Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Giornalismo Francese tra Seicento e Settecento.

Il contesto in cui cominciò a svilupparsi il vero giornalismo in Francia era

caratterizzato dal fatto che da un lato il potere cercava in parte di comprendere le

esigenze della società, ma dall'altro era sempre orientato a reprimere qualsiasi tipo

di dissenso; in questo quadro si inserisce la corrente portata avanti dai

[b]philosophes[/b]. Inoltre, si affermò a partire dagli anni trenta dell'Ottocento, la

pubblicità commerciale, che svolge un ruolo fondamentale nel giornalismo, quello dei

"ricavi", accostando a questa una stampa di tipo popolare per agevolare le letture.

Un esempio di giornale strettamente collegato al potere costituito dell'epoca fu la

[b]Gazette de France[/b], uscita nel 1631e stampata da Renaudot. Essa si

presentava come settimanale, composto da quattro pagine, contenenti notizie di

vario genere, dalle battaglie, agli eventi dinastici, agli eventi commerciali e anche

notizie "interne" ma principalmente legate alla politica; era una sorta di "voce del

potere". Ebbe lunga vita in quanto nel contesto dell'epoca, la libertà di stampa era

bandita da parte degli ordini costituiti, e così non essendoci "concorrenti", potè

tranquillamente segnare un lungo arco di tempo. Altro giornale che si ritagliò uno

spazio fu il [b]Journal des Savants[/b], promosso da Jean Baptist Colbert, il quale

era intenzionato a portare avanti lo sviluppo economico della Francia; uscì nel 1661,

e si presentò come periodico culturale e settimanale, con argomenti che spaziano

dalla letteratura, all'artte e alla scienza; divenne un modello per i periodici culturale

del resto d'Europa. Incontrò un periodo d'arresto durante l'era napoleonica ma

riprese con le pubblicazioni anche durante l'Ottocento. Tra i vari provvedimenti volti

alla censura vi era inoltre un decreto nel 1764 che vietò la circolazione di fogli di

ambito finanziario, e tre anni dopo, quelli di carattere religioso, in quanto il regime

monarchico dell'epoca si sentiva minacciato. Ma la vera novità fu rappresentata

dall'Illuminismo e dai [b]philosophes[/b], i quali promossero la circolazione di nuove

idee, teorie scientifiche e laiche, scienze naturali, economia e politica. Opera più

rappresentativa di questa nuova ideologia che andava sempre più sviluppandosi fu

"[b] L' Encyclopedie"[/b], pubblicata nel 1751 da Diderot e D'Alembert; può sembrar

strano ma i philosophes non avevano idee positive nei confronti dei giornali e dei

giornalisti in quanto ritenevano che questo binomio, non era nient'altro che la fonte di

notizie false o forzate e di polemiche faziose. Ma pur essendoci questo divario, gli

illuministi si servirono della stampa per divulgare le loro idee sugli argomenti

sopracitati: è così che nel 1721 iniziò le sue pubblicazioni lo "[b]Spectateur

Francais[/b], palese riferimento allo "Spectateur" inglese; poi fu il turno del "[b]Pour

et Contre"[/b]. Data importante per la Francia è anche il 1777, in quanto segnò la

nascita dei primi quotidiani; tra questi possiamo citare:

-[b]"L'Affiche de Paris"[/b], si presentava con 16 pagine contenenti annunci

economici.

-[b]"Journal de Paris"[/b], si presentava con 4 pagine contenenti notizie che

spaziavano su più argomenti, tra i quali anche l'astrologia. Il direttore di questo

giornale, Pierre Antoine La Place, doveva però fare i conti con la rigidissima censura

presente all'epoca; ciò gli costò varie interruzioni temporanee.

Da non dimenticare inoltre i [b]"pamphlet"[/b], gli opuscoli polemici di piccole

dimensioni, le quali li rendevano più comodi per essere portati con sè ed essere

oggetto di dibattiti soprattutto in luoghi come taverne, club ecc; erano inoltre e meno

costosi, il che favorì la loro divulgazione. Anche in Francia pertanto, come in Gran

Bretagna, i giornali diventarono elementi essenziali della società, nella quale la


PAGINE

2

PESO

5.87 KB

AUTORE

J.lee

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e comunicazione
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher J.lee di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del giornalismo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Pisano Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del giornalismo

Il giornalismo francese prima e dopo la Rivoluzione.
Appunto
Il giornalismo Italiano tra Seicento e Settecento.
Appunto
Giornalismo Americano tra Seicento e Settecento.
Appunto