Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il giornalismo americano tra Seicento e Settecento.

Nel corso del Seicento, anno in cui comparve la prima rivista americana, le colonie che

abitavano l'America, erano una società molto limitata numericamente, ma si mostrarono subito

per la loro tendenza ad abbracciare nuove idee, intraprendenza e per la loro dinamicità. Essi si

sentivano prima di tutto cittadini inglesi, e in quanto tali, godevano di diritti come la libertà di

stampa e di espressione, le quali inizialmente si scontrarono con l'ìintransigenza ideologica e

teologica delle comunità. La stampa americana si sviluppò più tardi rispetto a quelle europee,

infatti la prima rivista, il "Publick Occurrences, Both Foreign and Domestic" è stata

pubblicata addirittura alla fine del Seicento, nel 1690 a Boston da Benjamin Harris, il cui

giornale uscì per solo un numero, causa la diffidenza delle autorità puritane del Massachusetts.

In questo periodo è proprio Boston la città più importante, nonché il principale centro della

stampa di informazione statunitense. Ed è proprio in questa città che comincia le sue

John Campbell, il "Boston

pubblicazioni una seconda rivista, pubblicata dall'autoritario

Newsletter" (1704), contenente per lo più notizie di ambito commerciale, partenze di navi,

sermoni religiosi ecc. La rivista non andava oltre le 300 copie, che però erano sufficienti per i

profitti di Campbell; essa durò per ben settant'anni. Ancora a Boston venne pubblicato, da

James Franklin il New England Courant, il quale conteneva argomenti per lo più di carattere

sociale, ma soprattutto, non si poneva problemi nel rivolgere alcune critiche all'ordine

costituito. E ciò naturalmente portò James Franklin ad un mese di prigione, mentre in direzione

venne sostituito dal fratello Benjamin, che mutò la rivista portandola ad un ampio successo. Nel

"Philadelphia Gazette" e ne

1729 lo stesso Benjamin si trasferì a Philadelphia, dove acquistò la

fece il primo settimanale su cui si dibatteva il tema dell'indipendenza; Benjamin voleva creare

giornali che potessero assicurare ai lettori affidabilità, piacevolezza e serietà. A partire dal XVIII

secolo il panorama editoriale statunitense si allargò, ma a causa dei diversi provvedimenti

attuati dalle autorità inglesi nei confronti dei coloni non aiutò di certo a una brillante fioritura

delle testate. Nel 1765 infatti gli inglesi imposero una tassa di bollo su ogni foglio stampato, e

ciò naturalmente portò alle accese proteste da parte dei coloni, i quali si unirono in un

movimento finalizzato all'ottenimento dell'indipendenza. Gli anni successivi furono segnati da

riviste sulle quali si dibattevano questioni politiche, leggi istituzionali e altro. Personaggio

importante di questo periodo fu senz'altro Thomas Paine, il quale nel 1776 rese nota la sua

completa rottura con la madrepatria, espondendo il suo pensiero nel Common Sense (in forma

di pamphlet), ritenuto allora il manifesto ideologico della Rivoluzione; ottenne un grandissimo

successo, toccando la straordinaria cifra di 100.000 copie in pochi mesi. La consapevolezza era

ormai stata raggiunta da tutti, e questo grazie alla stampa, ai fogli di informazione che

accompagnarono la popolazione durante le loro manifestazioni. La Rivoluzione scoppiò nel

1775-1776 e finì nel 1783 con il riconoscimento dell'indipendenza degli U.S.A- Due anni dopo,


PAGINE

2

PESO

6.93 KB

AUTORE

J.lee

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e comunicazione
SSD:
Università: Cagliari - Unica
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher J.lee di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del giornalismo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cagliari - Unica o del prof Pisano Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del giornalismo

Il giornalismo francese prima e dopo la Rivoluzione.
Appunto
Il giornalismo Italiano tra Seicento e Settecento.
Appunto
Giornalismo francese nel Seicento e Settecento
Appunto