorno 24 ore si perde la circolarità

- -

rosario all’altro parte dall’esterno voci

da un del rosario

- - salve regina riferito all’arrivo dei

tema della morte

- -

aspetto umoristico garibaldini

INIZIO aspetto umoristico

si sottolinea lo stacco tra la

- dimensione religiosa la si perde quasi completamente

- -

dimensione profana per gli affreschi

- nudi nella sala dove si recita il rosario

- episodio nel ricordo del principe che viene trovato soldato morto

- -

SOLDATO risale a qualche giorno prima nel giardino

MORTO eventi più scaglionati non tutto nella tutto condensato nella disperazione

- -

NOTIZIA stessa giornata della famiglia

SBARCO maggiore drammaticità amplificazione

-

GARIBALDINI appena accennata con riferimenti inserisce un ampio episodio

- -

vari alla presa di Palermo da parte costruita con grande sottigliezza

-

dei garibaldini grande uso di colore e ambiente

-

sorci quartiere diroccato de la calza

-

poliziotti Borboni bombardato nella seconda guerra

- -

BATTAGLIA battuta presente nel secondo virtuosismo eccezionale

- -

capitolo messa con poco rilievo citazione quadro Delacroix

- - bimbo bandiera

- tutta pittura garibaldina macchiaioli

- non aspetti agiografici

- 7


PAGINE

10

PESO

237.87 KB

AUTORE

ninja13

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Letteratura e cinema con analisi dei seguenti argomenti: confronto tra il romanzo letterario e la versione cinematografica del Gattopardo, i dialoghi, aspetti ambientali, i vari eventi che hanno fatto del romanzo un cult della letteratura italiana, il rapporto tra la letteratura e il mondo cinematografico.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in letteratura, musica e spettacolo
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ninja13 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura e Cinema e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ferroni Giulio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura e cinema

Letteratura e cinema - lezioni
Appunto
Letteratura e cinema - I fratelli Taviani
Appunto
Letteratura e cinema - Antonin Artaud e Francesco Casetti
Appunto
Letteratura e cinema - il linguaggio verbale nel cinema
Appunto