Che materia stai cercando?

Economia politica - la microeconomia

Appunti di Economia politica sulla microeconomia. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: l'equilibrio del consumatore, l'elasticità, i perfetti sostituti, i perfetti complementi. (ad esempio le scarpe: una scarpa presa da sola non aumenterebbe il benessere di... Vedi di più

Esame di Economia Politica docente Prof. A. Graziani

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Filippo Tassitani Farfaglia Corso A I anno

Equilibrio del consumatore

Se consideriamo due beni, x e y, il cui prezzo è rispettivamente indicato da px e py, e un

certo ammontare di reddito a disposizione del consumatore, m, la disequazione p x p y m

+ ≤ ci fornisce

x y l’insieme di bilancio del consumatore, ovvero l'insieme delle

combinazioni di x e y che egli può acquistare, dati px , py e m.

p x p y m x y + = è l’equazione che definisce la retta di bilancio del consumatore, ovvero

l’insieme delle combinazioni di x e y per l’acquisto delle quali il consumatore spende

l’intero reddito a sua disposizione.

La teoria delle scelte del consumatore si preoccupa di spiegare come un individuo prenda

decisioni razionali tenendo conto del proprio vincolo di bilancio. Se il vincolo di bilancio

rappresenta ciò che l’individuo può fare e le curve d’indifferenza ciò che egli vuole fare,

dall’unione di questi aspetti riusciamo a stabilire cosa il consumatore realmente fa. Le sue

preferenze determinano, infatti, la particolare configurazione della mappa d’indifferenza,

influenzano il valore del saggio marginale di sostituzione ovvero l’ ammontare di un bene

che un consumatore è disposto a cedere in favore di un altro SMS=-V/C. e

suggeriscono l’opportunità di ricorrere a determinati passaggi algebrici per calcolare la

scelta ottima. Sotto le ipotesi di completezza, transitività e non sazietà, le cosiddette

“preferenze regolari”, sono rappresentate da curve d’indifferenza convesse, con saggio

marginale di sostituzione decrescente. Va però tenuto conto dei seguenti assiomi sul si

comportamento del consumatore:

-Completezza: il consumatore è in grado di decidere se un bene è meglio dell’altro.

-Razionalità: se A>B e B>C allora A>C.

-Riflessività: ogni paniere è indifferente a sé stesso

-Non saturazione: tra 2 panieri A e B che hanno i primi n-1 uguali ma l’ennesimo bene è

maggiore in A che non in B allora A è preferito a B.

-Indifferenza e continuità: se esiste un paniere indifferente al 1° ne esistono infiniti di

indifferenti.

-Stretta convessità: insieme strettamente convesso è quello che contiene tutti i panieri

preferiti ed indifferenti ad un dato paniere.

Qualora si modifichino le ipotesi iniziali, sottostanti il caso generale, la mappa

d’indifferenza può assumere una configurazione differente rispetto alla figura traducendosi

nei casi particolari dei perfetti sostituti e perfetti complementi.

Perfetti sostituti (come ad esempio possono essere una penna blu ed una nera: il

consumatore non ha beneficio maggiore ad acquistare una penna blu rispetto ad una

penna nera e ovviamente viceversa)

che nel grafico disegnano curve di indifferenza che sono delle rette. Perfetti sostituti sono

dei beni quando l’SMS di un bene rispetto all’altro bene è costante.

Perfetti complementi (ad esempio le scarpe: una scarpa presa da sola non

aumenterebbe il benessere di un consumatore che per aumentare il proprio benessere

avrebbe comunque bisogno di una scarpa destra e una sinistra).

che nel grafico disegnano coppie di rette perpendicolari fra loro.

I consumatori scelgono una consumazione di beni che massimizzi le soddisfazioni entro il

vincolo di bilancio. Il paniere che massimizzi le soddisfazioni deve trovarsi sulla retta di

bilancio e deve offrire la combinazione di beni più soddisfacente. Per avere la massima

soddisfazione la curva di indifferenza deve essere tangente la retta del vincolo di bilancio.


PAGINE

5

PESO

145.55 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia politica sulla microeconomia. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: l'equilibrio del consumatore, l'elasticità, i perfetti sostituti, i perfetti complementi. (ad esempio le scarpe: una scarpa presa da sola non aumenterebbe il benessere di un consumatore che per aumentare il proprio benessere avrebbe comunque bisogno di una scarpa destra e una sinistra)


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Graziani Augusto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Economia politica - la macroeconomia
Appunto
Economia politica - Esercizi (prima parte)
Esercitazione
Economia politica - Esercizi (seconda parte)
Esercitazione
Economia politica - Esercizi
Esercitazione