Che materia stai cercando?

Letteratura e cinema - I fratelli Taviani Appunti scolastici Premium

Appunti di Letteratura e cinema per l'esame del professor Ferroni con analisi dei seguenti argomenti: i fratelli Taviani, l'immagine della Sicilia, Il corvo di Mizzaro (1902), Mal di luna (1903), Requiem (1913), film tratti spesso da famose novelle scritte da Pirandello.

Esame di Letteratura e Cinema docente Prof. G. Ferroni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

REQUIEM 1913 la rallegrata 1922

scontro diretto tra mondo contadino e nobili

- Pirandello vede con distanza il mondo contadino

-

novella

inizia con il viaggio dei paesani che vanno in città

- protesta guidata da un prete

- anticamera del prefetto

- rimandati indietro

- patriarca vuole essere sepolto lì

- arrivo dei carabinieri impediscono sepoltura

- barone apre cimitero

-

film all’aspetto sociale e politico

sottolinea di più il contrasto di classe insieme

- aggiunge molto rispetto alla novella

- ambientazione soggettiva

-

antefatto

bara del figlio morto che chiede di seppellire nel cimitero

- prolungamento fraternizzazione tra carabinieri e paesani

-

fine

patriarca viene sepolto dove voleva nel terreno del Barone

-

scene

campestri molto stilizzate

- no villaggio ma casolare

- fuggono da una rappresentazione naturalistica

- 

realtà simbolizzata schema assoluto

- 

città cattedrale di San Giorgio di Ragusa Ibla

- contrasto borghesi contadini si svolge su questa piazza

- primi 4 episodi toccano il mondo contadino con la supervisione del Corvo di Mizzaro

COLLOQUI CON I PERSONAGGI - 1915 giornale di Sicilia Appendice

novella

mai pubblicata nella raccolta

- –

I parte contesto storico

alla situazione di quei mesi dove l’italia è da poco entrata in guerra

strettamente legata

- Pirandello è interventista legato alla visione del risorgimento tradito che è

- rappresentato nel romanzo I vecchi e i giovani dove sposa una

- posizione nazionalista di destra che viene dalla sinistra risorgimentale

- rivendica Trento e Trieste

- troppo vecchio per essere richiamato in guerra

- fa parte di 1 generazione che rimane in sospeso

- uno dei suoi figli che si è arruolato è fatto prigioniero

- riflessione tra esperienza personale e impegno per la guerra

-

argomento

sospende udienze ai personaggi a causa della guerra

ma il personaggio non può comprendere cosa significhi veramente

lo invita a godere dei piaceri della natura perché la storia non è in grado di cambiare il mondo

sono solo fatti e i fatti passano

tutto quello accanirsi vale poco rispetto alla natura

desiderio di Pirandello di dialogare con una persona non più con un personaggio

II parte

apparizione nella stanza della madre

- ombra solo da ieri perché morta il giorno prima

- lui è a Roma ma immagina la madre in Sicilia

- colloquio che ricorda la giovinezza della madre che narra il ricordo dell’esilio

- Malta dov’era il padre che muore li facendo promettere loro di tornare in italia

- descrizione del rapporto con lo zio paterno sempre disponibile

- ritrovamento del senso materno profondo

- difficoltà di dialogo con chi non c’è più

- invito della madre a guardare le cose con gli occhi di chi non le vede più

-

film

tolta prima parte tema della guerra non trattato si concentra sulla seconda parte

- aggiunte e cambiate diverse situazioni

- ambientazione tutta nella casa siciliana

- autore arriva all’improvviso in un orizzonte metafisico simbolico

- carrozza/casa come a voler rivedere la giovinezza

- inizio legato alla suggestione dell’ultimo Pirandello Una giornata sua ultima novella

- gettato da un treno come catapultato sulla terra

- nascita come caduta

-

- cocchiere fantasma che lo riconosce

dialogo riprende la novella

-

esilio

qui rappresentato con un flaschback

- madre bambina Giovanna Taviani

- sosta all’isola di Pomice

inserito episodio della

-

rappresentazione autore

come italianizzato

- famiglia dolore senso di morte

- personaggio più terreno rispetto all’ambiguità sfuggente di Pirandello

- 

LA GIARA 1909 Corriere della Sera 1928 La giara

anche l’altro figlio

ha una versione teatrale come prima italiano poi dialetto

- quando nel 1916 quando inizia la sua attività teatrale con gli atti unici ne fa una

- versione teatrale direttamente in dialetto

- vi collabora anche Nino Martoglio

-

Musco

attore alla quale è destinata

- legame denso di conflitti

- ma grande capacità istrionica e di semplificazione del dialetto per maggiore comprensione

-

rappresentazioni

la prima in ritardo a causa della guerra

- inizialmente non ha successo

- successivamente dopo il successo di Parigi

-

Eric Sati

musicista francese che rompe i canoni della tradizione amico delle avanguardie

- chiede a Alfredo Casella del materiale legato a Pirandello

- gli viene proposta La giara e nel

- 

1924 rappresentazione al Teatro Champs Eliseè repertorio ancora trovabile

- successo stimola Pirandello a riscrivere il testo in italiano per il teatro

- 

1925 teatro valle Luigi Almirante attore regista

vicenda 

punto centrale stabilire di chi è la responsabilità per cui Zidima è rimasto nella giara

teatro

luogo unico sulla scena

- non si può vedere come la giara si rompe

- nella fase iniziale non c’è poi compare già rotta

- resa teatrale difficile

- didascalie

- sono molto lunghe ed importanti

- descrizione articolata della scena e dei personaggi

- tenute in considerazione dai taviani

- es. orecchini Don Lollò

-

film

inseriti dai Taviani

antefatto inserito dai taviani

- riferimento iniziale all’arrivo della giara

- 

e’ tutta roba di Don Lollò ripreso dalla celebre novella di Verga La roba

- gobba

-

ripresi dalla novella

occhiali

-

ripreso dal teatro

incontro avvocato

- luna prima della sua vittoria Zidima la vuole vedere da dentro la giara

-

TU RIDI 1998

film costruito su due episodi

- il primo episodio di basa in realtà su uno schema di giustapposizione di 3 nuclei narrativi

- utilizzate diverse novelle ma la resa finale non è totalmente soddisfacente troppo macchinosa

- –

FILM I EPISODIO 

motivo del riso incontrollabile molti interventi

- ambientazione non nel 1912 ma nella roma fascista

-

Felice/ Anselmo

contabile ma di teatro

- inserito riferimento alla sua nostalgia di quando era baritono

- rispetto ad Anselmo Felice ha il senso di colpa per la morte dell’amico

-

- alla veglia gli viene dato il suo bastone

decide di seguirlo nel suicidio ma rinvia più volte

- sente il gerarca fascista dare dell’imbecille all’amico morto

1.

2. incontro ex allieva al mare dove va per annegare

collega

figura più presente che condivide con lui la stessa stanza

- che lo aiuta nel lavoro perché lo considera il suo migliore amico

- deriso dal gerarca fascista

- si suicida perché non sopporta il peso della sua situazione

-

- veglia gorgoglio

dispetto

raddoppiato prima avviene nella realtà poi nel sogno

- amplifica il senso di colpa

-

NOVELLE 

1. tu ridi 1912 corriere della sera raccolta tutti e tre

sfondo della Roma impiegatizia dove il signor Anselmo fa il contabile

- moglie ostile anche a causa della gelosia che il riso immotivato arguisce in lei

- 5 nipoti da mantenere perché il figlio è morte e la mamma le ha abbandonate

- 

senza nessun motivo la notte ride illusione di avere almeno in sogno una vita felice

- cessa quando ricorda il sogno dove deride un suo collega in una situazione umiliante

-

- molti interventi nella trasposizione filmica

2. il caro estinto

riferimento ai rumori provenienti dal ventre del morto

-

- veglia per la morte di un onorevole

indigesto post mortem

- 

3. e due! 1901 scialle nero

situazione diversa squallido impiegato in una situazione disperata

- vede suicidarsi una persona davanti a lui che lascia il cappello sul ponte

- decide così di imitare il suicidio

- ripreso motivo del doppio suicidio

- 

4. l’imbecille 1912 la rallegrata

opera teatrale successiva atto unico al Quirino nel 1922

- rapporto dei gruppi politici con due suicidi

- si da dell’imbecille a un suicida per il fatto di non aver prima compiuto nessun gesto eroico

- l’altro esprime la stessa intenzione prima di farlo decide di uccidere chi ha dato dell’imbecille

- lo obbligherà in realtà a scrivere una lettera dove si dichiara imbecille

- inserito tutto episodio

-

5. sole e ombra

ambientata a girgenti

- un uomo si vuole suicidare prima di essere scoperto di aver rubato sul lavoro

- va al mare ma incontra un vecchio amico che gli fa rinviare l’evento che poi compirà cmq

-

II EPISODIO


PAGINE

9

PESO

204.73 KB

AUTORE

ninja13

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in letteratura, musica e spettacolo
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ninja13 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura e Cinema e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ferroni Giulio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura e cinema

Letteratura e cinema - lezioni
Appunto
Letteratura e cinema - Il Gattopardo: dal romanzo al film
Appunto
Letteratura e cinema - Antonin Artaud e Francesco Casetti
Appunto
Letteratura e cinema - il linguaggio verbale nel cinema
Appunto