Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

3) le obbligazioni si dividono in : ideali (fondate immediatamente sul valore) e per dovere

(fondate mediamente sul valore).

Queste leggi sn presenti anche in Husserl. Ma Husserl spiega che questo senso di dovere che si

trova in relazione con un desiderio o volontà è troppo ristretto.

Da ciò si deduce che per Husserl oltre al dovere che si origina da una richiesta (buletico), esiste

anche il dovere che si origina da un valore (dovere eidetico).

Il dovere buletico (per Scheler obbligazione per dovere) si fonda sul valore eidetico

(obbligazione ideale). Questo concorda cn teorie di Scheler. La norma fondamentale per Husserl

è la normatività del valore in quanto indica il criterio fondamentale secondo il quale deve essere

compiuta ogni operazione normativa. Il valore in quanto è obbligazione ideale è norma

fondamentale.

Natura gerarchica dei valori

Il modo di essere dei valori è quello di essere situati all’interno di una gerarchia. Essi sn definiti

da un rapporto reciproco di superiorità e inferiorità. Questo ordine si fonde sull’essenza dei

valori. La gerarchia in questione si basa sull’intuizione eidetica assiologia che si realizza nel

preferire e nel posporre. Da ciò però nasce una riflessione: possono i valori essere in conflitto

tra loro? Questo avviene (antinomie) se i due valori possono stare sullo stesso piano ma poiche

sn poste in una scala gerarchica essi non sono mai in conflitto fra loro. Questa gerarchia viene

stabilita in base alla preferenza ontologica che permette di qualificare un valore superiore ad un

altro.

Il valore nel e del diritto

La giustizia è il valore specifico del diritto, è essenza necessaria a priori, è essenza del diritto.

Lo stesso Radbruch afferma il diritto in questo senso: egli innanzitutto esprime l’idea del

fenomeno Giuridico dividendolo in due dimensioni: 1) legale e 2) sovralegale.

Ne consegue da ciò il rapporto ke lega il diritto legale con il diritto sovralegale. R. afferma che

il diritto è diritto positivo e diritto sovralegale. L’altra considerazione che egli fa è che obbligo o

dovere è sempre presente là dove si trova un valore. Dove questo valore non esiste c’è solo

costrizione. Il dovere giuridico si esprime in Sollen o in Gelten mai in un Mussen (costrizione).

Nel diritto il valore specifico dell’obbligazione ideale è la giustizia, il valore specifico

dell’obbligazione per dovere è la certezza. Poiché l’obbligazione ideale è obbligazione del

diritto sovralegale è l’obbligazione per dovere è l’obbligazione del diritto positivo, si può dire

che la giustizia è il valore del diritto eidetico e la certezza è il valore del dirtitto positivo.

Certezza e giustizia determinano la dimensione assiologia del diritto.

Gerarchia dei valori e formule di Radbruch

Il concetto di Radbruch si potrebbe definire onto-assiologico: diritto è ontologicamente il suo

valore. Il diritto realizza il valore della sua certezza, mira a realizzare la giustizia attraverso

l’utilità. Questi tre valori devono essere posti in ordine gerarchico non per mezzo della

preferenza perché sono valori costitutivi. Si Possono solamente posporre l’uno all’altro. Per

ultimo R. posiziona l’utilità, questo si realizza tramite la certezza ke occupa posto intermedio,

mentre il fine ultimo è la giustizia. Ma il conflitto tra giustizia e certezza del diritto potrebbe

essere risolto, secondo R. in senso tale che il diritto positivo abbia la precedenza anche quando è

ingiusto e inadeguato allo scopo. Questa formula delinea due possibilità:

1^ caso dilegge valida nonché certa ma ingiusta anche se il grado di ingiustizia non raggiunga

livelli di intollerabilità elevati. In questo caso la legge è valida e la certezza prevale sulla

giustizia.

2^ caso di legge certa e ingiusta al massimo grado. In qst caso la legge è invalida e la giustizia

prevale sulla certezza.

Secondo R. vi è tuttavia un’altra linea di confine più precisa: quando si pone il diritto positivo e

viene negata la giustizia, allora la legge non è solo diritto.

Prima formula


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

17.17 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto per l'esame di Filosofia del Diritto, basato su appunti personali e studio autonomo del testo consigliato dal docente Tre Eidetiche del Normativo, Radbruch.
Nello specifico gli argomenti analizzati sono i seguenti: eidetica formale, valoriale e materiale, l'obbligazione ideale e obbligazione per dovere in Husserl, l'obbligazione per dovere.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ectoplasmon di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia del diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze giuridiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia del diritto

Filosofia del diritto - Appunti
Appunto
Riassunto esame Filosofia del diritto, prof. Romano, libro consigliato Filosofia e filosofie del diritto
Appunto
Riassunto esame Filosofia del Diritto, prof. indefinito, libro consigliato La Metafora del Passaggio, Nerhot
Appunto
Riassunto esame Filosofia del Diritto, prof. indefinito, libro consigliato Lineamenti di Sociologia del Diritto, Ferrari
Appunto