Che materia stai cercando?

Geografia economica - Appunti

Appunti di Geografia economica per l’esame del professor Mozzoni. Gli argomenti trattati sono i seguenti: il mutamento nei confronti dell’economia convenzionale con l’introduzione di 3 variabili, la Regione (gerarchia territoriale), l'evoluzione del sistema capitalistico globale.

Esame di Geografia economica docente Prof. I. Mozzoni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

* PRENDE IN PRESTITO DENARO

In questo modo Keynes dice:

+ OCCUPAZIONE

+ SOLDI

+ DOMANDA

+ TASSE, quindi si risana il debito

Non c’è una proporzione esatta però, non completamente si ripiana il debito

QUESTA TEORIA AL TEMPO FUNZIONO’ BENISSIMO

Con il New Deal, Roosvelt, mise in atto riforme a metà anni ’30 per cercare di fare uscire gli Stati Uniti dalla crisi (FUNZIONO’ BENISSIMO)

LA GRANDE DEPRESSIONE: propagazione della crisi a livello INTERNAZIONALE

USA GERMANIA (perde la guerra) INGHILTERRA

 

ITALIA – FRANCIA

(vincono la guerra insieme all’Inghilterra)

Dopo la prima guerra mondiale, alla Germania vengono appioppati tutti i debiti della guerra

INGHILTERRA

GERMANIA FRANCIA DOVEVANO RIDARE 2 MILIARDI DI DOLLARI AGLI USA

ITALIA

La Germania entra in un periodo di INFLAZIONE (perdita del potere di acquisto della moneta)

Le imprese Americane fornivano denaro a Inghilterra – Francia e Italia, così l’USA presta denaro alle imprese Tedesche

Fino al 1929 tutto funzionava benissimo, nel ’29 con le banche che falliscono, tutto viene stoppato. I Tedeschi in questo modo non riescono a pagare

il debito e così ad effetto domino entra in crisi TUTTA L’EUROPA.

La Germania (grazie anche alle idee di Hitler) diventa in 3 anni l’economia più potente d’Europa avendo già una industria forte (ACCIAO,

CARBONE sul territorio)

Mentre tutta l’Europa era in crisi, la Germania ne esce a testa alta

CONSEGUENZE SECONDA GUERRA MONDIALE

Nel 1939 le differenze economiche tra USA ed EUROPA NORD OCCIDENTALE, compresa l’ITALIA e la SVIZZERA, erano annullate:

Politiche Protezionistiche da parte di molti paesi creazione degli accordi bilaterali: NUOVI GRUPPI ECONOMICI

GRUPPO DI OSLO

 GRUPPO DI ROMA

 EX COLONIE ANGLOSASSONI

 USA AMERICA LATINA

La Keynesiana in quel periodo funzionava benissimo.

MUSSOLINI sale al potere (Marcia su Roma 1922), applica interventi durissimi per risanare l’economia Italiana

Con Mussolini, l’ISTRUZIONE diventa un BENE MERITORIO bene economico cioè un SERVIZIO

TRA I BENI PUBBLICI: GIUSTIZIA

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

BENE MERITORIO (di per se non hanno le caratteristiche dei beni pubblici)

Mussolini si ritrova nel ’22 con persone analfabete (80%), poteva esserci SVILUPPO ECONOMICO se la gente non sapeva leggere e scrivere?

NO, perché lo sviluppo era legato alla TECNOLOGIA, CONOSCENZA.

Il vero potere passa per l’economia, le grandi università stavano in FRANCIA – SVIZZERA – INGHILTERRA e STATI UNITI.

STALIN (Russia) – HITLER (Germania) – MUSSOLINI (Italia) operano sull’ISTRUZIONE rendendolo OBBLIGATORIO trasformandolo in

BENE MERITORIO (bene che lo STATO fornisce indipendentemente dalla volontà dei cittadini = Obbligo di legge)

Perché per lo STATO quei beni sono talmente importanti che i cittadini sono obbligati a consumarli, perché il non portare a scuola i bambini era

VIOLAZIONE DELLA LIBERTA’ INDIVIDUALE.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 6 di 25

L’obiettivo di Mussolini era SFAMARE LA POPOLAZIONE e L’ISTRUZIONE PER I CITTADINI

In Russia ci fu una rivoluzione e lo ZAR viene mandato a casa, prende il potere LENIN (1917) è lui che imposta l’economia.

LENIN è a capo del PARTITO COMUNISTA e inizia la rivoluzione del PARTITO SOCIALISTA:

ABOLIZIONE PROPRIETA’ PRIVATA

 STATALIZZAZIONE DI TUTTO IL SISTEMA ECONOMICO

 PIENO POTERE DEL PARTITO

LENIN si rende conto che la popolazione non è pronta a tutto ciò e ABOLISCE LE PRIME DUE, ABOLISCE inoltre le classi sociali: tutti erano

pari.

Si formano i SOVIET li utilizzano per controllare il territorio (classi contadine)

Nel 1922 nasce l’UNIONE SOVIETICA, nel ’24 Lenin malato muore e prende il potere STALIN (partito di una sola persona, lui stesso)

Secondo STALIN:

1. NESSUNO PIU’ POSSIEDE NULLA

2. PORTA VIA LA CASA A TUTTI E DIVENTA BENE DELLO STATO

STALIN crea i GULAG (campi di concentramento Russi), campi di lavoro dove ci vanno coloro che non lo vogliono (estrazione carbone e acciaio)

STALIN voleva riuscire a sviluppare l’industria, manda ragazzi in Stati Uniti per studiare e appena tornati, li usa come professori e crea così grandi

università (INGEGNERIA) infatti i grandi PROGRAMMI SPAZIALI avvenivano in RUSSIA e AMERICA. I ragazzi migliori studiavano gratis,

passavano da agricoltori a ingegneri.

Stalin, Mussolini e Hitler agivano con forza ma avevano il consenso del popolo perché senza, non potevano restare al potere.

SECONDA GUERRA MONDIALE

GERMANIA FRANCIA

GIAPPONE GRAN BRETAGNA Entrarono dopo: RUSSIA (nel ’41 la Germania li attacca)

STATI UNITI (attaccati dal Giappone, Pearl Harbor

USA URSS GRAN BRETAGNA

(Roosvelt) (Stalin) (Churchill)

Stalin e Roosvelt erano alleati, mentre Churchill: critica della politica Stalinista.

L’asse USA – RUSSIA si separa nel 1943 con la GUERRA FREDDA.

Quando la guerra finisce l’ITALIA è ben guardata da tutti perché non si sa bene da che parte sta. Inoltre alla fine della guerra, l’EUROPA è divisa in

due.

Verso est c’è la parte d’EUROPA sotto l’Unione Sovietica; verso ovest invece, l’Europa sotto l’influenza Statunitense, da qui inizia un periodo di

GUERRA FREDDA.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 7 di 25

Nel 1944 le strategie sono già definite, NASCONO (nella conferenza di Bretton Woods) le prime ORGANIZZAZIONI

SOVRANNAZIONALI che determinano gli aiuti economici a livello globale, che tutt’ora sono attive:

1. FMI (Fondo Monetario Internazionale) Presidente Christine Lagarde

2. BANCA MONDIALE (aiuti a Paesi di sviluppo)

3. ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE PER IL COMMERCIO (oggi World Trade Organization)

Il più attivo è il FMI. Perché in una conferenza Internazionale?

La promuove l’USA e partecipano tutti i grandi del mondo tranne la Germania e i suoi alleati

Roosvelt voleva definire l’area Statunitense, con BRETTON WOODS, si inizia a parlare di GLOBALIZZAZIONE DELL’ECONOMIA:

PER EVITARE CRISI COME QUELLA DEL 1929 (FMI)

 PROTEZIONISMO (dazi doganali) che aveva caratterizzato l’Europa e l’America; aveva aggravato la crisi in EUROPA anni ’20 e in USA

 anni ‘30 (WTO)

LA DISTRUZIOINE DELLA SECONDA GUERRA NON SI ERA MAI VISTA NEL MONDO, TROPPI DANNI (BANCA

 MONDIALE) 1_ FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (FMI)

Gli obiettivi:

FMI soccorrere le economie in difficoltà, è finanziato dai Paesi di tutto il mondo (Cina, India…). Sia con prestiti sia con finanziamento a fondo

perduto, interviene a sostegno di Paesi in difficoltà: presta denaro allo Stato.

Nasce per creare appoggio ai Paesi tramite la Keynesiana, opera fino agli inizi anni ’80, poi qualcosa cambia

REGAN sale al governo degli Stati Uniti, lui è un attore, non sa nulla di economia. Negli anni ’80 si fa affiancare da economisti Neo- Liberisti tra

cui Margaret Catcher che cerca di portare l’economia Neo-Liberista a capo degli Stati Uniti.

Viene cambiato il BOARD del Fondo Monetario Internazionale

Il Neo-Liberismo voleva:

1. Liberalizzazione del mondo (via i dazi doganali, che teoricamente è cosa buona se le due economie sono sullo stesso piano, altrimenti le

conseguenze possono essere:

- POLARIZZAZIONE: chi è ricco lo diventa ancora di più e viceversa

- ANNIENTAMENTO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA GNANESE: non è in grado di competere con

l’economia più forte (Stati Uniti)

2. Privatizzazione delle imprese pubbliche che con la teoria Keynesiana, servivano per dare occupazione ai cittadini.

Es: l’ALITALIA era dello Stato ora è in mano ai privati lo Stato può essere IMPRENDITORE

È cosa buona dare posti di lavoro quando c’è crisi, è buona cosa se nel territorio ci sono privati capaci di fare determinate cose

Un esempio: La Costa d’Avorio ha delle ottime università, la FMI privatizza la telefonia.

- Se c’è competizione il prezzo diminuisce.

In Costa d’Avorio cosa successe??

Non c’era nessuno che riusciva ad acquistare la telefonia (per l’università le bollette erano troppo alte) arrivò un Francese che poteva

permetterselo, per questo tutte le università del Ghana venivano private da Internet perché al Francese non importava nulla del Paese

Ghana visto che non era suo.

-Non deve essere passato da monopolio a monopolio (Un solo soggetto che fa quel bene quindi decido io il prezzo)

-Serve Know-How per gestirlo

3. Austerità di bilancio serve per individuare una specifica Politica di Bilancio Pubblico che ha come obiettivo:

- RIDUZIONE DEL DEBITO

PER RIDURRE IL DEBITO IN BREVE TEMPO:

Non essere in DEFICIT, quindi essere in AVANZO (ENTRATE più alte delle USCITE)

 Vendere il PATRIMONIO DELLO STATO (se uno STATO ha molte risorse minerarie le vende ad altri; Sierra Leone con i diamanti)

 SE LE ENTRATE SUPERANO LE USCITE , POSSO USARE L’AVANZO PER RIDURRE IL DEBITO.

Gli Stati possono indebitarsi in tanti modi:

• Con le banche

• Con la cittadinanza (uno Stato va dai cittadini e vuole soldi con un tasso di interesse del 2%, i cittadini versano soldi e lo Stato manda la

cedolina con il 2% in seguito) con i BOT (buoni ordinari del tesoro)

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 8 di 25

• Con istituzioni Internazionali

Perché uno Stato si deve indebitare??

Azzerare DEFICIT oppure ALZO LE ENTRATE e riduco I SERVIZI, LE SCUOLE

QUANDO SI LAVORA SULLE USCITE, L’EFFETTO SULLE ENTRATE C’E’ SEMPRE

IL BILANCIO DELLO STATO:

ENTRATE USCITE

IMPOSTE e TASSE PAGAMENTO SISTEMA POLITICO

TARIFFE (Ticket) BENI PUBBLICI PURI (Giustizia)

SERVIZI (sanità, pensione, istruzione…)

INFRASTRUTTURE (strade, porti, aeroporti…) ↑ ricchezza

Deve esserci uguaglianza tra le due cose.

Solo per le INFRASTRUTTURE, lo Stato chiede un debito ai cittadini che restituisce poi con tasse e imposte.

L’aumento della ricchezza generata dal porto/aeroporto; allo Stato fornisce il debito da restituire al popolo.

Ma quando l’economia funziona male, il CIRCOLO VIRTUOSO rischia di fallire.

Ma provando a togliere le INFRASTRUTTURE, questa uguaglianza non ci sarà e che le ENTRATE saranno inferiori alle USCITE (DEFICIT

PRIMARIO)

Si calcola sull’anno ed è la differenza tra entrate ed uscite, e le entrate sono INFERIORI.

Quando invece le ENTRATE sono maggiori delle USCITE si dice che sono in AVANZO primario (NO INTERESSI, NO INFRASTRUTTURE)

Lo Stato manovra sulle tasse, imposte e tariffe; chiedere DEBITO (cattivo) riduzione delle spese o più tasse

DEBITO BUONO (con ricchezza)

L’Italia oggi è in DEFICIT SECONDARIO

Il FMI dice che il DEBITO è alto, quindi bisogna ridurre i posti di lavoro (quello che è successo in Grecia) quindi le USCITE, indipendentemente

dal COSTO SOCIALE che ciò comporta.

Io sono in DEFICIT (sull’anno), quando in un determinato periodo le ENTRATE sono inferiori delle USCITE (disuguaglianza)

Sono in DEFICIT quando spendo più di quello che entra.

Es: GUADAGNO €1000 e ne spendo €1200

€200 = DEFICIT

 Per poterlo pagare prendo un PRESTITO, che si chiama DEBITO .

Il DEBITO è: la quantità di denaro che uno STATO COMPLESSIVAMENTE DEVE RESTITUIRE AI PROPRI CREDITORI.

DEFICIT e DEBITO sono funzionali tra loro perché se non ho DEFICIT non avrò neanche DEBITO.

Se il DEBITO è più alto delle ENTRATE, è pericoloso, perché una quota delle ENTRATE deve essere investita per pagare il DEBITO.

2_ LA BANCA MONDIALE

Aveva il compito di risanare i Paesi coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale. La Banca Mondiale è un organismo Sovrannazionale.

OBIETTIVO: inizialmente per risanare le economie dei Paesi coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale, dagli anni ’60 pone l’attenzione verso i

Paesi in via di sviluppo = Finanziamento di progetti definiti

3_ WORLD TRADE ORGANIZATION (WTO)

Nasce ne ’44, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE PER IL COMMERCIO

OBIETTIVO: Rimuovere le politiche Protezionistiche, cerca di evitare le barriere doganali del commercio.

Nel 1948 diventa GATT (General Agreement on Tariffs and Trade)

 Nel 1995 WTO (World Trade Organization) organismo regolare del commercio globale

Potere SANZIONATORIO

Vi partecipano tutti i Paesi del mondo compresa la Cina (da 5 anni). Chi vi partecipa, deve attenersi alle regole che escono dalle riunioni

(ROUND)

Si vota a maggioranza ponderata dal numero dei cittadini (< popolazione)

 dal PIL (<PIL)

USA – EUROPA – CINA Paesi più forti

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 9 di 25

Una volta che la decisione viene presa, diventa LEGGE, chi non la rispetta, viene SANZIONATO (occhio per occhio, dente per dente)

Es: AMERICA ed EUROPA IMPORT – EXPORT di carne (No dogana)

L’America trattava ormoni sulle carni, l’Europa bloccò le esportazioni. L’Usa fa ricorso alla WTO che mise i dazi doganali (dall’Europa agli Stati

Uniti)

L’Europa vinse il potere sanzionatorio.

I Paesi in via di sviluppo trasportano pochissime cose, le più necessarie; quindi non possono limitare i dazi doganali perché c’è il potere

sanzionatorio.

TEORIA DEI VANTAGGI COMPARATI

Ogni Paese ha vantaggio a specializzarsi su quei prodotti che ha maggiore VANTAGGIO COMPARATO.

AGRICOLTORE ALLEVATORE

60 min CARNE 20 min CARNE

15 min PATATE 10 min PATATE

Giornata lavorativa 8 ORE, bisogna scegliere cosa produrre:

8 kg CARNE 24 kg CARNE

32 kg PATATE 48 kg PATATE

↓ ↓

50% 50%

4 kg CARNE 12 kg CARNE

16 kg PATATE 24 kg PATATE

Tra loro scambiano le MERCI guadagnano come?

L’Agricoltore si specializza nelle patate: AGRICOLTORE

- 32 kg PATATE

= 15 kg PATATE (li da all’Allevatore)

17 kg PATATE da consumare

L’Allevatore in cambio da all’Agricoltore 5 kg di CARNE AGRICOLTORE

17 kg PATATE

5 kg CARNE

A questo punto l’Allevatore dice:

Lavoro 6 ore al giorno solo la CARNE ALLEVATORE

 - 18 kg CARNE (ne cede 5 all’Agricoltore)

= 5 kg CARNE

13 kg CARNE

Le altre 2 ore le usa per le PATATE +12 kg PATATE

 15 kg PATATE

27 kg PATATE

IN QUESTO MODO CI GUADAGNANO TUTTI

Si usa la TRANSAZIONE ovvero vendere qualcosa in cambio di altro

Ma è IMPOSSIBILE avere la stessa funzione di PRODUZIONE di un altro Paese

Si dice che uno ha un VANTAGGIO ASSOLUTO nella produzione di un bene quando rispetto ad un altro utilizza meno fattori produttivi per

arrivare a produrre una unità di bene

VANTAGGIO COMPARATO, COSTO – OPPORTUNITA’ (di un bene si identifica con ciò a cui si deve rinunciare per ottenere una unità di quel

bene lì)

Nel caso dell’esempio: il COSTO – OPPORTUNITA’ è la rinuncia di produrre CARNE.

Un esempio per il COSTO – OPPORTUNITA’:

- Alonso per tagliare il suo prato ci impiega 2 ore (essendo lui un grande pilota, è molto abile ad usare la macchina tagliaerba).

- Mary invece, una semplice ragazza, ci può impiegare 4 ore (non essendo abile con le macchine)

Ad Alonso conviene però fare questo scambio (prendere Mary per tagliare il prato) perché lui al posto di tagliarsi il suo prato potrebbe girare uno

Spot televisivo e quindi rinuncerebbe a €10 000, invece di prendere la ragazza che le darà un 50 euro in più.

Mary fa la baysitter e guadagna di solito €40, quindi a lei conviene tagliarsi il prato di Alonso perché va a guadagnare 10 euro in più.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 10 di 25

40 10 000

Range all’interno del quale

c’è convenienza per ENTRAMBI

nel fare lo SCAMBIO.

I VANTAGGI COMPARATI, arricchiscono, convengono.

COSTO OPPORTUNITA’

Allevatore: 1 kg PATATE = ½ kg CARNE (per fare 1 kg di PATATE rinuncio a ½ di CARNE)

1 kg CARNE = 2 kg PATATE vantaggio comparato rispetto all’AGRICOLTORE

Agricoltore: 1 kg PATATE = ¼ kg CARNE vantaggio comparato rispetto all’ALLEVATORE

1 kg CARNE = 4 kg PATATE (rinuncio a 1 kg di CARNE)

IL VANTAGGIO COMPARATO definisce il rapporto tra il COSTO – OPPORTUNITA’ di due beni. Col vantaggio comparato chi ha il maggiore?

il prodotto che deve rinunciare alla minore quantità di un bene, per ottenere l’altro

Il vantaggio comparato rispetto all’Agricoltore: LE PATATE

Quando due sistemi si specializzano nella produzione e nello scambio del bene sul quale hanno VANTAGGIO COMPARATO allora l’Economia

cresce.

Il Range per il quale entrambi ci guadagnano è: 2kg 4kg PATATE

Di solito non si segue il Range perché c’è:

IMPERFEZIONE NEL MERCATO (fallimento)

 PERCHE’ SI BARA (avere regole disomogenee)

Quindi (tra Paesi) bisogna avere più o meno LO STESSO LIVELLO DI ECONOMIA, altrimenti il mercato non funziona.

PIL(Prodotto Interno Lordo): Valore di mercato (prezzo di vendita) di tutti i beni e i servizi finali, prodotti in un dato Paese in

un dato periodo di tempo.

Il Pil definisce il grado di sviluppo, grado di ricchezza. tutto ciò che viene prodotto in Italia anche da NON RESIDENTI.

Tenore di vita di coloro che ci abitano (ricchi e poveri)

Qualità della vita (mortalità infantile e sanità)

Es: quando compriamo la farina, è un bene che entra nel calcolo del PIL Italiano. Ma quando viene acquistata dal fornaio, quello non entra nel

calcolo PIL perché diventa prodotto intermedio: (nel calcolo ci entra il PANE).

NO CALCOLO PIL

Il PIL riguarda un territorio, indipendentemente dalla residenza

Es: Impresa Americana che produce in Italia, quei beni entrano nel PIL dell’Italia.

Il PIL è un INDICATORE GEOGRAFICO (va bene per Paesi con livello di sviluppo abbastanza omogeneo).

Es: in Medio- Oriente il PIL non è basso perché c’è l’estrazione di petrolio che alza il PIL, ma la gente lì non vive bene. Lì ci sono persone

ricchissime e povere (tasso di sviluppo basso nonostante valore PIL alto)

IL PIL PRO- CAPITE è il PIL complessivo del Paese diviso per il numero della popolazione (quanta ricchezza ogni cittadino produce in un arco di

tempo)

Il PIL è una grandezza gigantesca e può essere vario.

Nel Pil annuale calcolo i trimestri: 1000 900

| | | | 1 anno

Trimestre

C’è stato un decremento del -10% (questo si chiama VARIAZIONE)

La Polonia non è più ricca dell’Italia; per capire chi dei due Paesi sta meglio devo avere il Pil valore assoluto = PIL PRO- CAPITE

Infatti, anche se la nostra crescita è inferiore a quella della CINA, viviamo meglio noi rispetto ai Cinesi.

PNL (Prodotto Nazionale Lordo): E’ uguale al PIL ma adesso, prodotto da Residenti.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 11 di 25

Es: la Barilla in America: cresce il PNL dell’Italia perché la Barilla è Italiana.

I Paesi con grossa differenza PIL e PNL (c’è un forte tasso di emigrazione) PIL inferiore al PNL

RIMESSE: è il reddito prodotto da un emigrante che porta al Paese d’origine. 2_MODULO

UNIONE EUROPEA

Le due Guerre Mondiali facevano capire che qualcosa non andava. Alla fine della Seconda Guerra infatti si formarono 3 correnti: GRAND

THEORY. (Domanda esame)

1. I FEDERALISTI

Altiero Spinelli era l’esponente. Uno Stato Federale (STATI UNITI, SVIZZERA e GERMANIA)

Uno Stato federale prevede un governo centrale che definisce delle regole che valgono per gli Stati Livello di Autonomia molto forte

Regioni FISCALE E FINANZIARIA

Municipi

Es: la Florida e la California hanno leggi diverse. Hanno invece la stessa GIUSTIZIA

I Federalisti volevano ciò per l’Europa. Accanto a loro vi erano gli UNIONISTI.

2. GLI UNIONISTI

Volevano ACCORDI INTERGOVERNATIVI, cioè un metodo per trovare accordi su singole questioni (firmano solo coloro interessati)

Se uno degli Stati non li rispetta, non accade nulla, non applicano sanzioni. ( ha valore però se tutti gli aderenti rispettano gli accordi)

3. I FUNZIONALISTI

Sostenuto da un Elite Francese che non trovava riscontro né negli UNIONISTI né nei FEDERALISTI. Monnet era il loro esponente

I Funzionalisti proponevano di spostare la sovranità dal livello NAZIONALE a quello SOVRANNAZIONALE per settori. Dicevano di

non spostare tutto a livello superiore ma solo per SETTORI; il primo settore che venne spostato fu quello dell’Economia.

Nel 1948 c’è la prima CONFERENZA EUROPEA ed è proprio qui che nascono le prime correnti di pensiero che sostengono l’integrazione Europea.

Sono dal più forte al meno forte, vincerà quella di mezzo

Piano Marshall meccanismo di aiuti per l’Economia Europea. Diventa operativo nel 1948, e proprio in questo anno arrivano finanziamenti per la

ripresa dell’Economia Europea.

Dopo il ’48 inizia la Guerra Fredda (conflitto di tipo diplomatico tra URSS e USA) In effetti i conflitti ci sono nei Paesi piccoli. FU UN

GRANDISSIMO SUCCESSO

Gli aiuti Internazionali servirono perché l’Europa decise di creare un organismo unico che serviva per coordinare gli aiuti (ORGANIZZAZIONE

EUROPEA DI COOPERAZIONE ECONOMICA)

Richiesta di aumento di ACCIAIO e CARBONE (problema di Stalin e della Germania)

Vi era un attrito tra GERMANIA/FRANCIA, la Germania voleva tornare sulla scena Europea

Nel 1949/50 Monnet trova un modo per gestire questa situazione: FECE UNA PROPOSTA.

Creare una autorità SOVRANNAZIONALE CECA (Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio) che gestisce autonomamente la produzione di

carbone e acciaio, indipendente, sovrano e funzionale alle decisioni in merito a produzione e prezzi di acciaio

Aprì agli Stati Europei la possibilità di aderire, il primo fondatore d’Europa fu la FRANCIA (che aveva maggiore vantaggio competitivo nei

confronti degli altri Stati).

Aderirono subito anche GERMANIA e ITALIA, accettano anche i paesi del BENELUX (Lussemburgo, Belgio e Olanda)

Quindi 6 Paesi: ITALIA – GERMANIA – FRANCIA – BELGIO – LUSSEMBURGO – OLANDA

Sei Paesi che decidono di mettere in comune la produzione di acciaio.

La CECA funzionava in modo indipendente dagli altri Stati, decideva un prezzo univoco di acciaio per i 6 Paesi, molto più basso rispetto alla

produzione che c’era fuori. (ebbe successo anche se non molto)

Mettono le basi per un MERCATO UNICO (CEE) – UNIFICAZIONE ECONOMICA

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 12 di 25

A partire dal 1951 la CECA è operativa e funzionale, diventa un punto di riferimento per l’Europa.

Avevano l’idea di un ESERCITO COMUNE (lo voleva anche l’USA)

significa

POLITICA ESTERA COMUNE

Quindi i 6 Paesi istituirono il CED: Comunità Europea di Difesa (ma ebbe scarso successo)

L’Esercito ha una funzione diplomatica (MISSIONI DI PACE) non operativa. Oggi in Europa non abbiamo un ESERCITO UNICO (non c’è una

POLITICA ESTERA COMUNE).

I modelli della Governance della CECA sono: (domanda)

• Trattato di Roma

• Trattato di Mastricht

• Trattato di Lisbona

Com’era costituita la CECA? (Non c’è quasi mai all’esame questa domanda)

1. ALTA AUTORITA’ organo di Governo della CECA Organo Tecnico

2. PARLAMENTO Organo Consecutivo

3. CONSIGLIO Organo Politico

4. LA CORTE DI GIUSTIZIA

La CECA indipendentemente dagli Stati, è autonoma nel prendere le decisioni.

I partecipanti a questi ORGANI sono nominati dagli Stati e sono TECNICI non POLITICI

Era come organo di consultazione NON VINCOLANTE

Il CONSIGLIO è formato dai rappresentanti dei poteri = ORGANO POLITICO. Ha la funzione di approvare le decisioni dell’alta autorità

La CORTE DI GIUSTIZIA: è il Tribunale della CECA (tutte le questioni sul diritto e le controversie venivano gestite in CORTE DI GIUSTIZIA)

La Francia si vede leader nel MERCATO UNICO

Nel 1957 viene firmato il TRATTATO DI ROMA (come DEVE funzionare la CEE e gli OBIETTIVI). (domanda)

Nel 1958 diventa operativa la CEE (Comunità Europea Economica), ricalca un po’ la CECA.

INTEGRAZIONE ECONOMICA (di Balassa)

Integrazione di un solo prodotto

L’EUROPA abbraccia a pieno titolo il FUNZIONALISMO.

Col Trattato di Balassa inizia una vera UNIONE DOGANALE (si definisce entro quanto deve avvenire e come…)

Nel TRATTATO di BALASSA realmente c’è:

1. ZONA LIBERO SCAMBIO (è il primo punto che tocca il trattato)

2. FORMAZIONE DI UNA UNIONE DOGANALE (Dazio comune nei confronti degli Stati Esterni) il termine per arrivare

all’UNIONE DOGANALE è 1968 (si arriva a ciò tramite studi, non tutto d’un tratto)

3. FORMARE UN MERCATO INTERNO DELLE MERCI (libera circolazione delle merci tra i 6 Stati aderenti) Abolire tutte le

barriere

Es: il Gorgonzola (non poteva essere venduto in Germania, ora sì)

In Bulgaria, Romania e Ucraina pur essendo Paesi Europei, i loro prodotti vengono controllati più degli altri perché ritenuti meno

sicuri)

4. MERCATO COMUNE è una zona di libero scambio nel quale la libertà è ampliata alle PERSONE – SERVIZI (es. Avvocato Italiano

non può fare servizio in Francia) – SOLDI oggi è possibile ma ha dei costi. Es: il bonifico internazionale costa tanto farlo all’estero,

sulla stessa banca IT/FR costa €15 quando dovrebbe essere gratuito.

5. MONETA UNICA pagare con una sola moneta, alcuni paesi hanno scelto di essere fuori (OPTOUT Inghilterra)

6. UNIONE ECONOMICA (fondamentale) verso la quale si sta andando.

Tutti gli aspetti MACROECONOMICI dei Paesi che vi fanno parte sono armonizzati.

Es: Ferrero che ha la sua base in Lussemburgo, questo perché la costa meno (meno tasse). In questo modo aumenta il PIL del

Lussemburgo.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 13 di 25

Questo quindi era un modo per armonizzare il Sistema Fiscale

I primi 2 punti sono approvati ma gli altri punti sono solo enunciati.

Il TRATTATO DI ROMA: (domanda)

1. ZONA LIBERO SCAMBIO

2. UNIONE DOGANALE (Dazio comune nei confronti degli Stati Esterni)

3. PAC (Politica Agricola Comune) Soddisfare gli agricoltori grazie al prezzo di intervento. Questo era il prezzo minimo garantito per i

prodotti agricoli stabilito dalla Comunità Europea. Il prezzo delle produzioni non poteva scendere al di sotto di questo. Orientare le

imprese agricole verso una maggiore capacità produttiva.

4. FSE (Fondo Sociale Europeo): è a fondo perduto i soldi non vengono restituiti. Il Fondo Sociale Europeo finanzia le Regioni perché a

livello NAZIONALE nessuno ne aveva bisogno, REGIONALE si.

OBIETTIVO: migliorare OCCUPAZIONE e ISTRUZIONE (che in Europa andranno di pari passo).

5. BEI (Banca Europea per l’Investimento): la banca presta soldi per INFRASTRUTTURE (la Salerno- Reggio Calabria). La BEI finanzierà

solo il SUD ITALIA.

La FSE e la BEI erano attive già nel 1958 col TRATTATO DI ROMA. Perché nascono???

Perché vogliono un’unica area con libero scambio, in cui tutto si muove, come se gli Stati non esistessero. Ogni territorio si può specializzare in ciò

che è più capace (esempio di Alonso col prato TEORIA DEI VANTAGGI COMPARATI)

Perché creare sostegno per questi Paesi?

I 6 Stati membro erano in crescita dal punto di vista economico, non c’era una grande differenza economica tra i sei.

NORD (PIL alto)

Italia: SUD (PIL molto basso)

COSA E’ IL TRATTATO?

Il Trattato è una Legge Europea, che contiene le regole di funzionamento dell’Europa. (cosa fa, quali sono le competenze)

GOVERNANCE (gli Organi di Governo CEE) - nasce dall’esperienza della CECA.

1. COMMISSIONE ALTA AUTORITA’ (per la CECA)

2. CONSIGLIO DEI MINISTRI CONSIGLIO (per la CECA)

3. PARLAMENTO EUROPEO PARLAMENTO (per la CECA)

4. CORTE DI GIUSTIZIA CORTE DI GIUSTIZIA (per la CECA)

Nella CECA ha funzionato, quindi lo hanno riproposto nella CEE

Per la CEE nasce anche il CONSIGLIO D’EUROPA Riunione di tutti i Capi di Stato/di Governo che vi aderiscono.

È un quinto punto aggiunto che nel 1957 non c’era. OGGI C’E’.

PRIMO ORGANO: COMMISSIONE

La COMMISSIONE è un ordine TECNICO formato da COMMISSARI che dovrebbero essere dei TECNICI non dei POLITICI.

La COMMISSIONE ha 3 funzioni:

1. POTERE ESCLUSIVO DI INIZIATIVA LEGISLATIVA (l’UNICO ORGANO che può proporre le leggi)

2. VIGILA SUL RISPETTO DEI TRATTATI E SUL RISPETTO DELLA LEGISLAZIONE EUROPEA DA PARTE DEGLI STATI

MEMBRI. (la Polizia è fatta dalla COMMISSIONE) La Commissione fa la denuncia poi a sanzionare sarà il Tribunale.

Es: l’Italia è stata sanzionata per le carceri (violazione dei DIRITTI UMANI)

3. GESTIRE LE FINANZE DELL’UNIONE (all’epoca CEE). Gestisce il portafoglio Europeo; come vengono finanziati i progetti.

Es: l’Italia ha proposto un progetto in Commissione.

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 14 di 25

Tutta la COMMISSIONE rimane in carica 5 anni. BARROSO è il Presidente (è alla seconda nomina, è da 9 anni in carica, il prossimo anno lo

rimandano). BARROSO è un legale rappresentante di Nazionalità Portoghese.

Mr. PESC è il vice (che sarebbe il nostro vice Presidente della Commissione; quindi vice MINISTRO DEGLI ESTERI). ASHTON è il nostro

Ministro degli Esteri attuale (si è occupata del caso Marò)

POLITICA ESTERA E DI

SICUREZZA COMUNE

La COMMISSIONE è organizzata in DG DIREZIONI GENERALI (organizzata per argomenti). (domanda)

Oggi le leggi sono 27 tante quanti gli Stati dell’UE (anche se quest’anno gli Stati sono 28)

A Capo delle DG c’è un tizio che si chiama COMMISSARIO, all’interno vi sono dei Tecnici, ovvero persone che sappiano qualcosa dei vari

argomenti. (es: Trasporti, Agricoltura…)

Ci sono persone con SPECIFICI PROFILI per stare lì dentro (es: la DG dell’Agricoltura avrà Agronomi, Economisti ecc.. )

La sede della COMMISSIONE è a Bruxelles, hanno una sede secondaria a Strasburgo (perché una volta al mese si riuniscono al parlamento che ha

sede qui).

Hanno le Segreterie a Lussemburgo (le servono tutte quante, non solo una)

Dall’anno prossimo ci saranno 18 DG (entrerà in vigore il Trattato di Lisbona del 2010), si andrà a rotazione. 10 Paesi non avranno un Commissario.

(Il Paese che ha il Presidente, il vice non avrà il Commissario).

COME VIENE NOMINATA LA COMMISSIONE ?

Tempo fa erano gli Stati membro a nominarla, oggi si nomina il PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE; come?

Viene proposto dal CONSIGLIO EUROPEO (riunione di tutti i Capi di Stato e Governo degli Stati dell’UE), al PARLAMENTO.

A questo punto il PRESIDENTE deve essere votato dal PARLAMENTO EUROPEO (vota la proposta del CONSIGLIO)

Sarà poi il PRESIDENTE, una volta nominato, A SCEGLIERE i COMMISSARI.

A questo punto l’intera COMMISSIONE ripassa dal PARLAMENTO (dato l’OK definitivo, LA NOMINA, va data al CONSIGLIO EUROPEO)

SECONDO ORGANO: CONSIGLIO DEI MINISTRI (28 membri)

Detiene insieme al PARLAMENTO EUROPEO, il vero POTERE LEGISLATIVO (fino al 2010 da solo, dal 2010 in poi lo detiene insieme al

PARLAMENTO).

Le leggi vengono proposte dalla COMMISSIONE ma poi APPROVATE dal CONSIGLIO DEI MINISTRI.

Il CONSIGLIO DEI MINISTRI si riunisce per competenza ed è formato dai MINISTRI degli Stati membri. Ci sono solo coloro interessati, ad

esempio per la PAC non ci viene il Ministro dell’istruzione, perché non c’entra nulla.

ECOFIN: Consiglio dei Ministri quando si riuniscono i Ministri delle Finanze.

La presidenza del Consiglio cambia ogni 6 mesi, OGGI C’E’ L’ITALIA.

TERZO ORGANO: PARLAMENTO EUROPEO (750 Deputati; è la seconda assemblea elettiva più grande del mondo)

È l’unico Organo a SUFFRAGIO UNIVERSALE (eletto dai cittadini), non è sempre stato così, la prima elezione risale al 1979.

Il PARLAMENTO EUROPEO è l’unico organo DEMOCRATICO in Europa, forse quello con meno potenza.

È diventato organo legislativo dal 2010 insieme al CONSIGLIO DEI MINISTRI detiene il POTERE LEGISLATIVO (trasforma in legge la

proposta della Commissione)

Dal 2010 può costringere la COMMISSIONE a proporre una legge (a studiarla). La Commissione DEVE iniziare l’Iter (decidere se proporla o

meno). L’ultima parola spetta alla COMMISSIONE non al Parlamento.

Il PARLAMENTO EUROPEO resta in carica 5 anni, la più grande è la CAMERA DEL POPOLO INDIANO (la prima assemblea più elettiva del

mondo)

Il Parlamento ha sede a Strasburgo, le Commissioni Parlamentari si riuniscono a Bruxelles, le segreterie a Lussemburgo.

Il Parlamento Europeo è già presente nel TRATTATO DI ROMA, ma aveva solo funzione di dare consigli (CONSULTAZIONE)

1987 ATTO UNICO EUROPEO (cooperazione e il parere conforme) rallentare l’Iter legislativo così da attivare i meccanismi politici per

trovare una mediazione

1992 TRATTATO DI MASTRICHT (viene introdotta la coodecisione ) con questo bloccare qualcosa ma non tutto.

2010 TRATTATO DI LISBONA: Avere l’Iter Legislativo, così il Parlamento diventa organo decisivo insieme al Consiglio dei Ministri

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 15 di 25

Prima solo per alcune cose (TR. MASTRICHT), dal 2010 diventa Organo

COME FUNZIONA LA COODECISIONE SEMPLIFICATA:

• La COMMISSIONE studia e propone la legge

• Quando ha la legge pronta, la propone contemporaneamente al

CONSIGLIO DEI MINISTRI e al PARLAMENTO

Questi due hanno due possibilità:

1. APPROVAZIONE IMMEDIATA

oppure

2. PARLAMENTO d’accordo e CONSIGLIO no:

Il Consigliere trova una mediazione diretta con la COMMISSIONE se si può cambiare qualcosa

2. CONSIGLIO d’accordo e PARLAMENTO no:

Si va in Seconda lettura, il parlamento fa gli emendamenti (che vanno alla Commissione che decide se inserirli o non inserirli) ovvero dice cosa

vuole cambiare. RICHIESTE DI MODIFICA DI UNA NORMATIVA

(prima che venga approvata)

Se la Commissione accetta, rimanda al CONSIGLIO e al PARLAMENTO la nuova normativa e sperare che venga approvata.

Esiste però una Terza lettura che se non viene approvata anche qui, la normativa muore (l’ATTO DECADE).

CONSIGLIO: formato dai rappresentanti dei Governi Nazionali

PARLAMENTO: non ha contatti diretti con i Governi Nazionali perché è eletto a Suffragio Universale.

QUARTO ORGANO: LA CORTE DI GIUSTIZIA

È il Tribunale Europeo: vuol dire che tutte le controversie non vengono discusse nel Tribunale dei vari Stati ma nella CORTE DI GIUSTIZIA:

1. STATI MEMBRI: Se fa una legge che va contro una Normativa Europea

2. SOGGETTO PRIVATO: Un privato che no rispetta la Normativa Europea se qualcuno viola si può denunciare alla

3. IMPRESA: Es: Microsoft le imprese, si diceva, limitavano la concorrenza. Corte di Giustizia.

La CORTE DI GIUSTIZIA è formato da 27 GIUDICI e 8 AVVOCATI GENERALI (coloro che danno i pareri)

Stanno in carica 6 anni, sono rinnovabili.

QUINTO ORGANO: CONSIGLIO d’EUROPA (quello che esiste oggi) NON HA SEDE

Riunione di tutti i capi di Stato e di Governo (se ci va uno non ci va l’altro) + Presidente della Commissione + Mr. PESC

Barroso Chaterine Ashton

Avviene 2 volte l’anno obbligatoriamente in primavera (maggio) e in autunno (ottobre). Oggi si riunisce tutte le volte che c’è la necessità (sede

straordinaria)

1961 prima volta in maniera informale (fuori dal contesto Europeo)

Il Consiglio d’Europa è SOLO un ordine strategico (scambio di idee): definisce la marcia da seguire. Non gli viene attribuita alcuna funzione

Geografia Economica – Prof. MOZZONI – Scienze dell’Educazione anno 2013/14 PAG. 16 di 25


PAGINE

25

PESO

362.00 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione e dei processi formativi
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Mynyre Daiu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Geografia economica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Mozzoni Isabella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze dell'educazione e dei processi formativi

Pedagogia sociale
Appunto
Riassunto Psicologia dello sviluppo, prof. Carbone, libro consigliato Significati e funzioni del comportamento aggressivo, Carbone
Appunto
Riassunto Psicologia dello Sviluppo, prof. Carbone, libro consigliato Psicologia dello sviluppo di Santrock
Appunto
Appunti Storia della metafisica
Appunto