Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

4-L’OGGETTO DEI DIRITTI

48-IL PATRIMONIO:Il complesso dei beni che fanno capo a una persona,si chiama patrimonio:patrimonio è il

complesso dei beni spettanti a una persona sotto la protezione del diritto e delle aspettative dirette a conseguire

altri,concepito come facente capo a un centro comune,il titolare,e suscettibile di spostarsi da una persona all’altra.

Diritti patrimoniali:si dicono patrimoniali i diritti subbiettivi che si riferiscono al patrimonio:tali sono i diritti reali,i

diritti di eredità e i diritti di obbligazione;questi ultimi tutelano il dover avere i beni,cioè le aspettative,gli altri invece

tutelano l’avere,cioè la signoria sui beni.

Risulta quindi l’esistenza di due classi di elementi patrimoniali:una comprende ciò che è sottoposto alla signoria,cioè le

cose,l’altra comprende le aspettative.Parleremo quindi di cosa e iura(cosa e aspettative).

Nelle fonti,troviamo una distinzione tra res corporales e res incorporales:

-Cose corporali, quelle che si toccano,che possono essere oggetto di consegna;

-Cose incorporali,ossia i diritti stessi.Sono quelle che si concretano in un diritto,come l’eredità,l’usufrutto,le

obbligazioni.

49-DEFINIZIONE DI COSA:La cosa,o meglio la res,è l’oggetto di signoria.

50-CRITERI GENERALI DI CLASSIFICAZIONE DELLE COSE:Il diritto romano ci presenta le seguenti distinzioni:

cose fungibili e cose infungibili,cose consumabili e cose inconsumabili,cose divisibili e cose indivisibili,cose semplici

cose composte e cose collettive,parti di cose e cose accessorie,frutti e cosa madre.

51-63:VARIE CLASSIFICAZIONE DELLE COSE:

-res in patrimonio,res extra patrimonium

Le cose si distinguono a seconda che possano entrare nel nostro patrimonio o No.Questo perché vi sono cose che

restano al di fuori dall’appartenenza e dalla disposizione privata.Queste sono:

-Le Cose Sacre(Res Sacrae),dedicate agli dei dell’olimpo,come templi,are,boschi;

-Le Cose Religiose(Res Religiosae),dedicate agli dei inferi,i Mani,come i sepolcri;

-Le Cose Sante (Res Sanctae),come ad esempio le porte della città.

Questi tre tipi di cose erano anche dette res divini iuris(cose di diritto divino),e sono contrapposte alle res umani iuris;

non possono figurare nel patrimonio dei singoli nemmeno le cose della collettività,come stadi e teatri (Res Pubblicae),

o le cose comuni di tutti(Res Communes Omnium),come l’aria,l’acqua corrente,il mare.Tutte le altre cose,sono private

(Res Privatae).

-res mancipi,res nec mancipi

La differenza tra le cose Mancipi e quelle non Mancipi:Gaio dice che le res mancipi sono così chiamate perché oggetto

di mancipatio,comprendono i fondi situati sul suolo italico,gli schiavi,gli animali da tiro e da soma;tra le cose

incorporali,abbiamo le sole servitù rustiche,ossia le antiche servitù di passaggio ed acquedotto identificate con la

porzione di terreno su cui si esercitavano.Le cose Mancipi inizialmente si trasmettono solo con l’atto della Mancipatio;

le cose Nec Mancipi con semplice consegna corporale o in iure cessio.

-altre classificazioni di cosa

-Cose Consumabili,cose inconsumabili

Le prime sono quelle il cui utilizzo consiste nella loro distruzione,come il cibo ed il denaro stesso,le altre sono quelle ad

utilizzazione ripetuta;

-Cose Fungibili,cose infungibili

Le prime sono quelle che vengono prese in considerazione per la loro appartenenza ad un genere nel cui ambito sono

intercambiabili con altre,e sono individuabili sulla base del numero,del peso o della misura(denaro,grano,olio,vino);

le altre sono quelle individuate nella loro specifica identità(quel certo cavallo,ecc…).

-Cose di genere e cose di specie

Con cose di genere,vengono indicate cose che appartengono ad una categoria,come ad esempio uno schiavo,un servo

etiope,mentre le cose di specie sono individuate,spesso con il loro nome.Anche una cosa fungibile può essere di

specie,mentre le cose di genere costituiscono l’oggetto delle obbligazioni generiche ed indicano una scelta

-Cose divisibili,cose indivisibili

Le cose divisibili sono quelle per cui una loro materiale partizione non ne distrugge l’utilità economica,mentre quelle

indivisibili,che se divise si distruggono(un animale, uno schiavo).


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

2

PESO

35.81 KB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto del quarto capitolo del libro Istituzioni di Diritto romano con analisi dei seguenti argomenti: l'oggetto dei diritti, il patrimonio, la definizione di cosa, i criteri generali di classificazione delle cose (cose fungibili, cose infungibili, cose divisibili, cose indivisibili), il concetto di frutto, in senso giuridico.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in giurisprudenza
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istituzioni di diritto romano e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Gnoli Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istituzioni di diritto romano

Istituzioni di Diritto romano -  Appunti
Appunto
Istituzioni di diritto romano - Riassunto esame, prof. Gnoli
Appunto
Istituzioni di diritto romano - nozioni generali
Appunto
Istituzioni di Diritto Romano - Appunti
Appunto