Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Istituzioni di diritto romano

1-NOZIONI INTRODUTTIVE

1-LA DENOMINAZIONE DEL CORSO:questa materia,costituisce la base culturale sulla quale deve fondarsi la

comprensione del fenomeno giuridico.Una spiegazione dei termini “istituzioni di diritto romano”,può essere di aiuto

per comprendere meglio quanto detto in precedenza:

per “istituzioni”si intendono le basi;per “diritto”si intende l’insieme di regole di comportamento nei rapporti fra le

persone,per “romano”si intende relativo a quel periodo storico che va dalla metà del’8°secolo A.C sino al 565 D.C,

caratterizzato dalla sovranità dell’antica Roma sull’Europa e su porzioni di Asia e Africa.

2-LE BASI ROMANISTICHE DEL DIRITTO:il motivo per cui il diritto praticato durante quei tredici secoli di storia è

oggetto di studio risiede nel fatto che esso ha condizionato e tuttora condiziona culturalmente gli ordinamenti

giuridici di gran parte del mondo,tra i quali in primo luogo quello italiano.

Esempio,la ragione per la quale noi oggi diciamo che “fra TIZIO e CAIO è stato stipulato un contratto di locazione” e

così dicendo intendiamo dire che l’uno ha messo a disposizione dell’altro una cosa,consentendogliene un certo uso

durante il periodo concordato,in cambio del pagamento di un canone anch’esso concordato tra i due,consiste nel fatto

che “stipulare”,”contratto”,”locazione”,sono concetti e termini di derivazione romanistica.

Conoscendone il significato e l’uso,così come costruiti dai giuristi di Roma antica,siamo in grado di comprenderne il

significato odierno nel diritto italiano in vigore.

In sostanza i principi informatori,i concetti,le terminologie del diritto moderno sono di formazione romana antica;

3-DIRITTi SOGGETTIVI,DIRITTO OGGETTIVO,OBBLIGHI,RAPPORTO GIURIDICO:il significato del termine DIRITTO:il diritto

consiste in una regola di condotta che preesiste rispetto al momento in cui Tizio si è trovato in rapporto con Caio.

si

DIRITTO OGGETTIVO: intende l'insieme delle norme giuridiche che rappresentano l'ossatura di una determinata

comunità costituita in Stato,ossia l'ordinamento giuridico.

(Es.la collettività di cui fanno parte Tizio e Caio riconosce accordo fra due persone per scambiare l’uso di una cosa con

un prezzo periodico chiamato canone e in questo caso si tratta della regola che impone di rispettare gli accordi

liberamente conclusi tra le persone)

DIRITTI SOGGETTIVI:un qualcosa che un soggetto ha perché l'ordinamento giuridico glie l'ha attribuito.

(Es. il diritto di usare delle cose avute in locazione,il diritto di ottenere in cambio il pagamento di un canone).

OBBLIGHI:Ai diritti soggettivi,corrispondono sempre a carico di altri soggetti dei doveri,che ne vincolano la libertà e

assumono il nome di obblighi.

RAPPORTO GIURIDICO:ogni relazione tra soggetti del diritto disciplinata dall'ordinamento giuridico.Nel rapporto

giuridico si distinguono uno o più soggetti passivi ai quali la norma impone obblighi,e uno o più soggetti

attivi,nell’interesse dei quali gli obblighi vengono stabiliti.

4-CRITERI PER LA COMPOSIZIONE DEI CONFLITTI:Prendiamo in considerazione un caso elementare:due

soggetti,ciascuno alla guida di un veicolo,si trovano ad affacciarsi,da due vie diverse,a un incrocio stradale.Dato che

contemporaneamente non riusciranno a passare,si deve decidere chi passerà per primo.Ciascuno dei due

conducenti,considera il proprio immediato passaggio oltre quell’incrocio come un bene atto a soddisfare un proprio

interesse.Ma il bene è limitato poiché si può passare senza danno soltanto uno per volta.Nel momento in cui i due si

saranno trovati insieme innanzi al passaggio,sorgerà tra loro un conflitto di interessi consistente nel fatto che ciascuno

vorrebbe passare per primo.A questo punto il conflitto di interessi tra i due soggetti,potrà trovare unica soluzione

attraverso il sacrificio dell’interesse di uno a vantaggio dell’altro.I possibili modi di risoluzione del conflitto possono

essere:

COMPOSIZIONE VIOLENTA:il conducente di uno dei due veicoli può provare a passare comunque,sacrificando di fatto

l’interesse del conducente dell’altro veicolo.

COMPOSIZIONE VOLONTARIA:i due conducenti decideranno insieme chi dei due sacrificherà l’interessa a passare per

primo.

COMPOSIZIONE AUTORITATIVA:un’autorità a ciò preposta,avrà fissato in anticipo il criterio in base al quale si saprà

già,nel momento in cui ciò si sarà reso necessario,quale degli interessi dovrà prevalere.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

2

PESO

108.75 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in giurisprudenza
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di diritto romano e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Gnoli Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto romano

Istituzioni di diritto romano - Riassunto esame, prof. Gnoli
Appunto
Istituzioni di diritto romano - nozioni generali
Appunto
Istituzioni di Diritto Romano - Appunti
Appunto
Riassunto esame Istituzioni di Diritto Romano, prof. Fargnoli, libro consigliato Diritto Romano: Lezioni Istituzionali di Gnoli e Scherillo
Appunto