Che materia stai cercando?

Grammatica latina - nominativo: sintassi dei casi

Ottima sintesi sulle principali strutture al nominativo nella sintassi latina. Ottimo spunto per chi deve sostenere l'esame propedeutico di Istituzioni di lingua Latina.
costrutti con il doppio nominativo; videor; si come soggetto indeterminato. per l'esame di Grammatica latina del professor Fernandelli.

Esame di Grammatica latina docente Prof. M. Fernandelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Sono verbi servili, i verbi di volontà:

Volo;

¬ Nolo;

¬ Malo;

¬ Studeo;

¬ Cupio.

¬

I verbi copulativi continuano ad avere il doppio infinito anche quando sono all’infinito, in

dipendenza da verbi servili, purchè il soggetto del servile e del verbo copulativo sia lo

stesso.

Sermo incipit obscurus fieri.

Il discorso comincia a divenire incomprensibile.

Verbo videor

Questo è un verbo molto particolare, perché può essere il passivo di video, ma può

anche essere costruito in altri modi, grazie ai quali assume il significato di sembrare,

sembrare opportuno/giusto, etc.

Andiamo ad analizzarne alcune costruzioni.

COSTRUZIONE PERSONALE

Partiamo da alcuni esempi italiani, che ci possono aiutare a comprendere questa struttura

piuttosto estranea alla lingua italiana.

Mi sembra che tu non studi.

Mi sembra che voi non temiate l’interrogazione.

Il verbo sembrare viene usato alla terza persona singolare.

In latino, invece, le cose si svolgono in maniera diversa. Le due proposizioni italiane si

legano tra loro e diventano così:

Tu mi sembri non studiare.

Voi mi sembrate non temere l’interrogazione.

  3  

Questa del latino prende il nome di COSTRUZIONE PERSONALE, perché ha tutte le

persone con il relativo soggetto. Essa si ottiene:

Dando come soggetto a videor quello della proposizione infinitiva;

¬ Accordando con questo, nella persona e nel numero, il verbo videor.

¬ Tu mihi vidēris non studēre.

Vos mihi videmîni non studere.

Se l’infinito che dipende da video ha il predicato nominale o il complemento predicativo,

questo va in nominativo, e allo stesso modo gli infiniti declinabili (futuro attivo, perfetto

passivo), che abbiano le terminazioni dell’accusativo, assumono quelle del nominativo.

Mihi videris esse beatus.

Mi sembra che tu sia felice.

COSTRUZIONE PARTICOLARE

In qualche caso, il verbo video mantiene la terza persona singolare, come in italiano e

nella proposizione infinitiva che si crea ha il suo soggetto.

Nella traduzione, l’espressione italiana rimane la stessa e si ha l’infinito più l’accusativo

come in una normale infinitiva.

I casi sono:

a. Quando è accompagnato da un aggettivo. Di solito si tratta di un

neutro: aequum; iustum; verisimile…videtur;

b. Quando ha il senso di SEMBRARE BENE/OPPORTUNO.

c. Quando si accompagna ai verbi impersonali piget, pudet, taedet,

miseret, paenitet.

d. Quando la proposizione che dipende da videor, all’infinito futuro con

un verbo mancante di supino, viene resa con FORE/ FUTURUM ESSE

UT e il congiuntivo.

Riportiamo degli esempi per ognuno di questi casi:

  4  


PAGINE

6

PESO

155.51 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Scienze dell’antichità: Archeologia, storia, letterature
SSD:
Università: Trieste - Units
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher jessicabortuzzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Grammatica latina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trieste - Units o del prof Fernandelli Marco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienze dell’antichità: archeologia, storia, letterature

Storia romana - Res Gestae Divi Augusti
Appunto
Tesi - De Ortographia di Alcuino da York
Tesi
Divina Commedia, Descrizione e riassunto
Appunto
Letteratura greca - Il Canto I dell'Odissea
Appunto