Che materia stai cercando?

Fisiologia – ECG cap4 Appunti scolastici Premium

Appunti di Fisiologia ECG cap 4. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Traduzione della 5 edizione inglese di : The ECG made easy cap 4. Anomalie dell'onda P, Ipertrofia atriale destra, Anomalie del complesso QRS, Ipertrofia ventricolare destra, ecc.

Esame di Fisiologia docente Prof. L. Manasseri

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

hystamina@hackmed.org John Hampton - CAPITOLO 4 http://www.hackmed.org

Ipertrofia ventricolare sinistra

L'ipertrofia ventricolare sinistra determina un onda R alta (superiore a 25mm in V5 o V6)

ed un'onda S profonda in V1 e V2. Inoltre la somma di R in V6 e di S in V2 è solitamente

superiore a 35 mm. Ma è comunque difficile diagnosticare una ipertrofia ventricolare

sinistra di modesta entità solo sulla base dell'ECG.

IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA

Note: Ritmo sinusale.

Asse elettrico normale (le onde R e S sono uguali in DII e l'asse elettrico e dunque al limite del normale.

L'altezza dell'onda R in V5 è di 35 mm.

Onde S profonde in V1 e V2.

Inversione delle onde T in DI, VL, V4-V6.

3. Origine delle onde Q

Le piccole onde Q (settali) nelle derivazioni del ventricolo sinistro risultano dalla

depolarizzazione del setto interventricolare da sinistra verso destra (capitolo 1).

Tuttavia le onde Q di più di 0,04 (un quadratino) e di più di 2 mm di profondità hanno un

significato del tutto differente.

I ventricoli si depolarizzano dall'interno verso l'esterno. Di conseguenza , un elettrodo

posto all'interno della cavità ventricolare registrerà un onda Q, perchè tutte le onde di

depolarizzazione si allontanano dall'ettrodo, essendo dirette dall'interno verso l'esterno. Se

un infarto del miocardio provoca la morte completa del muscolo (cioè dalla superficie

interna a quella esterna), si genera una sorta di finestra elettrica, ed un elettrodo che

guarda il cuore attraverso questa finestra, registra un potenziale intracavitario, come se

l'elettrodo fosse posto all'interno del ventricolo.

39

hystamina@hackmed.org John Hampton - CAPITOLO 4 http://www.hackmed.org

Le onde Q, che superano il quadratino di lunghezza e i 2 mm di profondità, indicano quindi

un infarto del miocardio, e le derivazioni nelle quali compare l'onda Q danno delle

informazioni sulla parte del cuore che è danneggiata. Così un infarto della parete anteriore

del ventricolo sinistro produce un onda Q nelle derivazioni che guardano il cuore di faccia

(V5 e V6).

INFARTO ANTERIORE

Note: Ritmo sinusale.

Asse elettrico normale.

Onda Q in V1, V2, V3

Inversione dell'onde T in V4 e V5.

Se l'infarto interessa contemporaneamente la parete anteriore e laterale del cuore, un

onda Q sarà presente in V3 ed in V4 e nelle derivazioni che guardano la faccia laterale:

DI, V2 e V5-V6. 40

hystamina@hackmed.org John Hampton - CAPITOLO 4 http://www.hackmed.org

INFARTO ANTERO LATERALE

Note: Ritmo sinusale.

Asse elettrico normale (ricorda che l'asse è calcolato sulle onde R e S e non sull'onda Q).

Onde Q nelle derivazioni DI, DII, VL, V3-V5.

Elevazione del segmento ST in V2-V6.

L'infarto della faccia inferiore del cuore produce un onda Q nelle derivazioni che guardano

quella porzione di cuore: DIII e VF.

INFARTO INFERIORE 41

hystamina@hackmed.org John Hampton - CAPITOLO 4 http://www.hackmed.org

Note: Ritmo sinusale.

Onde Q in DIII e VF.

Sopraslivellamento di ST in DIII e VF.

Sottoslivellamento (ischemia) in VL e V6.

ANOMALIE DEL SEGMENTO ST

IL segmento ST è situato tra il complesso QRS e l'onda T.

Il segmento ST deve essere isoelettrico, cioè deve essere allo stesso livello della linea

situata tra l'onda T e l'onda P successiva. Ma il segmento ST può essere sopraslivellato

O sottoslivellato

L'elevazione del segmento ST indica una lesione miocardica acuta, genelamente un

infarto recente od una pericardite. Ancora una volta, le derivazioni nelle quali questa

immagine appare, indicano la regione del cuore danneggiata: le lesioni anteriori sono

evidenti nelle derivazioni V e le lesioni inferiori sono evidenti in DIII ed in VF.

La pericardite è generalmente diffusa e quindi il sopraslivellamento sarà visibile in

differenti derivazioni.

La depressione (sottoslivellamento) del segmento ST, associato ad una onda P positiva, è

solitamente espressione di un'ischemia, non di un infarto. Questa depressione del

segmento ST può essere visibile anche solo nella prova sottosforzo spesso associata ad

angina pectoris. 42


PAGINE

11

PESO

668.16 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Fisiologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Fisiologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Manasseri Luigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Fisiologia

Fisiologia – Fisiologia del Rene
Appunto
Fisiologia – Cuore
Appunto
Fisiologia – Midollo spinale
Appunto
Fisiologia
Appunto