Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

la vita. (Prima venivano imprigionate o messe alla gogna).

La protagonista della Lettera Scarlatta (LS) , Hester Prynne, accetta la propria colpa e

punizione ma non di essere umiliata per tutta la vita, sa di non poter vivere in città e di

dover vivere ai margini della foresta.

Si mette, quindi, la lettera scarlatta ma la ricama, l’abbellisce, la cuce finchè le altre

donne non invidiano per l’elegante e sfarzosa lettera che indossa.

Secondo alcuni, lo sfoggio della lettera sta a significare che in realtà Hester non si fosse

davvero pentita, altri dicono che alla fine la A sta a significare “Amor” come nei

Canterbury Tales di Chaucer.

Ci sono dibattiti sul simbolismo della A, che potrebbe quindi non assumere il significato

di adulterà ma di arte, Adam (l’inizio dell’umanità) e persino America.

La scena d’apertura della LS è splendida, si apre con Hester che esce dalla prigione già

con la sul corpetto, si ritrova sulla piazza della chiesa, della prigione, del mercato e del

patibolo ma i puritani non avranno la soddisfazione di vederla fiaccata dalla prigione.

Infatti, Hester ne esce a testa alta, con la figlia chiamata Pearl (perla, simbolo di

purezza) che quindi non è figlia del peccato in quanto nata da un adulterio.

Questo suscita la rabbia di tutti i puritani e il lettore capisce sin dall’apertura del romanzo

che un tema portante sarà l’ipocrisia dei puritani, i quali si ritenevano santi, onesti e

giusti ma mancavano d’amore, di misericordia per gli altri.

Hester non ha più intenzione di peccare, Pearl cresce bella e sana e va via in Inghilterra

con un signore inglese innamorato di lei.

Hester, invece, decide di restare fino alla fine lì, ai margini della foresta, con la sua

lettera scarlatta.

Nathaniel Hawthorne.

Nacque il 4 Luglio 1804 (independence day), amava vivere in campagna e a seguitp

della morte del padre avvenuta quando aveva quattro anni, andò a vivere con i nonni.

Ebbe compagni d’università importanti come Longfellow e Pierce, il quale lo nominò

console a Liverpool quando diventò presidente USA.

Rifiutò lavori che erano normali per un uomo di buona famiglia quali medico, avvocato,

ministro di parrocchia…

Scrive a sua madre che immagina lei sarebbe felice di leggere le lodi e le recensioni dei

suoi scritti e che vorrebbe sostenersi solo con la sua arte.

A 24 anni pubblicò il suo primo romanzo, Fanshawe, opera che stampò a sue spese e

poi odiò tanto da volerne distruggere le copie.

Negli anni ‘30 inizia a scrivere per quotidiani della Penny Press, il giornale americano

accessibile a tutti in quanto costava un cent (dall’1% arriva a ben 30% la popolazione

che può comprarsi un giornale).

C’è bisogno di scrittori che riportino i fatti della città ma c’è anche bisogno di giornalismo

qualificato come quello di racconti pubblicati in un unico numero o a capitoli.

Hawthorne viene pagato discretamente e diviene talmente noto che gli viene chiesto di

raccogliere i racconti in una raccolta da vendere.

Una di queste raccolte nel 1837 viene pubblicata col nome ‘Twicetold Tales’ proprio

perchè furono prima narrate nella rivista.

Ottima recensione di Longfellow, la raccolta ebbe tanto successo e dando per scontato

che siano tanto interessanti e profondi da poter essere letti di nuovo vengono pubblicati

anche una terza volta, ma questa raccolta non ebbe successo.

Uno dei racconti della raccolta si intitola ‘Young Goodman Brown' in cui si uniscono

elementi realistici con elementi fantastici (come la LS che ha sia qualità di novel che di

romance).

Una sera Brown si trova vicino alla foresta dove incontra un vecchio con un bastone a

forma di serpente (un demone) il quale lo conduce in una radura all’interno della foresta,

dove Brown vede degli stregoni edelle streghe intorno ad un fuoco, stanno facendo un

sabbath infernale.

Si accorge che sono persone che conosce come il sindaco, la maestra, il predicatore

della chiesa e rimane traumatizzato.

In un istante di terrore, gli sembra persino di vedere sua moglie, Faith.

Da quel momento, non è più se stesso in quanto ha il dubbio costante che tutti quelli che

conosce partecipano al sabbath, che non si può fidare più di nessuno, neppure delle

persone che sembrano le più oneste.

Brown si isola e non cerca più rapporti con nessuno, inclusa Faith.

Ci sono due messaggi fondamentali: l’ipocrisia esiste e fidarsi e bene ma non fidarsi è

meglio ma allo stesso tempo il secondo messaggio è che è necessario vivere i rapporti

umani nonostante tutto poichè non si può vivere una vita intera senza fidarsi di nessuno.

La scoperta che il male esiste non può farci evadere dal mondo, bisogna interagire con

gli altri e cercare di non giudicare all’istante tutti negativamente.

Infatti, nel racconto c’è un’ultima frase che ci dice che quando Brown morì, nessuno

portò neppure un fiore alla sua tomba che ci fa capire il secondo messaggio.

Amore in fondo vuol dire rischiare e una vita senz’amore non vale la pena d’esser

vissuta.

Nel racconto 'Wakefield' cè un uomo che ha una moglie onestissima e lui si chiede se è

vero e come ne può avere la certezza. Decide allora di scomparire e di tornare nei

dintorni del suo paese mascherandosi per controllare cosa accade e come la moglie si

comporta in sua assenza.

Vede che continua ad essere una donna onesta ma crede che sia solo questione di

tempo. Aspetta 20 anni prima di tornare a casa (come Ulisse nell’Odissea), con la

pretese che sua moglie sia pronta a riaccoglierlo.Il messaggio che Hawthorne vuol fare

passare è la negatività del pensare sempre male, dell’essere maligni.

Nel racconto The Minister’s Black Veil, un ministro decide di portare un velo nero sul

volto per aver commesso un peccato ma non dichiara di che peccato si tratti. Egli dice ‘Il

mio peccato è come una cicatrice sul volto e da oggi in poi porto un velo sul volto per far

capire a tutti quanto mi pento del mio peccato.’

Le persone si chiedono quale sia il peccato ma egli non lo rivela.

Siamo noi lettori che dobbiamo capire quale sia the only unpardonable sin : la mancanza

d’amore, l’egoismo, il rifiuto degli altri esseri umani.

Hawthorne si sposa con Sophia Peabody, appartenente ad una importante famiglia del

Massachusetts. Inizia poi a lavorare alla Custom House di Boston, periodo duro in cui

non scrive molto.

Successivamente, grazie alla nascita del socialismo, nacquero comunità equalitarie

autonome. L’America ne vede un pullulare con nomi utopici come ‘Liberty Farm’ o ‘Brook

Farm’, quest’ultima fu quella nella quale Hawthorne visse per un periodo.

Tuttavia, fu un’esperienza fallimentare. Hawthorne viene immediatamente deluso e per

denunciare tutte le llusioni subite scrive The Blithedale Romance.

In pratica, anche in comunità idealistiche si vengono a creare le stesse problematiche

della società.

La vita di Hawthorne alterna momenti felici e tristi.

Uno molto positivo fu dal 1842 al 45, periodo nel quale visse a Concord dove vivevano

anche due personalità molto importanti: Emerson e Thoreau.

In soli 3 anni, scrive moltissimo e pubblica 20 diversi lavori. Scrive racconti affascinanti

quali The Birth Mark, un racconto inquietante in cui un uomo sposa una donna con una

voglia sul volto, finchè tale marchio diventa un’ossessione e vuole che sparisca.

Un tentativo di far scomparire la voglia uccide la povera donna.

Scrive anche Rappacini’s Daughter.

Una ragazza, Beatrice, ha il padre scienziato che per proteggerla da tutto e tutti fa’ degli

esperimenti fin da quando lei è piccola e finisce per creare con un misto di veleni una

sostanza che la rende invulnerabile.

Così facendo la isola però dal mondo e la fa vivere reclusa in un giardino.

Un giovane la vede e se ne innamora, ma si accorge che quando animali come farfalle o

una lucertola si avvicinano a Beatrice, muiono.

Il ragazzo pensa di curarla e chiede aiuto ad uno scienziato nemico di Rappacini che

crea un antidoto che non la renda più ‘velenosa’.

Nel frattempo, Rappacini per lasciare che sua figlia viva l’amore col ragazzo, è disposto

a creare la stessa sostanza che ha lei anche per lui così da renderlo ugualmente

invulnerabile ma non l’uno per l’altro.

Nella scena finale il ragazzo da’ a Beatrice l’antidoto e lei muore.

Nel 1850 Hawthorne va a vivere in campagna, in una contea chiamata Berkshires. Qui

scrive ‘House of the seven gables (casa dei 7 abbaini)’ ed altri racconti e anche miti

greci inclusi nella raccolta Wonderbook.

In questi anni diventa molto amico di Melville che stava scrivendo Mobydick e che infatti

egli dedicherà all’amico Hawthorne.

Il periodo positivo continua in quanto H scrive la biografia dell’amico Pierce per le

elezioni.


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

11

PESO

24.75 KB

AUTORE

daphnem

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e letterature straniere
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher daphnem di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Lingua e letteratura anglo-americana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Mariani Andrea.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Lingua e letteratura anglo-americana

Hemingway e opere, Lingua e letteratura anglo-americana
Appunto
Appunti Completi del corso su Walt Whitman, vita e analisi delle poesie di Leaves of Grass, Letteratura anglo-americana II
Appunto
Riassunto esame Letteratura spagnola, prof. Arquez, libro consigliato L'età d'oro della letteratura spagnola 500 e 600 di Profeti
Appunto
Riassunto esame Letteratura inglese, prof. Ettorre, libro consigliato Storia della letteratura inglese, Sanders ( volume 1)
Appunto