Che materia stai cercando?

Fiscalità differita, Contabilità delle procedure tributarie

Appunti di Contabilità delle procedure tributarie per l'esame del professor Vernassa. La fiscalità differita viene spiegata dettagliatamente con citazione e riporto delle leggi tributarie che la originano e con esempi per ciascuna casistica esaminata. Questi appunti sono riferiti fino alla normativa 2014 aggiornata al primo semestre. Nonostante alcune leggi possano cambiare, gli argomenti,... Vedi di più

Esame di Contabilità delle procedure tributarie docente Prof. F. Vernassa

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Fiscalità differita

Sommario

1. Differenze permanenti ......................................................................................................... 2

2. Operazioni che originano differenze permanenti .................................................................. 2

2.1 Cessione di mezzi di trasporto ai sensidell’art.10 comm.1, n. 27 quinquies del DPR 633/1972 e

art. 164 TUIR comm. 2 ........................................................................................................................ 3

2.2 Leasing – art. 102 comm. 2 e art. 51 comm. 4 TUIR e Fringe Benefit .......................................... 8

2.3 Canoni noleggio telefoni – art. 102 comma 9 – Tuir ................................................................ 12

2.4 Spese di rappresentanza art. 108 comma 2 Tuir e D.M. 19 novembre 2008 ............................. 13

2.5 Erogazioni liberali – Art. 100 - Tuir ......................................................................................... 15

2.6 Dividendi da partecipazione – art. 89 comma 2 – Tuir ............................................................. 16

2.7 Imu deducibile al 30% - comma 1 articolo 14 DLgs. 23/2011, modificato dalla Legge di Stabilità

2014 17

2.8 Spese di vitto e alloggio – Art. 95 comma 3 ............................................................................ 18

3. Differenze temporanee ...................................................................................................... 20

4. Operazioni che generano imposte anticipate (prepagate) .................................................. 25

4.1 Spese per mezzi di trasporto indeducibili – Art. 164 TUIR........................................................ 26

4.2 Perdite su cambi su differenza cambio – art. 110 comm. 3 Tuir ............................................... 31

4.3 Accantonamento al fondo svalutazione crediti – art. 106 comm. 1 – Tuir ................................ 33

4.4 Compensi amministratori e sindaci – art.95 comma 5 – Tuir ................................................... 37

4.5 Interessi passivi – Art. 96 – Tuir .............................................................................................. 40

5. Operazioni che generano imposte differite (posticipate) .................................................... 48

5.1 Plusvalenze patrimoniali – Art. 86 comma 4 del Tuir ............................................................... 48

5.2 Utili stimati su differenza cambio – art. 110 comm. 3 Tuir ....................................................... 52

5.3 Dividendi da partecipazione – art. 89 comma 2 – Tuir ............................................................. 53

6. Ritenute ............................................................................................................................ 55

Pag. 1 a 56

M.R. A.A. 2013/2014

1. Differenze permanenti

Si verificano quando per il fisco un costo iscritto in conto economico non è ammesso in deduzione oppure

quando un ricavo non viene considerato tassabile (imponibile). In questo caso quando si va a calcolare il

reddito imponibile e se c’è un costo non deducibile si dovrà effettuare una variazione in aumento mentre,

mentre se il provento non è imponibile (tassabile) si dovrà operare una variazione in diminuzione.

Questi componenti positivi o negativi di reddito non sono mai riassorbibili fiscalmente, cioè sono non

deducibili oggi o non imponibili oggi e non sarà mai permesso renderli deducibili o tassabili nel calcolo del

reddito imponibile di un esercizio futuro.

Si tratta di costi che la normativa fiscale considera in assoluto parzialmente o totalmente non deducibili o i

ricavi che la normativa fiscale considera in assoluto parzialmente o totalmente non tassabili.

Queste differenze hanno natura definitiva e sorgono quando la normativa fiscale prevede l’esclusione

perpetua di alcuni componenti negativi o positivi di reddito dal bilancio. Costi e ricavi di competenza che non

entreranno mai nella base imponibile fiscale. 2

Sono ad esempio i costi non documentati o la quota indeducibile di spese di rappresentanza pari a del loro

3

importo o le spese per l’uso dell’automezzo sono indeducibili per il 60%.

2. Operazioni che originano differenze permanenti

Pag. 2 a 56

M.R. A.A. 2013/2014

2.1 Cessione di mezzi di trasporto ai sensidell’art.10 comm.1, n. 27

quinquies del DPR 633/1972 e art. 164 TUIR comm. 2

Art. 10 comm.1 del DPR 633/1972

Sono esenti dall'imposta:

« 27-quinquies) le cessioni che hanno per oggetto beni acquistati o

importati senza il diritto alla detrazione totale della relativa

imposta ai sensi degli articoli 19, 19-bis1 e 19-bis2.»

Art. 19-bis.1 DPR 633/1972

« c) l'imposta relativa all'acquisto o all'importazione di veicoli

stradali a motore, diversi da quelli di cui alla lettera f)

dell'allegata tabella B, e dei relativi componenti e ricambi e'

ammessa in detrazione nella misura del 40 per cento se tali veicoli

non sono utilizzati esclusivamente nell'esercizio dell'impresa,

dell'arte o della professione. »

Il 19 bis.1 ci dice che si può detrarre l’imposta (cioè iscrivere iva a credito per l’acquirente) solo del 40%

dell’all’aliquota vigente, cioè il 40% del 21%.

Acquisto un auto a 1.000 € + 210 € di iva, non iscriverò iva a credito di 210, ma solo del 40% di 210, cioè 84.

→ (1.000 × 0,21) × 0,4 = 84

Iva detraibile → (1.000 × 0,4) × 0,21 = 84

Iva detraibile → [(1.000

(1.000 × 0,21) − × 0,21) × (1 − 0,4)] = 210 − 126 = 84

Iva detraibile → (1.000 (1

× 0,21) × − 0,4) = 126

Iva indetraibile → (1.000 × 0,4) = 400

Base imponibile →


ACQUISTATO

5 volte

PAGINE

56

PESO

2.25 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Contabilità delle procedure tributarie per l'esame del professor Vernassa. La fiscalità differita viene spiegata dettagliatamente con citazione e riporto delle leggi tributarie che la originano e con esempi per ciascuna casistica esaminata. Questi appunti sono riferiti fino alla normativa 2014 aggiornata al primo semestre. Nonostante alcune leggi possano cambiare, gli argomenti, per come trattati, offrono una comprensione dell'argomento tale da rendere autonoma l'individuazione di come cambiamenti normativi determino l'iscrizione della fiscalità differita.
La casistica della fiscalità differita di questi appunti copre tutte le principali problematiche affrontate nei corsi di "Contabilità delle procedure tributarie" e del corso di "Bilancio d'esercizio" della Scuola di Management ed Economia di Torino. Se il perchè della fiscalità differita non l'aveta mai capita, con questi appunti diventere degli esperti.
La fiscalità differita è analizzare in riferimento all'imposta sul reddito delle società.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in professioni contabili
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Pantalasso di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Contabilità delle procedure tributarie e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Vernassa Franco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Contabilità delle procedure tributarie

Fiscalità differita e fondo imposte 2018
Appunto
Principi contabili internazionali IAS IFRS
Appunto
Principi Contabili Internazionali - esercizi svolti IAS/IFRS 5 parte
Esercitazione
Principi contabili internazionali - esercizi svolti IAS/IFRS  2 parte
Esercitazione