Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Dunque i fattori di produzione fluiscono dagli individui alle imprese, mentre beni e servizi

fluiscono dalle imprese agli individui.

L’anello esterno del diagramma rappresenta il corrispondente flusso di moneta: gli

individui spendono denaro per acquistare beni e servizi dalle imprese, queste utilizzano

parte del ricavato per acquistare fattori di produzione (es. per pagare i salari agli operai);

ciò che rimane è il profitto, distribuito ai proprietari delle imprese, che sono a loro volta

individui, Quindi la spesa per beni e servizi fluisce dagli individui alle imprese, e il

reddito, in forma di salari, rendite e profitti, fluisce dalle imprese agli individui.

 La frontiera delle

possibilità di produzione:

descrive le combinazioni tra

due prodotti che un sistema

economico può ottenere date

le risorse e la tecnologia a

sua disposizione. Il sistema

economico può collocarsi in

qualsiasi punto sulla frontiera

o all’interno di essa: i punti al

di fuori della frontiera non

sono raggiungibili date le

risorse disponibili. Questo

modello semplifica una realtà

complessa, mettendo in luce

e chiarendo alcuni concetti

fondamentali quali l’efficienza,

le scelte alternative, il costo-

opportunità, e crescita

economica.

Nella figura a fianco è possibile

visualizzare come una

innovazione tecnologia di uno

dei due beni prodotti, comporta

una maggiore produzione dello

stesso e sposta verso l’esterno

la curva delle possibilità d

produzione, facendo aumentare

il numero di entrambi i beni che

il sistema economico può

produrre. anche l’economia può essere studiata a diversi

Microeconomia e Macroeconomia:

livelli: possiamo dedicarci allo studio del comportamento dei singoli soggetti, individui o

imprese o possiamo considerare l’interazione tra imprese e individui in mercati specifici.

Ancora, possiamo analizzare il funzionamento dell’economia nel suo complesso, cioè della

sommatoria delle attività di tutti gli attori in tutti i mercati. L’economia è tradizionalmente

suddivisa in due discipline:

1. La microeconomia ossia lo studio dei processi decisionali dei singoli (imprese e

individui) e della loro interazione in singoli mercati

2. la macroeconomia ossia lo studio dei fenomeni che riguardano il sistema

economico nel suo complesso.

Un microeconomista si potrà occupare degli effetti della legge sull’equo canone sul

concorrenza straniera sull’industria

mercato immobiliare di una certa città, degli effetti della

automobilistica americana o degli effetti dell’istruzione obbligatoria sul reddito dei lavori.

Un macroeconomista si dedicherà allo studio degli effetti del debito pubblico, dei

cambiamenti nel tempo del tasso di disoccupazione, di provvedimenti alternativi per

incentivare la crescita del tenore di vita in una nazione. Microeconomia e macroeconomia

sono strettamente correlate. I cambiamenti del sistema economico sono generati dalle

economici. È quindi impossibile affrontare un’analisi

decisioni di milioni di singoli soggetti

macroeconomica se non si sono compresi a fondo i processi microeconomici soggiacenti

I due ambiti dell’Economia

Spesso si chiede agli economisti di spiegare le cause di un evento economico. A volte

viene loro chiesto di suggerire provvedimenti per migliorare il sistema economico.

Possiamo affermare che quando un economista cerca di spiegare il mondo è uno

scienziato,; ma quando cerca di migliorarlo, diventa un consigliere politico.

• L’economia positiva tratta di spiegazioni oggettive e scientifiche: ad esempio, se si

impone una tassa sulla produzione di un bene il prezzo di quel bene tenderà ad

aumentare Una affermazione positiva è descrittiva e cerca di spiegare il mondo come è.

• L’economia normativa propone soluzioni basate su giudizi di valore personali: ad

esempio si potrebbe proporre una tassa sulle sigarette per scoraggiarne il consumo. Una

affermazione normativa è prescrittiva e cerca di spiegare il mondo come dovrebbe

essere.

Valutazioni divergenti fra economisti:

differenze nell’interpretazione scientifica Economisti diversi possono essere in

 disaccordo su teorie positive alternative circa il funzionamento del sistema

differenze nell’interpretazione scientifica,

economico. Sono queste appunto

dove, in pratica, essendo l’economia una scienza giovane dove c’è ancora molto da

imparare, gli economisti si scontrano spesso perchè hanno punti di vista diversi

sulla validità di teorie alternative o sul valore di importanti parametri.

Differenze di valori: Economisti diversi possono avere valori diversi e, perciò,

 diverse posizioni normative su ciò che la politica dovrebbe fare.

Aldilà di quanto possa sembrare però sono molto gli argomenti su cui gli economisti hanno

pareri pressocchè unanimi. Ecco dieci importanti proposizioni ritenute corrette dalla

stragrande maggioranza di un campione di economisti operanti nelle imprese,nel governo

e nelle università:

imporre in tetto ai canoni di locazione produce quantità e qualità dell'offerta sul

1. mercato immobiliare

dazi e contingentamento delle importazioni riducono il benessere economico

2. Generale

tassi di cambio flessibili oscillanti garantiscono aggiustamenti monetari

3. internazionali efficaci

La politica fiscale espansiva (per esempio, tagli alle imposte e aumento della spesa

4. pubblica) ha effetti positivi su una economia che non ha raggiunto il pieno impiego

se fosse necessario porre un vincolo di pareggio al bilancio dello Stato, lo si

5. dovrebbe fare considerando periodo corrispondente al ciclo economico, e non anno

per anno

un trasferimento in denaro aumenta il benessere di chi lo percepisce più di quanto

6. lo faccia un trasferimento in natura di uguale valore monetario

un deficit elevato del bilancio dello Stato ha un effetto negativo sull'economia

7. il salario minimo aumentare la disoccupazione tre giovani e i lavoratori meno

8. qualificati

i governi dovrebbero ristrutturare il sistema di previdenza sociale nel senso di “una

9. imposizione negativa sul reddito”


PAGINE

6

PESO

311.48 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia politica
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Rossi Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Economia politica - curva di Phillips
Appunto
Economia politica - Appunti
Appunto
Economia politica - Appunti
Appunto
Microeconomia - Appunti
Appunto