Che materia stai cercando?

Età di Pericle Appunti scolastici Premium

Appunti presi durante le lezioni tenute dalla Professoressa Culasso sull’Età di Pericle, con nozioni su: il parallelismo tra la figura di Pericle e l’apice della potenza di Atene, l'influenza di Pericle sulle riforme democratiche di Efialte (introduzione alla misthophorìa,... Vedi di più

Esame di Storia greca docente Prof. E. Culasso

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

guerra del Peloponneso», 459-446 a.C.).

460-454 a.C.: spedizione in Egitto, in aiuto del libico Inaro,

insorto contro i Persiani (due gli scopi: uno politico, per indebolire

il dominio persiano, e uno commerciale, per agevolare il

commercio di grano egiziano). La spedizione si risolse in un grave

disastro per la flotta ateniese.

454 a.C.: con la scusa della mancanza di sicurezza, il tesoro

della Lega fu trasferito da Delo ad Atene. Le sessagesime (1/60)

dei tributi furono da allora versate nel tesoro della dea Atena (e

impiegate per la costruzione dell’Acropoli). Il territorio della Lega

fu suddiviso in 5 distretti fiscali. La symmachia si trasformò

gradualmente in un vero e proprio impero. Da questo momento le

decisioni furono prese esclusivamente da Atene e non più dal

sinedrio delle città alleate, che prima si riuniva a Delo.

459-456 a.C.: guerra di Egina, che si era alleata con Corinto,

offesa per l’adesione di Megara alla lega. Nel 456 a.C. anche

Egina fu costretta con la forza ad entrare nella lega.

457 a.C.: Atene interviene in Beozia nel quadro di un conflitto

che interessa la Grecia centrale, nel tentativo di controllare il

tempio di Delfi. Gli Spartani vincono a Tanagra, intervenendo a

favore dei Dori contro i Focesi alleati di Atene; due mesi dopo,

quest’ultima risulta vittoriosa nella Battaglia di Enofita, contro

gli Spartani guidati da Mironide.

455 a.C.: lo stratega ateniese Tolmide compie una vittoriosa

campagna nel Peloponneso. È incerta la responsabilità di Pericle

di fronte a queste azioni estere dinamiche e aggressive, volute dal

demos ateniese. Sicuramente, nel 454/3 a.C. Pericle guida una

spedizione in Acarnania.

451 a.C.: Cimone rientra dall’ostracismo. La politica estera di

Atene si fa più moderata, con la chiusura del fronte spartano e la

ripresa delle ostilità contro la Persia:

450/49 a.C.: spedizione contro Cipro, in funzione antipersiana,

cui è preposto Cimone che negli scontri trova la morte.

449 a.C.: ratifica della Pace di Callia, con cui ufficialmente si

chiusero le Guerre Persiane.

 contenuti: ai Persiani era preclusa la navigazione nel

Mare Egeo, tra Faselide, a sud, e le Rocche Cianee

(imboccatura del Bosforo), a nord; essi, inoltre, non

potevano avvicinarsi alla costa microasiatica a meno di

tre giorni di viaggio dal mare (o, in alternativa, di un

giorno a cavallo).

 il problema storiografico: già gli antichi misero in dubbio

la veridicità di questo accordo; Tucidide non lo ricorda,

mentre ne parlano solo Isocrate ed Eforo (in Diodoro),

autori di IV secolo; in particolare Teopompo lo considera

un falso. Se non si trattò di veri accordi di pace,

certamente essi fotografarono la situazione militare e

politica che si era realizzata in concreto sul terreno.

 significati: la Pace di Callia descrive la situazione di

massima potenza ed espansione dell’impero ateniese. Da

questo momento in poi alla lega di Delo venivano meno

molte delle sue ragioni ideali, dal momento che la Persia

era stata battuta e di fatto era riconosciuta l’autonomia

dei Greci d’Asia. Il malcontento comincia a serpeggiare

tra gli alleati.

Mantenimento dell’impero. Le rivolte degli alleati.

447-445 a.C.: gli esuli oligarchici della Beozia occuparono

Cheronea e Orcomeno. Interviene l’ateniese Tolmide, ma è

battuto a Coronea. Da quel momento in poi la Beozia si liberò

dell’interferenza politica ateniese e Tebe costituì una Lega

Beotica.

446 a.C.: le città dell’Eubea, che avevano appoggiato i Beoti, si

ribellarono, ma furono riportate all’obbedienza (Calcide e Istiea

furono duramente punite; nel territorio di quest’ultima viene

impiantata la cleruchia di Oreo). Megara defeziona dalla lega.

446 a.C.: fu ratificata la Pace dei Trent’anni fra Atene e Sparta;

le aree rispettive di influenza furono delimitate tra Egeo e zone


PAGINE

5

PESO

197.84 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti presi durante le lezioni tenute dalla Professoressa Culasso sull’Età di Pericle, con nozioni su: il parallelismo tra la figura di Pericle e l’apice della potenza di Atene, l'influenza di Pericle sulle riforme democratiche di Efialte (introduzione alla misthophorìa, ammissione degli zeugiti all’arcontato, legge sulla cittadinanza), la fase di crescita espansionistica dell’impero e la guerra di Persia contro Sparta.


DETTAGLI
Esame: Storia greca
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Culasso Enrica.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia greca

Riassunto esame Storia greca, prof. Culasso, libro consigliato Manuale di Storia greca, di C. Bearzot
Appunto
Civiltà Minoica e Micenea
Appunto
Guerra del Peloponneso
Appunto
Rivolta ionica e guerre persiane
Appunto