Che materia stai cercando?

Immunologia - proprietà delle cellule T effettrici

Appunti di Immunologia con analisi dei seguenti argomenti: proprietà delle cellule T effettrici armate: i linfociti T citotossici CD8 attivati determinano la morte delle cellule bersaglio attraverso la loro attività citotossica, mentre i linfociti T CD4 devono attivare macrofagi e linfociti B; il cambiamento delle molecole di adesione, ad esempio esprimono l’integrina... Vedi di più

Esame di Immunologia docente Prof. M. Conese

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

PROPRIETA’ DELLE CELLULE T EFFETTRICI ARMATE

Le cellule T effettrici armate presentano dei cambiamenti anche nelle

molecole di adesione.

Queste esprimono maggiori livelli di LFA-1 e di CD2, ma perdono

l’espressione di L-selettine: pertanto non possono più circolare nei

linfonodi.

Esprimono invece l’integrina VLA-4 che permette loro di legarsi

alle cellule endoteliali nei siti di flogosi e quindi di svolgere nella

sede dell’infezione le loro funzioni.

DIFFERENZIAMENTO DI CELLULE CD8 E CD4

Le cellule T CD8 che escono dal timo sono già predestinate a diventare

linfociti citotossici, anche se non esprimono le funzioni delle cellule

effettrici armate.

Nel caso delle CD4, queste possono differenziarsi, una volta attivate, in

cellule T 1, T 2, T 17, e cellule T regolatorie che differiscono per le

H H H

citochine che producono e per la loro funzione.

MODALITA’ DI ATTIVAZIONE DELLE CELLULE T CD8

Poiché l’azione effettrice delle cellule CD8, come cellule citotossiche,

è più distruttiva delle CD4, le cellule CD8 naive richiedono una

maggiore attività co-stimolatoria per essere attivate.

Una modalità è l’attivazione da parte di cellule dendritiche, che hanno

un’elevata attività co-stimolatoria intrinseca. Queste cellule possono

direttamente stimolare cellule T CD8 a produrre IL-2 che guida la

loro proliferazione e differenziazione.

MODALITA’ DI ATTIVAZIONE DELLE CELLULE T CD8

La seconda modalità richiede le cellule CD4 e sembra importante

nella maggior parte delle infezioni virali.

In questo caso, sia le cellule CD4 che le CD8 riconoscono gli antigeni

ad esse correlati sulla superficie della stessa APC. L’azione della CD4

è quella di compensare l’inadeguata co-stimolazione delle cellule

CD8 naive da parte dell’APC.

La cellula CD4 effettrice armata induce l’espressione di CD40 sulla

superficie dell’APC. Il legame del CD40L sulla superficie della

cellula T al CD40 delle APC stimola l’espressione di molecole B7 e

permette alle APC di stimolare pienamente le cellule T CD8.

DIFFERENZIAZIONE DI CELLULE CD4

La differenziazione di cellule CD4 naive dipende dal segnale 3.

• In assenza dei patogeni, la presenza di TGF-β e l’assenza di

IL-6, IFN-γ e IL-12 -> sviluppo di cellule T acquisiste

reg

• Nelle prime fasi dell’infezione, IL-6 prodotta da cellule dendritiche

opera con TGF-β -> sviluppo di cellule T 17

H

• In seguito, le APC producono citochine che favoriscono lo

sviluppo di cellule T 1 (IFN-γ e IL-12) o T 2 (IL-4) e sopprinomo

H H

lo sviluppo di cellule T 17.

H 1 e T 3 hanno bisogno di IL-10

• Le popolazioni regolatorie T

R H

per svilupparsi

CELLULE T CD4 POSSONO DIFFERENZIARE IN T 1 O T 2

H H

Le conseguenze dell’induzione delle cellule T 1 invece che T 2

H H

ha conseguenze profonde:

la produzione selettiva di T 1 porta all’immunità mediata da cellule,

H

mentre la produzione di cellule T 2 attiva l’immunità umorale.

H

LEBBRA

Nella forma detta tubercoloide, si ha una prevalenza dell’induzione di

1 -> pochi batteri vivi, pochi anticorpi e, nonostante il danno

cellule T

H

ai nervi periferici e alla pelle dovuto all’infiammazione mediata dai

macrofagi, la malattia procede lentamente.

Nella forma detta lepromatosa, si ha prevalenza T 2 -> risposta

H

principale umorale, gli anticorpi non possono raggiungere i batteri

intracellulari, determinando una massiccia distruzione tessutale.

CELLULE CD4 REGOLATORIE

• Cellule T regolatorie naturali: si differenziano durante lo

sviluppo nel timo: α

esprimono la catena del recettore IL-2 (CD25) e rappresentano

circa il 10-15% delle cellule CD4 circolanti.

Esprimono il fattore di trascrizione FoxP3, che interferisce con

l’interazione di AP-1 e NFAT sul promotore dell’IL-2.

Una volta attivate, producono due citochine, IL-10 e TGF-β, che

inibiscono la proliferazione di altre cellule T.

IL-10 inibisce anche la secrezione di IL-12 da parte delle cellule

dendritiche ->inibizione della differenziazione in TΗ1.

CELLULE CD4 REGOLATORIE

• Cellule T regolatorie acquisite T 3:

H

si trovano nel sistema immunitario delle mucose e producono

IL-4, IL-10 e TGF-b.

Sembra che controllino le risposte immunitarie delle mucose

-> la mancanza di queste cellule è legata alle malattie autoimmuni

e infiammatorie dell’intestino.

La tolleranza orale sembra che sia fortemente legata alla loro azione.

CELLULE CD4 REGOLATORIE

• Cellule T regolatorie acquisite T 1:

R

sono state prodotte in vitro e sembra che si trovino anche in vivo.

Sono selezionate in presenza di alte concentrazioni di IL-10 e

secernono TGF-β ma non IL-4.

L e cellule dendritiche immature che presentano antigeni in

assenza di stimoli infiammatori potrebbero essere l’origine della

IL-10 che determina il loro sviluppo.


PAGINE

31

PESO

1.06 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Immunologia con analisi dei seguenti argomenti: proprietà delle cellule T effettrici armate: i linfociti T citotossici CD8 attivati determinano la morte delle cellule bersaglio attraverso la loro attività citotossica, mentre i linfociti T CD4 devono attivare macrofagi e linfociti B; il cambiamento delle molecole di adesione, ad esempio esprimono l’integrina VLA-4 attraverso cui si legano all’endotelio; esempio della lebbra.


DETTAGLI
Esame: Immunologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Immunologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Conese Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Immunologia

Immunologia - Inflammosoma
Appunto
Immunologia - trapianti e rigetto
Appunto
Immunologia – HIV
Appunto
Immunologia – attivazione dei linfociti T naive maturi
Appunto