Che materia stai cercando?

La Celestina

Appunti di letteratura spagnola su La Celestina basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof.ssa Leonetti dell’università degli Studi del Salento - Unisalento, Facoltà di Lingue e letterature straniere. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Letteratura spagnola dal corso del docente Prof. F. Leonetti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

RIASSUNTO E TEMI PRINCIPALI:

Nel primo atto vengono presentati i personaggi e delineati. Il linguaggio riflette il codice

cortese che vede la donna come un oggetto di venerazione, sacralizzata eleva lo spirito

dell’innamorato.

Calisto infrange il codice cortese nel contemplare la donna da vicino ovvero violando la

privacy di Melibea.

Melibea per il momento lo rifiuta respingendolo provocando in Calisto una grande pena

d’amore che lo porterà al delirio.

Sotto consiglio del suo servo Sempronio, chiede a Celestina, una vecchia mezzana, di

aiutarlo.

Di cortese c’è solo la cornice ma in realtà i sentimenti vengono commercializzati e corrotti

dal denaro infatti l’amore viene pagato e ottenuto tramite una mezzana.

Nei 16 atti c’era solo un incontro tra calisto e melibea, mentre nella tragicomedia di 21 atti

viene aggiunto un incontro e la presenza di altri due servi, calisto muore dopo il secondo

incontro.

Nell’atto III c’è l’incontro tra melibea e celestina che si trasforma nell’incontro tra il diavolo

e Dio.

Melibea è una donna nobile di alto lignaggio e casta, cerca in un primo momento di

difendere la sua castità ma alla fine cede alle parole di Celestina la quale la adula

puntando sulle virtù di Melibea stessa.

In effetti Celestina le dice che tramite le sue virtù e il suo cordone(cintura) può guarire

calisto da un terribile mal di denti.

LINGUAGGIO:

Tutto si basa sulla persuasione con le parole.

Le barriere o gli impedimenti che i due devo affrontare sono:

La porta che impedisce el gozo tra i due amanti e Melibea preoccupata costantemente a

non macchiare l’onore, tema ricorrente nel codice cavalleresco.

Celestina viene uccisa da Sempronio e Parmeno perche non voleva spartire la

ricompensa con loro due.

Sempronio e Parmeno per sfuggire dalla Giustizia, si gettano dalla finestra della casa di

Celestina e vengono poi decapitati, accusati di omicidio volontario.

La morte ha un valore punitivo per castigare i vizi d’amore, la lussuria.

logica causa effetto( notte d’amore- Morte)

• Mescolanza lingue:

• Contaminazione dei luoghi: Celestina va a casa di un nobile

TIPOLOGIA TESTUALE:

Forma dialogada

• no unità di tempo, rompe le unità aristoteliche

La Celestina:

è una comedia dialogada: opera teatrale lunga che fa parte della narrativa.

Nel 1499: l’ideale cortese sta tramontando e gli autori si comportano in due modi:


PAGINE

3

PESO

17.84 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue culture e letterature straniere
SSD:
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ileniamarinelli di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura spagnola e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Leonetti Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura spagnola

Riassunto esame Letteratura spagnola, docente Simini Diego, libro consigliato Historia de la literatura espanola, Varios (catedra)
Appunto
Riassunto esame Letteratura spagnola, prof. Resta, libro consigliato Historia de la literatura Espanola, Vives (siglo XVI)
Appunto
Riassunto esame Letteratura spagnola, prof. Resta, libro consigliato Historia de la Literatura Espanola, Vives (Siglo XVII)
Appunto
Riassunto esame Letteratura spagnola, prof. Resta, libro consigliato Historia de la Literatura Espanola, Vives (siglo XVIII)
Appunto