Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L'aspetto selettivo e interpretativo della memoria di un gruppo (ad esempio una nazione) non ha

nulla a che vedere con l'idea di una mente collettiva, ma fa invece riferimento al ruolo cruciale

svolto dall'élite intellettuale e politica. La dimensione che rimanda a meccanismi di stabilizzazione

delle preferenze e di orientamento all'azione acquista senso solo se riferita a gruppi che possiedono

precisi centri decisionali e organismi dirigenti.

Gli interessi intellettuali che oggi spingono un gran numero di scienziati sociali a utilizzare la

nozione di identità collettiva, per quanto numerosi ed eterogenei, sono classificabili in due tipi. Il

primo, che muove soprattutto sociologi e psicologi sociali, è l'interesse teorico per la comprensione

dell'azione sociale, dei meccanismi generali che spingono gli individui, in certe condizioni sociali,

ad agire collettivamente. L'identità collettiva è utilizzata, in questi casi, come modello interpretativo

alternativo ad altri modelli, in particolare quelli riconducibili a paradigmi economicisti. Il secondo

tipo di interesse, che si riscontra soprattutto tra storici e antropologi, è prevalentemente descrittivo:

la categoria 'identità collettiva' serve a descrivere i processi di formazione, di persistenza e di

trasformazione di alcuni gruppi e organizzazioni sociali.

Nel primo caso l'identità collettiva spiega la logica dell'azione sociale, nel secondo caso sintetizza

gli elementi caratteristici di una forma di raggruppamento sociale.

Gran parte dei movimenti etnici ed etnonazionalisti che sono apparsi sulla scena politico-sociale

delle società occidentali avrebbe origine non tanto in conflitti di interesse quanto in conflitti di

identità. In ambito sociologico il concetto di identità collettiva è alla base di un modello generale

che spiega la partecipazione politica tentando di rispondere a una serie di problemi posti da questa

partecipazione, che non sono risolti in maniera esaustiva dai modelli di tipo utilitarista, basati

sull'idea che l'individuo agisce perseguendo il proprio interesse. Alessandro Pizzorno (1983 e 1986)

ha cercato di rispondere al problema centrale dello studio dell'azione collettiva, quello che nel

linguaggio corrente delle scienze sociali viene denominato 'paradosso del free rider' (libero

battitore). Il paradosso consiste nel fatto che, se l'individuo persegue il proprio interesse, non si

spiega come mai partecipi ad azioni collettive (dal voto ai movimenti sociali) i cui benefici potrebbe

ottenere comunque senza sobbarcarsi i costi dell'informazione e della partecipazione.

Il problema è complesso ed è stato trattato in una letteratura assai ampia. Qui è sufficiente osservare

come la tesi di Pizzorno tenda a spostare l'attenzione sul fatto che i meccanismi di esclusione

generati dal sistema della rappresentanza politica rendono indispensabile la formazione di nuove

identità collettive, in grado di assicurare quel riconoscimento intersoggettivo su cui si basa la

valutazione dell'interesse individuale. In altri termini, se l'obiettivo dell'azione collettiva è la

formazione di una collettività identificante, la partecipazione non va vista come un costo perché

senza partecipazione non si può ricevere riconoscimento. Per antropologi e storici il concetto di

2


PAGINE

3

PESO

18.66 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher marilu1610 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Niccolò Cusano - Unicusano o del prof Del Re Emanuela.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dei processi culturali e comunicativi

Sociologia dei processi culturali - Introduzione
Appunto
Riassunto corso completo per preparazione esame
Appunto
Parsons, Talcott - Teoria del mutamento sociale
Appunto
Identità - Concetto
Appunto