Che materia stai cercando?

Economia - Parte 2 Appunti scolastici Premium

Appunti di Economia ed Organizzazione Aziendale del prof. Spoldi, seconda parte: il bilancio aziendale, l'impresa, la sopravvivenza, la gestione aziendale, i principi contabili, fondamenti di contabilità, lo Stato Patrimoniale, il Conto Economico, il ROI.

Esame di Economia ed organizzazione Aziendale docente Prof. L. Spoldi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lucidi Economia (Spoldi): Seconda parte del corso

- gestione atipica: detta anche gestione - gestione fiscale: riguarda le imposte

Riclassificazione Conto Economico

Come riclassificare il bilancio

==Il bilancio d’esercizio== Posto che:

La lettura del bilancio consente di evidenziare il patrimoniale, si occupa degli sul reddito d’impresa e dà origine

Riclassificazione del bilancio Forma civilistica componenti del

reddito di esercizio conseguito dall’impresa in

Il processo di riclassificazione del investimenti accessori o patrimoniali all’accantonamento imposte. La

reddito evidenziate per natura

un dato periodo e dunque l’entità dell’utile da

bilancio consiste nell’operazione di (es. Affitto locali a terzi, dividendi da differenza tra risultato ante imposte e

Forma tecnica componenti del

distribuire agli azionisti o della perdita da

passaggio dei due prospetti del bilancio partecipazioni finanziarie etc). La accantonamento origina il risultato

reddito evidenziate per natura e per

coprire.

(Stato Patrimoniale e Conto differenza tra costi e ricavi produce il netto.

destinazione (aree della gestione

Il contenuto del bilancio assume maggior valore

Economico) dalla forma civilistica ossia risultato della gestione atipica, che C.E. a “costi e ricavi del venduto”

aziendale)

indicativo attraverso la riclassificazione, che

prevista dal Codice Civile (e destinata sommato al risultato operativo Si parte dai Ricavi di vendita per

può avvenire in vari modi, in base alle Individuiamo due schemi tra i più

alla pubblicazione) alla forma tecnica. caratteristico porta al risultato operativo giungere al risultato netto:

numerose e differenti esigenze informative della diffusi:

Il fine di tale operazione è quello di globale; + Ricavo del venduto

direzione aziendale. Non esiste un’unica forma C.E. a ricavi e costo del venduto

migliorare la capacità di - gestione finanziaria: origina oneri e - Costo del venduto

di riclassificazione né per il Conto Economico C.E.secondo la nozione di valor

programmazione e il controllo della ricavi finanziari (es. Interessi passivi da = Risultato Lordo

né per lo Stato Patrimoniale, qui si forniranno aggiunto

gestione dell’impresa; a partire dalla pagare sui finanziamenti ottenuti, - Spese commerciali, amministrative e

format tecnica (o riclassificata) del alcuni tra gli schemi maggiormente utilizzati. interessi attivi derivanti dagli generali

C.E., le aree di gestione

Prima di vedere tali schemi occorre

bilancio sarà infatti possibile calcolare investimenti finanziari effettuati). La = Risultato operativo caratteristico

precisare come la forma civilistica non

una serie di indici o quozienti detti differenza tra costi e ricavi dà origine al + proventi diversi

consenta di capire come e perchè si sia

indicatori o indici di bilancio, attraverso risultato della gestione finanziaria che = Risultato operativo globale

formato il reddito d’esercizio, che

i quali sarà possibile condurre analisi sommato al risultato operativo globale - Oneri finanziari, + Proventi finanziari

attiene alle diverse aree della gestione:

dettagliate sui risultati della gestione e identifica il risultato ordinario; = Risultato ordinario

- gestione caratteristica (tipica): è

sulla situazione economico-finanziaria - gestione straordinaria: è relativa ad + o – componenti straordinari

relativa al processo di acquisizione dei

dell’impresa. attività non ricorrenti (es. vendita = risultato ante imposte

fattori produttivi, alla loro immobile, danni per incidenti, furti - accantonamento imposte

trasformazione e vendita. La differenza etc); la differenza tra costi e ricavi = risultato netto

tra costi e ricavi di tale gestione genera il risultato della gestione

produce il risultato operativo straordinaria che sommato al risultato

caratteristico; ordinario porta al risultato ante

imposte;

- Attività immobilizzate (IM): voci - Capitale Circolante Netto (CCN):

C.E. a “nozione del valor aggiunto” Le finalità dell’analisi di bilancio

Riclassificazione Stato Patrimoniale

Anche qui si parte dai Ricavi di vendita Dei vari schemi presentiamo quello che dell’attivo che si possono/devono rappresenta il complesso dei mezzi Bilancio in forma legale per informare i

per giungere al Ris. netto: riorganizza le voci dello Stato Patrimoniale trasformare in moneta dopo un periodo finanziari impegnati per sostenere e soggetti esterni all’impresa

conseguire una certa quota di fatturato.

+ Ricavo del venduto secondo il criterio della liquidità, ossia accorpa superiore all’anno. Nell’esempio un Forma tecnica per consentire un

+ rim. Finali – rim. Iniziali + impianti E’ calcolabile come differenza tra le

le voci secondo una scala di attitudine di impianto del valore di 600. approfondimento dei risultati da parte

costruiti in economia - Attività circolanti (AC): voci Attività Circolanti e le Passività

ciascuna voce a tornare moneta, presentandole a dei soggetti interni all’impresa

= Valore produzione caratteristica dell’attivo che si trasformeranno in Circolanti: CCN = AC – PC Controllo

partire da quelle per le quali occorre maggior – analisi delle cause

- acq. Mat. Prime – rim. iniziali m.p. + tempo, sino a giungere a quelle già moneta entro un periodo di tempo Le Attività circolanti sono: nell’esercizio trascorso ed azioni

rim. finali m.p. – costi ind. + altri ricavi immediatamente liquide, secondo lo schema inferiore all’anno. Nell’esempio: - Rimanenze di magazzino correttive per l’esercizio successivo

e proventi seguente, che analizzeremo voce per voce. Rimanenze materie prime 150 - Crediti verso clienti Programmazione – definizione degli

- Crediti verso imprese a breve

= Valore aggiunto lordo Crediti verso clienti 400 obiettivi per il successivo esercizio

Attivo Passivo+netto

- Costo del lavoro Disponibilità liquide 800 - Crediti verso altri

Attività 600 Netto 1450

= Margine operativo lordo - Passività Consolidate (PL): voci del - Ratei e risconti attivi

Immob.

- amm.ti e svalutazioni - passivo che si devono restituire ai - Disponibilità liquide

(IM) Le Passività circolanti sono:

accantonamenti creditori dopo un periodo superiore

Attività 1350 Passività 300 - Obbligazioni (parte corrente)

= Risultato operativo globale all’anno. Nell’esempio un mutuo per

Circolanti Consolidate - Mutui passivi (parte corrente)

+ proventi fin. – oneri fin. l’acquisto dell’impianto.

(AC) (PL) o a M/L - Passività circolanti (PC): voci del - Debiti verso consociate

= risultato ordinario termine passivo (debiti a breve) che si devono - Debiti verso fornitori

+ proventi str. – oneri str. Passività 200 - Debiti diversi

= risultato ante imposte restituire ai creditori entro un periodo

Circolanti o a - Debiti a breve verso banche

- Accantonamento imposte inferiore all’anno. Nell’esempio debiti

breve term. verso i fornitori per 200 - Ratei e risconti passivi

= risultato netto Tot.attivo 1950 Tot.pass+netto 1950 Pag. 4 di 6

Lucidi Economia (Spoldi): Seconda parte del corso ROE – Return On Equity

==Il bilancio d’esercizio I== Indici di bilancio Indici di redditività

Sono tre le principali famiglie di indici di Redditività del Capitale Netto (Return on ROE = Risultato Netto / Capitale Netto :

Analisi di bilancio (schema) bilancio, ognuna in grado di fornirci Equity) Il Risultato Netto (RE) è il dato finale del

distintamente informazioni: ROE = Risultato Netto / Capitale Netto conto economico riclassificato

Indici di redditività Redditività del Capitale Investito (Return Il Capitale Netto è la media aritmetica

Misurano la capacità dell’impresa di on Investment) tra i due valori di Capitale Netto: quello

remunerare il capitale ROI= Risultato Operativo / Capitale di inizio esercizio (N) e quello di fine

Indici di posizione di liquidità Investito esercizio (N+1)

Capacità dell’impresa di fronteggiare i Redditività delle Vendite (Return on Il ROE, generalmente in forma di

fabbisogni finanziari Sales) percentuale, esprime la remunerazione

Indici di solidità patrimoniale ROS = Risultato Operativo / Ricavi di del capitale che gli azionisti hanno

Misurano il bilanciamento fra capitale Vendita conferito all’impresa

proprio e capitale di terzi Rotazione del Capitale investito (nella Il ROE va comparato con le

gestione caratteristica) remunerazioni in impieghi alternativi

Indici di redditività

… del capitale netto (ROE) ROT = Ricavi di Vendita / Capitale

… del capitale investito nella gestione Investito

caratteristica (ROI)

… delle vendite (ROS) Da cui: ROI = ROS*ROT

… di rotazione del capitale investito nella

gestione caratteristica (ROT)

ROI – Return On Investment ROI – globale ROI – caratteristico ROT – Rotazione capitale investito ROI - scomposizione

ROI = RO / Capitale Investito ROI = Risultato Operativo Globale / Il ROI misura la capacità di: ROT =Ricavi di Vendita / Capitale Possiamo già ora notare che:

Il Risultato Operativo (RO) è dato dal Capitale Investito : -acquisire a condizioni vantaggiose i Investito

margine operativo lordo (MOL) meno la Il Risultato Operativo Globale (RO) è la fattori di produzione I Ricavi di Vendita (RV) sono sempre ROS*ROT = (R.O. / R.V.) * (R.V. / C.I.)

somma di (ammortamenti + somma dei risultati della gestione -combinare tra loro i fattori x ottenere dati dal valore globale dei Ricavi Netti di = R.O. / C.I. = ROI

accantonamenti) del conto economico caratteristica, della gestione atipica, di un prodotto di buona qualità vendita del conto economico

riclassificato ammortamenti e accantonamenti -vendere a condizioni vantaggiose riclassificato Inoltre:

Il Capitale Investito è la media aritmetica Il Capitale Investito continua ad essere la Il ROI non misura la capacità di gestire le Il Capitale Investito è sempre la media ROI = Risultato Operativo caratteristico /

tra i due valori dell’Attivo (IM+AC): media aritmetica tra i valori dell’Attivo di risorse finanziarie necessarie all’impresa aritmetica tra i due valori dell’Attivo Capitale Investito

quello di inizio esercizio (N) e quello di inizio (N) e di fine esercizio (N+1) (IM+AC) impiegato nella gestione

ROS – Return On Sales

fine esercizio (N+1) ROS = Risultato Operativo Caratteristico caratteristica: quello di inizio esercizio moltiplicando il secondo membro per:

ROI – caratteristico

Il ROI, generalmente in forma di ROI = Risultato Operativo Caratteristico / Ricavi di Vendita (N) e quello di fine esercizio (N+1) Ricavi di Vendita / Ricavi di Vendita

percentuale, esprime la remunerazione / Capitale Investito Il Risultato Operativo Caratteristico Il ROT, generalmente in termini di unità, (=1) si ottiene

del capitale lordo che i soggetti Il Risultato Operativo Caratteristico (RO- (RO-PG) è dato dal margine operativo esprime il numero di volte in cui il

interessati (i “creditori”) hanno affidato PG) è dato dal margine operativo lordo lordo (MOL) meno i proventi della capitale investito si trasforma in mezzi ROI = (R.O.c. / C.I.) * (R.V./R.V.)

all’impresa; il ROI può calcolarsi come (MOL) meno i proventi della gestione gestione atipica del conto economico finanziari attraverso le vendite ovvero ROI=(R.O.c. / R.V.) * (R.V. / C.I)

“globale” o “caratteristico” atipica del conto economico riclassificato misura la capacità del management nella

riclassificato I Ricavi di Vendita (RV) sono dati dal gestione commerciale Da cui di nuovo ROI = ROS * ROT

Il Capitale Investito continua ad essere la valore globale dei Ricavi Netti di vendita

media aritmetica tra i due valori del conto economico riclassificato

dell’Attivo (IM+AC) impiegato nella Il ROS, generalmente in forma di

gestione caratteristica: quello di inizio percentuale, esprime il grado di

esercizio (N) e quello di fine esercizio efficienza della gestione caratteristica

(N+1) ossia misura la capacità del management

nella gestione dei costi di produzione Pag. 5 di 6


PAGINE

6

PESO

94.14 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria informatica
SSD:
Docente: Spoldi Luca
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia ed organizzazione Aziendale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Spoldi Luca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia ed organizzazione aziendale

Economia ed organizzazione aziendale - Domande di microeconomia
Esercitazione
Microeconomia - completo
Appunto
Riclassificazione
Appunto