Che materia stai cercando?

Filosofia del diritto - positivismo giuridico

Appunti di Filosofia del diritto sul positivismo giuridico. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: che cos’è veramente il giurista, l’espressione positivismo giuridico a cosa si riferisce, il contrasto, il civil law, il common law.

Esame di Filosofia del diritto docente Prof. P. Scienze giuridiche

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL POSITIVISMO GIURIDICO

L’espressione POSITIVISMO GIURIDICO si distingue dal movimento positivista inteso in

senso filosofico sia sotto il profilo locativo di nascita che concettuale e applicativo.

Le sue origini sono infatti riconducibili alla Germania settecentesca dalla contrapposizione

tra diritto naturale e diritto positivo che ha rappresentato da sempre oggetto di forte

discussione.

Il contrasto trova origine già in epoche passate con riferimento ai vari paesi europei, in

particolare l’Inghilterra, la Francia e la Germania stessa.

In Inghilterra dove il diritto romano ebbe scarsa influenza il contrasto giuridico è

rappresentato dalla distinzione che si ha tra civil law e common law.

Il civil law rappresenta il diritto statuario di imposizione monarchica prima e

parlamentare poi, mentre il common law rappresenta il diritto consuetudinario

tipicamente anglossassone fondato sul precedente obbligatorio che diviene diritto di

elaborazione giudiziaria.

Il diciassettesimo secolo in Inghilterra è segnato da forti contrasti in sede politica favoriti

dalle due rivoluzioni del 1640- 1660 e quella del 1689 con la proclamazione dei Bills of

Right dove la necessità di intervento in seno alle funzioni statali e fortemente avvertito. La

filosofia di Thomas Hobbes, in forte contrasto con il teoretico Edward Coke riflette infatti

sulla rilevanza del diritto nella risoluzione della situazione politica allora dominante. Il

riconoscimento del diritto consuetudinario come prevalente sul diritto statuario dei

sovrani assoluti da parte di Edward Coke è fortemente oggetto di critica da parte di

Thomas Hobbes il cui pensiero verte sulla preferenza del civil law quale strumento da

utilizzarsi da parte dello stato nella risoluzione delle controversie tra i soggetti.

L’importanza della legge per quanto concerne il suo formalismo e la sua funzione

coercitiva rappresenta elemento che anticipa i caratteri principali del positivismo giuridico

teorizzato da kelsen nel 1900.

Sebbene il pensiero di Hobbes possa inserirsi in linea generale nella corrente

giusnaturalista il suo distacco è dato dal riconoscimento della verità non alla natura bensì

all’autorità statale. Il giusnaturalismo infatti il cui precursore può considerarsi già Grozio

nel 1600 riconosce alla funzione giuridica l’assoluto legame con l’assetto naturale dei

fenomeni in considerazione di un ideale di giustizia insita nell’ordine naturale.

Il diciottesimo e diciannovesimo secolo è dominato invece da importanti formulazioni

teoriche su una possibile codificazione nel rispetto dell’etica e dell’utilità sociale. Si tratta

del pensiero di Jeremy Bentham considerato come uno dei più importanti esponenti di un

movimento che assumerà il nome di Utilitarismo inglese. Secondo il filosofo è necessario

fondare una codicistica che rispetti l’interesse umano e sottolinea l’incapacità del common

law in tal senso per la sua incertezza, per il principio di retroattività su cui si fonda e

soprattutto per l’impossibilità di controllo da parte dei giudici.

L’intersesse per la giurisprudenza nei suoi caratteri generali e particolari è tuttavia

avvertita nel paese da Austin forte ammiratore della scuola storica del diritto affermatasi

in Germania con Savigny.

L’importanza del diritto legislativo è sottolineata da Austin in relazione alla poca coerenza

del diritto consuetudinario per il suo carattere talvolta vago e meno ponderato.


PAGINE

2

PESO

59.20 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Novadelia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia del diritto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze giuridiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia del diritto

Filosofia del diritto - Appunti
Appunto
Riassunto esame Filosofia del diritto, prof. Romano, libro consigliato Filosofia e filosofie del diritto
Appunto
Riassunto esame Filosofia del Diritto, prof. indefinito, libro consigliato La Metafora del Passaggio, Nerhot
Appunto
Riassunto esame Filosofia del Diritto, prof. indefinito, libro consigliato Lineamenti di Sociologia del Diritto, Ferrari
Appunto