Che materia stai cercando?

Lesioni da decubito: accertamento, obiettivi, interventi

Appunti di attività formative professionalizzanti 1 sulle lesioni da decubito: accertamento, obiettivi, interventibasati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Baldi Fedi dell’università degli Studi di Firenze - Unifi, facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di laurea in infermieristica . Scarica il file in formato PDF!

Esame di Attività formative professionalizzanti 1 docente Prof. R. Baldi Fedi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LESIONI DA DECUBITO

Area di danno tissutale con evoluzione necrotica che interessa l’epidermide, il derma, lo strato

sottocutaneo e nei casi più gravi anche i muscoli e le ossa.

È rappresentata in 4 stadi:

1. Cute integra, arrossamento cutaneo che non scompare alla digitopressione

2. Piccola lesione che coinvolge l’epidermide e il derma, sembra un’abrasione, vescica

3. Lesione a tutto spessore che coinvolge lo strato sottocutaneo

4. Lesione a tutto spessore che coinvolge muscoli, ossa, tendini, cavità articolari

Causato da:

 FATTORI LOCALI

 Pressione: una pressione maggiore di 32 mmHg x >2 crea una diminuzione del

flusso capillare causando un ipoperfusione tissutale (necrosi inizia dal sottocute, la

base si trova li e l’apice arriva al derma)

 Stiramento: quando il pz viene posizionato seduto/semiseduto che la cute poggia

sul piano di appoggio e lo scheletro scivola verso il basso, si crea una ischemia dei

tessuti

 Attrito/frizione: sfregamento della cute sul piano di appoggio causa queste piccole

abrasioni

 Macerazione: contatto prolungato della cute con urina, feci, sudore causa la cute

più suscettibile a altri eventi lesivi

 FATTORI SISTEMICI

 Malnutrizione

 Età avanzata

 Diabete

 Ipotensione

 Ipertermia

 Insufficienza renale

 Cachessa neoplastica

 Neuropatie centrali o periferiche

 Immobilità

Per evitare o prevenire le lesioni è necessario fare la SCALA DI NORTON o la SCALA DI BRADEN se il

pz è immobilizzato a letto o su una sedia e poi viene rifatta tutte le settimane e ogni volta che c’è

un cambiamento nel pz.

SCALA DI NORTON valuta 5 parametri e ad ognuno viene attribuito un punteggio da 1 (peggiore) a

4(migliore) e poi viene calcolato il risultato: (condizioni generali, stato mentale, deambulazione,

mobilità, incontinenza)

o >14 rischio BASSO


PAGINE

4

PESO

520.52 KB

AUTORE

veveg96

PUBBLICATO

7 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BORGO SAN LORENZO, EMPOLI, FIGLINE VALDARNO, FIRENZE, PISTOIA, PRATO)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher veveg96 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Attività formative professionalizzanti 1 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Baldi Fedi Romano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Attività formative professionalizzanti 1

Accertamento eliminazione intestinale e urinaria, obiettivi, interventi e procedure
Appunto
Accertamento sull'alimentazione e procedure infermieristiche
Appunto
Attività ad esercizio: accertamenti, obiettivi, interventi e procedure di spostamento
Appunto
Accertamento parametri vitali, obiettivi, interventi e procedure
Appunto