Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DATE IMPORTANTI : Richilieu sale al trono nel 1624 e muore nel 42 e gli

segue Mazzarino.

La fronda tra il 1648 e il 1652.

Il Parlamento di Parigi vieta la rappresentazione dei Mistères nel 1548.

La generazione di Corneille si entusiasma per le Cid, la generazione

successiva lo trova un po più freddino perché sono cambiate le condizioni

storiche, non c’ è più posto nel regime assolutista per l’orgoglio dell’io

aristocratico, si deve obbedire al re e ricordare sempre che gli sei

infinitamente inferiore.

Ragione storica e più genericamente culturale legata alla concezione

giansenista , che è una concezione che riflette non più sulla grandezza

dell’uomo ma sulla sua bassezza , sulla sua miseria , sulla sua infinita

colpevolezza, sulla sua impossibilità di decidere alcunché, sulla sua

impossibilità di comprendersi.

XI massima: << Le passioni generano spesso altre passioni che sono il loro

contrario , l’avarizia produce a volte la prodigalità e la prodigalità l’avarizia,si

è spesso decisi per debolezza e audaci per timidezza>>. Sono tutte le virtù

eroico-cavalleresche che sono mirate alla base.

E c’è anche una teoria scientifica dell’epoca che si salda poi a queste

concezioni :” ci sono degli umori che si muovono nel corpo umano e a

seconda del modo in cui questi umori, queste strane particelle si muovono, si

spostano nel corpo determinano l’azione”

Ma anche in questa concezione scientifica si è preda degli umori, l’uomo e

passivo.

RACINE

Quando Racine incomincia a scrivere per il teatro e produce le prime sue

opere ad esempio la Tebaide sono all’interno del sistema della tragedia

eroica, quindi la gamma dei sentimenti va dall’eroico al tenero, si tratta di un

sentimento malinconico, della tenerezza. Quindi le sue opere mostrano da

una parte l’eroismo, azione alta ed eroico e la tenerezza. Le cose cominciano

a cambiare con la tragedia Andromaque del 1667.

La Bruyère , un altro moralista come La Rochefoucault, dice: Corneille

rappresenta gli uomini come dovrebbero essere , Racine li rappresenta come

sono.

Racine con Andromaque mette in scena un nuovo tipo di psicologia legata

all’istinto, una psicologia che non ha nulla più di eroico e dove la

rappresentazione dell’amore diventa molto più inquietante( in fondo la

concezione dell’amore sublimato, cavalleresco e cortese è molto

rassicurante). è inquietante perché è un amore omicida, è un amore che può

essere violento . è un amore che trasforma chi lo prova in una vittima, è un

amore colpevole e subisco questo amore colpevole come una vergogna, ma

questo stato di passività può trasformarsi in aggressività. Racine ci spiega

che l’amore e l’odio possono avere la stessa radice e l’amore è un desiderio

di possesso e nel momento in cui questo possesso mi è negato chi prova

questo sentimento reagisce con la violenza per difendersi.

PHEDRE

Phèdre è moglie in seconde nozze di Teseo, re di Creta. Teseo ha un figlio

dalla prima moglie, Hippolyte. Phèdre si innamora di Hippolyte .

Giuridicamente questo era un incesto, perché lei è la moglie del padre di

Hippolyte, lo è giuridicamente perché è un incesto anche nella moralità

dell’epoca.

Nel 1678 Racine smetterà di scrivere del teatro, diventerà storiografo del re ,

ci lascerà solamente due altre tragedie di soggetto cristiano, rappresentate

all’interno di conventi. Essere storiografi del re era un riconoscimento

elevatissimo e continuare a scrivere per il teatro era incompatibile con la

caricava che rivestiva. Anche se grazie a Richelieu il teatro ha raggiunto un

grande riconoscimento sociale,c’erano sempre altre cose molto più

prestigiose che scrivere del teatro ed era soggetto alle critiche della Chiesa.

Altra tragedia BRITANNICUS:

Il protagonista è Nerone , vanitoso , cattivissimo, perverso. Nerone deve per

ottenere con certezza l’investitura imperiale eliminare il suo fratellastro

Britannicus. Britannicus è innamorato e ricambiato da Giunie , una ragazza

che ha tutte le virtù, è generosa, è vittima perché è imprigionata da Nerone.

Il sentimento che Nerone prova nei confronti di Giunie, è un sentimento

perverso, il suo sogno amoroso, è un sogno di persecuzione, l’attrazione

erotica che Nerone prova nei confronti di Giunie è alimentata dal desiderio di

farla del male; quindi è una rappresentazione di un amore sadico.

(Racine utilizza pochi vocaboli , utilizza l’estetica classica che riduce, che

lima, che tende all’essenziale e crea dei versi che sono immortali. )

Nerone ha fatto rapire durante la notte la piccola Giunie e quindi l’ha vista

passare trasportare in lacrime, mezza vestita dai soldati e quelle lacrime lo

riempiono di desiderio.

Altra opera IPHIGENIE:

Iphigénie è una ragazza orfana cresciuta a Lesbo, si è vista piombare Achille

che ha ucciso tutta la sua famiglia adottiva e distrutto la città nella quale

aveva trovato rifugio e poi Achille la porta via come prigioniera. Nel momento

in cui si volta in preda al terrore per guardare il viso di questo nemico odioso

che le ha massacrato la famiglia, invece di esser riempita di orrore se n è

innamora. Iphigénie è una donna innamorata di chi le fa del male- amore

masochista

Nel teatro di Racine capita anche che i personaggi che sono sconvolti da

questo amore si trovino sempre nell’impossibilità di realizzare questo amore,

ecco perché si tramuta anche in aggressività. Le donne e gli uomini che sono

abitati da questa passione sono sempre ontologicamente separate

dall’oggetto d’amore( Nerone la può rapire Giunie, ma Giunie non si

innamorerà mai di Nerone perché Nerone è un uomo perverso , lei invece è

uno specchio di virtù; Phedre non potrà mai essere amata da Hippolyte e nel

momento in cui ha la certezza di questo è un momento di svolta, è un

momento in cui inizia a divenire persecutrice) .

ONTOLOGICO: legato all’essere , all’essenza proprio del soggetto

Questa rappresentazione è il totale rovesciamento della concezione cortese-

cavalleresca dell’amore.

Il processo di regolamentazione del teatro : si impongono a teatro la

vraisemblance le bienséances e le unità aristoteliche(tempo, luogo e azione).

Quando viene scritto il Cid questo processo di regolamentazione del teatro è

in atto. Le Cid è un’opera che infatti verrà aspramente discussa( è contro les


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

7

PESO

20.55 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Lingue e letterature straniere
SSD:
Università: Salerno - Unisa
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher 2016.vale2016 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letteratura francese e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salerno - Unisa o del prof Silvestri Agnese.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letteratura francese

Generi teatrali del 600 e Molière
Appunto
Il teatro fine 600 e 700 e dramma borghese di Diderot
Appunto
800: Rivoluzione del dramma romantico
Appunto
800: Rivoluzione del dramma romantico
Appunto