Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’opinione attribuita a Materno rappresenta1costante dl pensiero d

L’ineluttabilità del principato:

Tacito: alla base d ttt la sua oxa, infatti, c’è l’accettazione dll’indiscutibile necessità dll’imxo cm

Il

unica forza in grado d salvare lo stato dal caos dlle guerre civili. principato restringe lo spazio x

Ciò

l’oratore e l’uomo politico, ma al principato nn esistono alternative. nn significa k Tacito

accetti d buon grado il regime imxiale, né k al suo interno nn indiki la possibilità d effettuare scelte

Tacito

+ o – utili allo Stato. aveva già affrontato qst tema nella biografia d Agricola.

ΑΓΡΙΧΟΛΑ Ε ΛΑ ΣΤΕΡΙΛΙΤΑ∋ ∆ΕΛΛ∋ΟΠΠΟΣΙΖΙΟΝΕ

ΟΠΠΟΣΙΖΙΟΝΕ

∆ΕΛΛ∋

Verso gli inizi dl regno d Traiano, Tacito approfittò dl ripristino dll’atm d libertà dp la tirannide

domizianea, x pubblicare il suo 1° opuscolo storicok tramanda ai posteri la memoria del suocero

Giulio Agricola, principale artefice dlla conquista d gran parte della Britannia, sotto il regno d

X

Domiziano e funzionario imxiale. il tono spesso encomiastico, l’Agricola si rikiama allo stile

Dp

dlle Laudationes funebri. un rapido riepilogo dlla carriera dl protagonista prima dll’incarico in

Tacito

Britannia, s incentra sprttt sulla conquista dll’isola. dà spazio a digressioni geografie ed

etnografie, k derivano da appunti/ricordi dllo stesso Agricola, ma ank dalle notizie sulla Britannia

Prpr

d Cesare. a causa d qste digressioni, l’argomento dll’Agricola

contenute nei Commentarii

spesso è sembrato suxare la semplice biografia. Ma in realtà la Britannia è sprttt il campo in cui s

dispiega la virtus d Agricola. Nll’elogiare il carattere dl suocero, Tacito mette in rilievo cm egli,

L’esaltazione della “via mediana”:

governatore dlla Britannia e capo d1esercito in guerra, avesse saputo servire lo stato cn fedeltà,

Alla

onestà e competenza ank sotto1pessimo principe cm Domiziano. fine ank Agricola, k nn

aveva il gusto dll’opposizione fine a sé stessa, ma nn era nemmeno disposto a dedicarsi al

servilismo, era caduto in disgrazia presso Domiziano(xk, dp aver governato la Britannia cn successo

Agricola

x6anni, aveva suscitato l’invidia d Domiziano). sa morire silenziosamente (d una morte

k nn s sa se fosse naturale o voluta da Domiziano), snza andare in cerca della ambiziosa mors

Indi

(gloria x1martirio ostentato), k Tacito condanna in qnt inutile alla res publica. Agricola

insegna come poter xcorrere la via mediana tra qgli atteggiamenti opposti k Tacito definirà ngli

Annales cm: (vergognoso servilismo)

- deforme obsequium (sdegnoso spirito d ribellione).

- abrupto contumacia

L’elogio d Agricola, indi, s traduce in1apologia dlla parte “sana” dlla classe dirigenteqlla formata

da uomini k, privi dl gusto dl martirio, avevano collaborato cn i principi dlla casa flavia

contribuendo

- all’elaborazione d leggi

- al governo dlle province

- all’ampliamento dei confini

- alla difesa dlle frontiere

e k, anche una vlt recuxata la “libertà”, nn sarebbe stato giusto condannare x aver collaborato cn i

L’Agricola

principi, poiké in qsta collaborazione avevano fatto de bene x lo Stato. è il punto d

intersezione tra diversi generi letterari:

letterari

- panegirico sviluppato in biografia;

- laudatio funebris unita a materiali etnografici e storici;

qta mescolanza d modi stilistici contribuiscono al carattere “compositivo” dll’opuscolo, k:

- nell’esordio, nei discorsi, nella perorazione finale risente dll’influenza d Cicerone,

- mntr nlle parti narrative/etnografie s avverte la presenza dei modelli sallustiano e liviano.

ςΙΡΤΥ∋

∋ ∆ΕΙ ΒΑΡΒΑΡΙ Ε ΧΟΡΡΥΖΙΟΝΕ ∆ΕΙ ΡΟΜΑΝΙ

ςΙΡΤΥ

Gli interessi etnografici sn al centro dlla Germaniaqsta costituisce x noi l’ultima testimonianza

d1letteratura specificamente etnografica (sparte gli excursus +o-ampi in alcune altre oxe). le

notizie etnografie contenute nella Germania, xò, nn derivano dall’osservazione diretta, ma quasi

scritte. Tacito dice d averne utilizzate mlt, ma è probabile k egli abbia tratto

esclusivamente da fonti Tacito

la >parte del materiale dai Bella Germaniae d Plinio il Vekkio. sembra aver seguito

fedelmente la sua fonte, semplicemente migliorandone/impreziosendone lo stile, aggiungendo poki

Tttvia

particolari x ammodernarla. c sn dlle discrepanze xke

- Plinio il Vekkio aveva prestato servizio alle armate dl Reno e aveva preso parte a spedizioni

oltre il fiume, nlle terre dei germani nn ancora sottoposte al dominio romano, ma…

- ...la Germania descrive abb spesso la situazione cm s presentava prima k gli imxatori flavi

avanzassero oltre il Reno e il Danubio.

Gli intenti d Tacito nlla Germania sn stati spesso oggetto d dibattito tra gli studiosi:

- risale a mlt tmp fa l’ipotesi k vede nell’opuscolo l’esaltazione d1civilità ingenua e

primordiale, nn anco corrotta dai vizi raffinati d1civiltà decadente.

dei barbari, rikki d energie ancora sane e

Cmq, in generale, la Germania è xcorsa da1contrapposizione

contrapposizione

ma,

freske, ai romani. narrando dlla forza e del valore guerriero dei germani, Tacito ha voluto

la

sottolineare la loro pericolosità x l’imxo, + k elogiarli. debolezza/frivolezza dlla società

romane dovevano allarmare il senatore…infatti i germani, forti/liberi/numerosi potevano

Tacito

rappresentare1seria minaccia x 1sistema politico basato su servilismo e corruzione. s

dedica ank all’enumerazione dei difetti d1popolo essenzialmente barbarico: l’indolenza, la passione

C’è

dl gioco, la tendenza all’ubriacatezza e alle risse, l’innata crudeltà. cmq una sorta d

riferimento alla razza ariana…infatti qst popoli, avendo vissuto isolati, nn s sn miskiati cn gli altri,

detenendo indi caratteristike prpr diverse da qll dei popoli mediterranei. In conclusione s può dire k

dal confronto emerge k Roma risulta “migliore” dal punto d vista dlla civiltà, mntr dal punto d vista

morale è “migliore” la Germina. Ank se la Germania nn è1libello politico, ma 1trattato

La Germania e l’espansionismo d Traiano:

etnografico-geografico, la sua stesura può cmq ex messa in connessione cn1evento contemporaneo

alla composizione: la presenza s Traiano sul Reno cn1forte esercito determinato alla guerra e alla

Nl

conquista. seguito dlla sua oxa storica, Tacito continuerà cmq a dedicarsi >mente alla frontiera

cn i germani, + k a qll cn i Partiad es, ngli Annales dimostra ammirazione x la politica aggressiva

d Germanico: in qsta direzione, x lui, sn axte > pox d espansione x l’imxo.

ΛΕ ΟΠΕΡΕ ΜΑΓΓΙΟΡΙ

Le2>oxe d Tacito sn:

- le Historiae

- gli Ab excessu divi Augusti libri (detti ank Annales).

Qste oxe hanno1andamento annalistico (=cioè seguono1ordinata scansione cronologica), ma s

Il

presentano cmq cm monografie (=opere a tema). tema è lo studio dl potere, d cm il principato,

dp le guerre civili, s rese necessario xk la pace restasse stabile (tesi famosa enunciata al principio

In

dlle Historiae). realtà, Tacito studia sprttt i meccanismi oscuri dlla conservazione/distruzione

dl potere: Roma, nlle sue oxe storike, diventa1metafora triste sulla natura malvagia dell’uomo.

Le Historiae, nlla parte a noi giunta,riguardano1arco d tempo k va:

Riassunto delle Historiae:

- dal 1° gennaio del 69 d.C., anno dei 4 imxatori,

- fino alla rivolta giudaica del 70.

In realtà, l’intera oxa doveva arrivare fino al 96, anno dlla morte d Domiziano. Ciò k è rimasto

tratta delle rivolte e guerre civili:

- il breve regno d Galba, eletto dal senato;

- l’uccisione d qst’ultimo e l’ascesa d Otone all’imxo;

- la lotta tra Otone e Vitellio, comandante dlle legioni d stanza in Germania, conclusa cn la

sconfitta e dal suicidio del primo;

- l’acclamazione a imxatore d Vespasiano, comandante dgli eserciti d’Oriente;

- la vittoria d qst’ultimo cntr Vitellio.

- L’ultimo libro conservato (il V), nn intero, contiene1lungo excursus sulla Giudea, ribellatasi

ai romani. Degli Annales s sn conservati i libri I e IV, un frammento del V e parte del

Riassunto degli Annales:

VI, comprendenti il racconto degli avvenimenti dalla morte d Augusto (14 d.C.) a qll d Tiberio (37

d.C.), cn una lacuna d 2anni fra il 29-31abbiamo ank i libri dall’XI al XVI, cl racconto dei regni d

Claudio (a partire dal 47d.C.) e d Nerone (fino al 66d.C.)gli Annales dovevano continuare l’oxa d

Livio. Infatti, il titolo dei manoscritti (Ab excessu divi Augusti) rikiama qll liviano d Ab urbe

condita. ma

Tacito è rimasto smpr convinto k solo il principato era in grado d garantire la pace. nel

passare dalle Historiae agli Annales, acquista la consapevolezza k i vincoli imposti dal principato s

sn fatti smpr+duri e k era vana la sxanza d veder realizzati l’ordine e la libertas cn l’avvento d

quindi

Traiano e Nerva. ngli Annales, Tacito uniforma tetramente la vita umana sotto i Cesari.

Tra le2oxe c sn dnque differenze d atteggiamento e stile, ma

Tacito storico e “artista” drammatico: Tacito

l’impostazione generale rimane simile. è 1storico, nl senso k la sua oxa s attiene ai canoni

dlla storiografia antica, cm è dimostrato da:

- l’interesse prevalente x gli avvenimenti politici e militari,

- un uso capace e competente dlle fonti,

- il rispetto, almeno in linea d principio, della “verità”.

Ma Tacito è ank1grande artista drammaticoinfatti, le sue oxe presentano1forte coloritura poetica,

k s rifanno a Virgilio e Lucano. Il modo in cui Tacito organizza i suoi resoconti d

guerre/rivolte/cospirazione prende mlt da quel filone della storiografia antica kiamato “storiografia

cmq alla componente tragica dlle sue oxe, Tacito nn affida il compito d

tragica”.

tragica”

impressionare/suscitare emozioni, ma quello di indagare nll’animo dei xsonaggi, x portare alla luce

Tacito

le passioni/ambiguità k li animano. vede le cause dlla corruzione nlla natura dll’uomo, indi

in

dà un’interpretazione moralistica dlla storia. qsto gli manca l’intuito storico (k possedeva

invece Sallustio) moralista, ma k sa ank osservare i grandi cambiamenti sociali e del costume. X

Tacito, le cause dei disastri/rovine d Roma sn nell’inadeguatezza dgli uomini d fronte agli eventi o

indi

nella corruzione fondamentale dlla natura umana. descrive dramma d grandi e < xsonaggi,

incertezze, paure angosciose, il panico stesso e i rumores della folla, i turbamenti dlle masse, la

paura e l’irresolutezza del singolo kiamato a decidere x tutti, ecc…

raccontando le vicende d Roma, Tacito conduce il lettore attr 1terriorio umano

Tacito “ritrattista”: a

desolato snza stanza. vlt, i suoi xsonaggi sn figure patologie (ad es, il Nerone d Tacito è 1pazzo

maniaco, crudelema Nerone è solo il+ evidente tra tnt casi d follia k s agitano nll’oxa d Tacito).

Sprttt negli Annales, la paura/tensione hanno sfogo in orrendi/inspiegabili delitti, suicidi, fughe snz

Tttvia,

destinazione. la >anza dei xsonaggi d Tacito è ttt’altro k folle, o incapace d lungimiranza:

viceversa, sn numerosi i xsonaggi calcolatori ed intriganti; inoltre c sn ank lucidi piani d conquista

provocati dall’aspirazione al potere.

Tacito segue dall’interno i suoi xsonaggi, alternando notazioni brevi a ritratti

I ritratti “paradossali”:

mlt

compiuti. d qst ritratti sn del tipo “paradossale”, xk i xsonaggi k Tacito descrive spesso

associano vizi vergognosi a virtù stupefacenti. Sn csi:

- Petronio negli Annales

- Muciano, il governatore della Siria, k nelle Historiae gioca1imp ruolo nel determinare l’ascesa al

trono d Vespasiano.

Entrambi erano amanti dl lusso, indolenti, depravati nella vita privata…ma sorprendentemente

intelligenti e capaci d agire. 1altro es dalle Historiae è Otone: è servile e spregevole, crudele, ma

ank attivo ed energico nlla conquista dl potere. Otone è dominato da 1virtus inquieta,1energia

rivolta al male k all’inizio dlla sua vicenda lo spinge a deliberare in1monologo 1scalata al potere

ma

decisa a nn arrestarsi d fronte al crimine e all’infamia. ank a Otone è concessa1carriera d

xsonaggio in evoluzione: nlla sua figura interviene1salto d qualità qndo, certo dlla disfatta

definitiva, decide d darsi1morta gloriosa x risparmiare allo Stato 1nuovo spargimento d sangue. s

Il vertice dll’arte tacitiana dl ritratto è stato individuato l ritratto d Tiberio negli Annales.

Tiberio:

tratta d1ritratto del tipo “indiretto”: Tacito cioè fa s k esso s delinei progressivamente in modo smpr

ank

+ cupo. Tiberio è1xsonaggio in evoluzione: torvo, ma valente e austero; la dissimulazione è

la principale dlle sue virtù. Tiberio nn s fida d nex, è perennemente sospettoso, taciturno,

Tacito

accigliato…mntr a vlt invece ha 1falso sorriso sul volto. ne traccia ank il ritratto fisico, k


PAGINE

7

PESO

141.69 KB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere (letterature - linguaggi - comunicazione culturale)
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura classica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze letterarie Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in lettere (letterature - linguaggi - comunicazione culturale)

Storia dell’arte contemporanea - Lineamenti
Dispensa
Storia dell'arte italiana - Quattrocento e Cinquecento
Dispensa
Introduzione all'archeologia medievale
Dispensa
Elementi di grammatica di Ebraico Biblico
Dispensa