Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

6-L’ATTO ILLECITO

103-L’ATTO ILLECITO IN GENERALE:L’atto illecito è l’atto riprovato dal diritto perché lede un interesse altrui tutelato

da un precetto giuridico.Esulano dalla nozione di atto illecito il caso in cui la lesione dell’interesse altrui è conseguenza

dell’esercizio legittimo di una potestà pubblica o di un diritto.Ogni ordinamento giuridico considera atto illecito se

compiuto in circostanze tali che costituiscono violazione di un precetto giuridico,lecito se tale violazione non vi è.

Per fare un esempio estremo:l’uccisione di un uomo è normalmente illecita,ma è lecita l’uccisione di un nemico di

guerra o,nel diritto romano,l’uccisione del proprio figlio o schiavo consumata dal paterfamilias nell’esercizio della

propria potestà.

L’azione è un comportamento dell’autore e l’evento è la lesione di un interesse altrui,tutelato da un precetto

giuridico.Sono in relazione di casualità fra di loro,cioè l’evento deve essere riferibile all’azione,quindi riferibile a

qualcuno come suo autore,e ciò costituisce l’imputabilità.

-L’antigiuridicità dell’azione:l’azione cioè deve consistere in un comportamento contrario al diritto.

Illecito pubblico e illecito privato:è pubblico l’atto illecito che lede un interesse della collettività o che viola un diritto

pubblico;è privato l’atto illecito che lede un interesse privato o che viola un diritto privato.

Nel diritto romano gli atti illeciti pubblici si denominano crimina e gli illeciti privati delicta.Nel diritto moderno gli

illeciti pubblici prendono il nome di reati.Quali illeciti siano pubblici e quali privati è un problema che ogni

ordinamento giuridico risolve per conto proprio.

Illecito pubblico e illecito privato differiscono tra di loro per il tipo di sanzione,per come essa viene applicata e per la

persona che deve prendere l’iniziativa dell’applicazione della sanzione.Non differiscono dal punto di vista della

struttura.Uno stesso atto illecito se lede contemporaneamente un diritto pubblico e privato,può essere

contemporaneamente illecito pubblico e illecito privato,con la conseguenza che gli saranno applicabili sanzioni proprie

dell’uno e dell’altro.Nel diritto romano l’uccisione dello schiavo altrui ad esempio era illecito privato ma anche

omicidio(illecito pubblico).

104-LA SANZIONE E LA RESPONSABILITA’:La sanzione è la conseguenza della violazione del precetto posto a tutela di

un interesse altrui.Dobbiamo distinguere due precetti:un primo precetto il quale fissa il carattere della illiceità;un

secondo precetto il quale stabilisce gli effetti della violazione del primo a carico del trasgressore.L’interesse viene

tutelato dunque non solo dal precetto primario,ma anche dal precetto sanzionatorio.

La sanzione ha una duplice funzione:repressiva e riparatoria.La sanzione repressiva si limita a infliggere un male al

trasgressore mentre la sanzione riparatoria è elimina le conseguenze lesive dell’atto illecito sostituendo al bene

perduto,solitamente,una somma di denaro.

Uno stesso atto illecito può avere per conseguenza tanto l’uno quanto l’altra.Nel diritto moderno l’illecito privato ha

per conseguenza la sola sanzione riparatoria,mentre l’illecito pubblico può avere per conseguenza l’una e l’altra

insieme;nel diritto romano l’illecito privato può avere per conseguenza l’una o l’altra,o entrambe insieme:ad esempio

l’ingiuria ha per conseguenza la sola sanzione repressiva mentre il furto ha per conseguenza sia la sanzione repressiva

che la sanzione riparatoria.La responsabilità è la situazione che l’ordinamento giuridico ricollega all’imputabilità:

riferito l’atto illecito a qualcuno come suo autore,il diritto gli addossa la responsabilità.

105-L’ATTO ILLECITO PRIVATO:Nell’atto illecito privato possono distinguersi un elemento obbiettivo e un elemento

subbiettivo.L’elemento obbiettivo comprende l’azione,ossia il comportamento da cui deriva la lesione;l’evento,cioè la

lesione di un interesse altrui;l’antigiuridicità dell’azione cioè occorre che vi sia violazione di un precetto giuridico.

L’elemento subbiettivo consiste nell’impunibilità,ossia nella riferibilità dell’atto a qualcuno come suo autore.

Perchè si abbia imputabilità è necessario che l’evento sia la conseguenza del comportamento dell’autore e inoltre

occorre che vi sia volontarietà dell’azione(capacità di compiere atti illeciti).

In ordine al requisito della volontarietà dell’azione,il diritto romano ci presenta un lungo sviluppo storico.

Nell’età più antica:una volta constatata la dipendenza dell’evento dall’azione,l’agente era imputabile senza che fosse

necessario indagare se vi fosse o no volontarietà dell’azione.

Nel diritto classico la parola culpa indicava l’imputabilità desunta dal nesso causale diretta tra azione ed evento.

In seguito si parla di dolo;dolo non solo significa volontarietà del fatto,ma anche coscienza del torto che si reca ad

altri.Successivamente ad opera della giurisprudenza si pone la colpa in senso tecnico,che presuppone la volontarietà

dell’azione ma non la coscienza del torto e viene pertanto concepita come imprudenza nella proprio condotta.


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

2

PESO

37.96 KB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Istituzioni di Diritto Romano, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Istituzioni di Diritto Romano, Marrone. Gli argomenti trattati con particolare attenzione sono: l'atto illecito, la sanzione, la responsabilità, l'atto illecito privato, torto e responsabilità contrattuale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (MILANO - PIACENZA)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di Diritto romano e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Milano Unicatt o del prof Gnoli Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto romano

Riassunto esame istituzioni di diritto romano, prof. Maganzani, libro consigliato"Formazioni e vicende di un'opera illustre" (prime 99 pagine)
Appunto
Appunti Istituzioni di diritto romano
Appunto
Diritto romano, prof. Lauretta Maganzani - seconda parte
Appunto
Diritto costituzionale - le fonti del diritto
Appunto