Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

tecnicamente efficiente quando per ciascuna combinazione

di input produce la massima quantità di output.

Funzione di produzione:

- Relazione che consente all’impresa di ottenere il massimo

livello di output tecnicamente possibile da ciascuna

combinazione di input impiegati.

Isoquanto di produzione:

- L’insieme di tutte quelle combinazioni di input la cui

trasformazione efficiente produce la medesima quantità di

output.

- Proprietà:

1.Essenzialità degli input

2.Monotonicità della funzione di produzione

3.Convessità della tecnologia

4.Legge della produttività marginale decrescente

Funzione di produzione di BREVE PERIODO (CURVA DEL

PRODOTTO TOTALE)

- Un solo fattore di produzione perche l’altro è fisso

- Parte dall’origineessenzialità input; è

crescentemonotonicità; concavità verso il

bassoquando vale la legge della PMg decrescente

- PMe: misura quanto mediamente un’ unità del fattore

variabile è in grando di produrre del bene in questione;

corrisponde all’inclinazione della congiungente all’orgine

di ogni punto della curva di prodotto totale.

- PMg corrisponde all’inclinazione della tangente in ogni

punto della curva di prodotto totale.

Isoquanto di produzione nel LUNGO PERIODO

- Decrescentemonotonicità della tecnologia; iso piu in alto

a destra corrispondono a quantità di produzione maggiore

(le famiglie di iso non si intersecano mai)monotonicità;

concavità verso l’altoconvessità della tecnologia

Saggio marginale di sostituzione tecnica

- È l’inclinazione dell’isoquanto e

- Ci informa su come l’impresa è in grado di sostituire una

certa quantità di un fattore con l’altro mantenendo la

produzione invariata, rimando cioè sullo stesso isoquanto

- Sempre NEGATIVO

- Definibile come il rapporto tra le PMG (PMg1/PMg2)

- Se gli input sono utilizzati in PROPORZIONI FISSE gli

isoquanti hanno una forma ad angolo:

 Se ci troviamo lungo il tratto verticale il SMST è INFINITO

 Se ci troviamo lungo il tratto orizzontale il SMST è NULLO

- Se gli input sono PERFETTI SOSTITUTI l’output dipende

solo dal loro numero totale e il SMST è COSTANTE

- Al di fuori dei casi particolari il SMST ha andamento

VARIABILE, decresce all’aumentare della quantità

impiegata del fattore di produzione.

La rappresentazione grafica degli isoquanti serve a farci capire

come, nel LUNGO PERIODO, come la produzione totale varia al

variare della quantità impiegata di entrambi i fattori di

produzione:

 RENDIMENTI DI SCALA COSTANTI

 RENDIMENTI DI SCALA CRESCENTI

 RENDIMENTI DI SCALA DECRESCENTI

Funzione di isocosto:

- Raccoglie tutte le combinazioni di input impiegando le quali

l’impresa sostiene lo stesso costo totale

- Rappresenta tutte le combinazioni di input che l’impresa è

in grado di acquistare spendendo lo stesso ammontare di

risorse economiche CT

- RETTA DI ISCOCOSTO

Equilibrio di minimizzazione dei costi:

- Punto di tangenza tra la retta di isocosto e l’isoquanto di

produzione, in cui quindi le due curve hanno la stessa

inclinazione

CONSUMATORE IMPRESA

Massimizza la sua funzione Minimizza i costi relativi a un

obiettivo sottoposta a vincolo di certo livello di output

bilancio

Infinite curve di indifferenza Un solo isoquanto

Una sola retta di bilancio Infinite rette di isocosto

Sceglie la curva di indifferenza Sceglie la retta di isocosto piu

piu alta compatibile bassa compatibile

Sentiero di espansione della produzione:

- La curva che congiunge tutti i punti di equilibrio in

corrispondenza dei diversi isoquanti, ovvero dei diversi

livelli di produzione

- Indica il costo totale di LUNGO PERIODO piu basso per la

produzione di ciascun livello di output

- A parità di quantità prodotta i costi totali sono piu bassi nel

lungo periodo e piu alti nel breve periodo

Costi di BREVE PERIODO dell’impresa:

- Costi totali= CF+CV

 Funzione dei costi fissi è una retta orizzontale

 Funzione dei costi variabili parte dall’origine; cresce

all’aumentare della produzione; in un primo tratto

concavità verso l’alto, poi verso il basso

 Funzione dei costi totali è la funzione dei CV traslata verso

l’alto di un ammontare pari ai CF

- Costi Medi (CMe), ci dice quanto costa mediamente un’

unità di prodotto; data da CT/q;

Forma ad U

Misurano l’inclinazione della retta congiungente l’origine

con tutti i punti della curva dei costi totali

- Costi marginali (CMg), ci dice di quanto aumentano i costi

dell’impresa per far fronte ad un aumento al margine di

un’unità prodotta; data da DELTA CT/DELTA q, ma nel


ACQUISTATO

5 volte

PAGINE

8

PESO

64.57 KB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Schemi del libro di economia politica utilizzato dal Prof. Gilberto Antonelli per il corso di Economia Politica della Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, anno accademico 2010. Tra i principali concetti, quelli di modelli e strumenti di analisi e impresa e teoria della produzione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Antonelli Gilberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Economia politica - lezioni microeconomia e macroeconomia
Appunto
Economia politica
Appunto
Economia politica Unibo Prof. Leoncini
Appunto
Economia Politica (Giurisprudenza)
Appunto