Che materia stai cercando?

Chirurgia generale - le emorragie digestive Appunti scolastici Premium

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone sulle emorragie digestive, con analisi dei seguenti argomenti: la definizione, classificazione, la frequenza per sede, le emorragie digestive alte e basse. l'ematemesi, l'ipertensione portale, melena, emobilia, enteroraggia,... Vedi di più

Esame di Chirurgia generale docente Prof. A. Milone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

EMOBILIA

ENTERORRAGIA

Emissione ab orale (lontano dalla bocca) di sangue di

colorito scuro, frammista a feci, parzialmente

digerito o non digerito in relazione alla sede ed alla

entità dell’emorraggia

Indica un sanguinamento basso(enterico o colico)

Segno di emorragia +/- grave in relazione alla frequenza

degli episodi ed alla quantità di sangue perso

EMATOCHEZIA

Presenza di sangue che bagna la superficie delle

feci ( verniciatura ematica di un cilindro fecale)

Espressione esclusiva di emorragie di pertinenza colo-rettali

RETTORRAGIA o PROCTORRAGIA

Emissione di sangue rosso vivo, durante la

defecazione,dopo o indipendentemente da

essa

Espressione esclusiva di emorraggie di pertinenza del

sigma o del retto

EMORRAGIE DIGESTIVE

semeiologia

PROCTORRAGIA

• EMISSIONE DI SANGUE ROSSO VIVO DALL’ANO

INDIPENDENTEMENTE DALLA DEFECAZIONE

DURANTE LA DEFECAZIONE

• SANGUE OCCULTO CON LE FECI

EMISSIONE DI PICCOLE QUANTITA’ DI SANGUE ( 50 ml)

SANGUINAMENTO

“GOCCIA A GOCCIA”

Emissione di sangue durante la defecazione e soprattutto,

al termine di questa,a”goccia a goccia”, non accompagnato

da dolori anali.

espressione esclusiva di sanguinamento per

patologia emorroidaria

ESAME OBIETTIVO ANO- PERINEALE

EMORRAGIE DIGESTIVE:

identificazione livello / valutazione iniziale

• EMORRAGIA ALTA

Ematemesi e/o melena (esplorazione rettale)

Sangue nel sondino naso-gastrico

Anamnesi e/o (malattia peptica, cirrosi, assunzione di farmaci, etc) obiettività

raramente orientativa

EsofagoGastroDuodenoScopia

• EMORRAGIA BASSA

Proctorragia, enterorragia (esplorazione rettale)

Assenza sondino naso-gastrico

Dolore (infarto intestinale,colite ischemica, m. di Crohn,colite ulcerosa, etc)

Obiettività ( masse, reazione peritoneale,etc)

Colonscopia

EMORRAGIE DIGESTIVE:

Classificazione in base alla modalità di insorgenza

EMORRAGGIA IN ATTO ( de visu)

EMORRAGGIA ACUTA O RECENTE

EMORRAGGIA CRONICA

Modalità e emorragia in atto

tempo di recente ( minuti, ore)

Insorgenza presente da giorni

episodio singolo

Numero di eventi episodi ripetuti

grave

Entità emorragia moderata

lieve

EMORRAGGIE DIGESTIVE:

Valutazione clinica:entità del sanguinamento

• Emorraggia modesta:modificazioni cardiocircolatorie

minime o assenti, Ht >30%; Hb >10 g%, perdita stimata

<1000ml, non sono necessarie trasfusioni.

• Emorragia grave compensata: aumento frequenza

cardiaca e calo pressorio; Ht 20-30 %; Hb 8-10 g%; perdita

ematica stimata 1000-2000 ml; necessario trasfondere 2-3

unità di sangue, con compenso emodinamico agevole.

• Emorragia grave scompensata: shock conclamato,

Ht<20%;Hb <7 g%; perdita ematica stimata > 2500 ml,necessità

di >3 unità sangue, con compenso emodinamico difficile ed

instabile

• Emorragia cataclismica: valori emocromocitometrici e

shock persistenti, malgrado emotrasfusioni, necessario

trattamento chirurgico di emergenza

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALL’ENTITA’

DEL SANGUINAMENTO

EMORRAGIE MASSIVE ACUTE

Instabilità emodinamica

Shock conclamato emorraggico

EMORRAGIE CRONICHE

Anemia sideropenica

Sangue occulto ++

Melena +

EMORRAGIA DIGESTIVA CRONICA

Emissione cronica di piccole quantità di sangue

commisto a feci rilevabile solo con indagini di

laboratorio ( sangue occulto nelle feci)

Emorragia insorta in qualunque tratto del tubo

digerente che determina una anemizzazione

Cronica ( anemia sideropenica ipocromica

frequentemente dovuta a lesioni

microcitica)

Neoplastiche di esofago, stomaco e colon.

Segno di stillicidio ematico cronico e di lieve entità

ESAME OBIETTIVO

ESPLORAZIONE RETTALE

L’esplorazione rettale deve essere sempre

eseguita in caso di emorragie digestive

Caratteristiche del sangue

(rosso vivo, melanico)

Esplorazione Emorroidi interne

rettale Masse nell’ampolla rettale

ESAMI STRUMENTALI

NON INVASIVI

Rx TUBO DIGERENTE

SCINTIGRAFIA CON Tc ( perdita di sangue < 0,1 ml/min )

INVASIVI

EGDS

RETTO-SIGMOIDISCOPIA

COLOSCOPIA

CLISMA OPACO ( ??? )

ANGIOGRAFIA ( perdita di sangue >0,5 ml / min )

ESAMI STRUMENTALI INVASIVI: EGDS

INDAGINE DIAGNOSTICA DI PRIMO LIVELLO NELLE EMORRAGIE

ALTE da eseguire in URGENZA anche nelle emorragie massive in atto

consente di diagnosticare la sede e l’eziologia del sanguinamento e di

intervenire terapeuticamente durante la stessa seduta

TRATTAMENTO TERAPEUTICO DELLE LESIONI SANGUINANTI

Iniezione di sostanze sclerosanti

Legatura elastica delle varici esofagee

Elettrocoagulazione

Fotocoagulazione

INDICAZIONI assolute: Ematemesi Melena Emobilia

ESAMI STRUMENTALI INVASIVI: EGDS

ESAMI STRUMENTALI INVASIVI: EGDS

INDAGINE DIAGNOSTICA DA ESEGUIRE IN

DI PRIMO LIVELLO NELLE URGENZA ANCHE PER

EMORRAGIE DIGESTIVE EMORRAGIE MASSIVE IN

ALTE ATTO

Consente di fare diagnosi di Trattamento terapeutico

sede e di causa del delle lesioni sanguinanti:

sanguinamento e di • iniezione di sclerosanti

intervenire terapeuticamente • Legatura elastica varici

durante la stessa seduta • Elettrocoagulazione

• Fotocoagulazione

Indicazioni assolute: Ematemesi – Melena - -Emobilia

ESAMI STRUMENTALI INVASIVI: EGDS


PAGINE

44

PESO

873.08 KB

AUTORE

banzie

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Chirurgia generale per l'esame del professor Milone sulle emorragie digestive, con analisi dei seguenti argomenti: la definizione, classificazione, la frequenza per sede, le emorragie digestive alte e basse. l'ematemesi, l'ipertensione portale, melena, emobilia, enteroraggia, ematochezia, proctoraggia, la valutazione clinica dell'emorragia in base all'entità del sanguinamento, l'esame obiettivo, gli esami strumentali e quelli strumentali invasivi (egds, colonscopia e angiografia del distretto aortomesenterico), l'approccio diagnostico e terapeutico.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (CALTAGIRONE, MESSINA, PIAZZA ARMERINA, REGGIO CALABRIA, ENNA, SIRACUSA)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher banzie di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chirurgia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Milone Antonino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chirurgia generale

Chirurgia generale - i traumi addominali
Appunto
Chirurgia generale - le lesioni da ingestione di caustici
Appunto
Chrirurgia generale - le peritoniti
Appunto
Chirurgia generale - lo shock: omeostasi, fluidi, elettrolisi
Appunto