Che materia stai cercando?

Economia monetaria - la struttura e il ruolo del sistema finanziario Appunti scolastici Premium

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla struttura e sul ruolo del sistema finanziario. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i rapporti finanziari, il reddito, il valore di rimborso e la scadenza, la selezione avversa, il rischio morale, le funzioni del sistema finanziario, i mercati finanziari, gli... Vedi di più

Esame di Economia Monetaria docente Prof. G. Ciccarone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LEZIONE 2: Struttura e ruolo del sistema finanziario

Rapporti finanziari: titoli di proprietà e di credito. Realizzano la

separazione tra proprietà e gestione del capitale produttivo. Le attività-

passività finanziarie si differenziano per le condizioni contrattuali

riguardanti: (i) l’impegno alla restituzione dei fondi, (ii) il pagamento degli

interessi, (iii) le garanzie collaterali e (iv) le condizioni per il rimborso

anticipato (qualora venga meno la fiducia nella solvibilità del debitore).

Reddito, valore di rimborso e scadenza. Definibili solo a posteriori per

titoli di proprietà; di norma a priori per i titoli di credito: chi li detiene ha

diritto, come interesse, ad una quota predeterminata dei profitti futuri

dell’impresa. Rischio di non ottenere il rendimento promesso, o la

restituzione dei fondi: situazioni produttive che determinano insolvenza.

I creditori si assumono, in varia misura, il rischio del debitore: disporre di

informazioni. Le prospettive future dell’impresa (e del settore pubblico) non

sono note con certezza e l’acquisizione di informazioni è costosa: gli

operatori non si impegnano in questa attività se non si attendono di ottenere

un beneficio superiore al costo sostenuto. Informazioni asimmetriche:

• Î

“selezione avversa” una parte possiede, prima della stipula di un

contratto, informazioni non note alla controparte (informazione nascosta);

situazione dell’emittente che ha maggiori informazioni del sottoscrittore:

conosce rendimento e rischio dei suoi investimenti; l’altro conosce

rendimento e rischio medio di una più ampia classe di progetti.

• Î

“rischio morale” asimmetria, che sorge dopo la stipula del contratto,

sul comportamento di una delle parti (azione nascosta); il debitore, ottenuti

i fondi sulla base di un progetto di investimento con determinate

caratteristiche di reddito e rischio, cambia progetto contando sul fatto che

il finanziatore non è in grado di controllare e contrastare la sua decisione.

In presenza di incertezza, la negoziabilità consente di acquisire i titoli a

lunga scadenza che soddisfano le esigenze delle imprese. Se i titoli

richiedessero di attendere la scadenza per riottenere i fondi: scoraggiato il

prestito; se fossero a breve termine, scoraggiato l’indebitamento.

Le funzioni del sistema finanziario

Per realizzare il prestito si sostengono costi di transazione (ricercare la

Î

controparte, raccogliere informazioni, ecc.) organizzazione e sviluppo di

istituzioni finanziarie: enti, strumenti e procedure che diffondono le

informazioni e facilitano l’individuazione della controparte.

L’allocazione del nuovo credito influenza i processi produttivi futuri: quanto

più è indirizzato verso individui con capacità imprenditoriale, tanto maggiori

saranno l’efficienza produttiva e le potenzialità di crescita dell’economia.

Le istituzioni finanziarie operano anche per accrescere la liquidità dei titoli:

ridurre il tempo, e il costo, per trasformarli in disponibilità monetarie

utilizzabili per la spesa. Quanto più liquidi sono, tanto maggiore è la loro

accettabilità: il sistema finanziario accresce la liquidità dei vecchi crediti. Le

istituzioni finanziarie forniscono le forme che meglio fronteggiano:

• rischio di controparte, collegato all’insolvenza del debitore;

• rischio di mercato, relativo alla possibilità che il valore di mercato del

titolo si discosti, per variazioni nei livelli dei tassi di interesse (rischio di

interesse) o del tasso di cambio (rischio di cambio), da quello atteso al

tempo della sottoscrizione;

• rischio di valore reale, prodotto da una possibile differenza tra il potere di

acquisto futuro del titolo e i valori attesi dall’acquirente;

• rischio di liquidità, legato alla possibilità che il titolo non trovi sul

mercato adeguate condizioni di negoziabilità.

Istituzioni che operano nel sistema finanziario.

• Mercati finanziari. Facilitano l’incontro diretto tra creditore e debitore

finale; rapporto finanziario: scambio di titoli diretti; esempio tipico: Borsa-

valori. Rapporti di mercato: hanno carattere impersonale; condizioni

(prezzi di mercato) in larga parte disponibili pubblicamente.

• Intermediari creditizi. Finanziano i debitori finali con i fondi raccolti

collocando propri titoli presso i creditori finali; due rapporti creditizi

indipendenti; titoli indiretti; principali istituzioni: banche, fondi comuni di

investimento, fondi pensione, ecc. Rapporti di credito: fondati su

informazioni private derivanti da relazioni personali.

2

I mercati finanziari

Nei mercati mobiliari gli operatori si scambiano titoli di proprietà e titoli di

credito di vecchia e di nuova emissione. Motivazioni:

• speculazione: acquisto o vendita di un titolo deciso sulla base dello

scarto tra il suo prezzo corrente e il prezzo futuro atteso: con attese di

prezzi (de)crescenti, si acquista (vende) il titolo.

• arbitraggio: scambio di un titolo con un altro effettuato quando la

differenza dei loro prezzi correnti copre almeno il costo

dell’operazione; il soggetto considera soltanto i prezzi di mercato, senza

formulare alcuna aspettativa sui prezzi futuri.

I mercati devono essere organizzati in modo efficiente, con procedure

semplificate; comunicazioni rapide e diffuse; rispetto degli orari;

pubblicizzazione delle informazioni relative agli scambi; procedure che

garantiscano il rispetto degli obblighi contrattuali ecc. Ciò richiede costi fissi

Î standardizzate le caratteristiche dei titoli, stimolare l’intervento di

operatori specializzati, pubblicizzare prezzi e volumi di scambi.

Le quotazioni “informano” sul valore corrente dei titoli. Gli scambi

avvengono perché esistono (oltre che differenti preferenze individuali)

differenti informazioni sui rendimenti futuri e quindi differenti valutazioni

“soggettive” del loro reddito e rischio. Il prezzo segnala il valore che il

“mercato” attribuisce a un determinato titolo; è un segnale anche per il

debitore che stimola a migliorare la redditività: con andamento negativo delle

quotazioni, gli amministratori rischiano una scalata di investitori esterni

all’impresa che intendono riorganizzarla sostituendo l’attuale management.

Condizione necessaria per efficienza informativa del mercato (capacità di

trasformare in pubbliche le informazioni private, a costo ridotto): presenza di

investitori informati che aumenta il contenuto informativo delle quotazioni.

La valutazione delle prospettive future dell’impresa dovrebbe riguardare i

“fondamentali”. All’aumentare del numero degli operatori “più informati”,

aumenta la capacità informativa dei prezzi, ma si riduce il beneficio

dell’informazione. Il mercato può non essere perfettamente informativo.

3


PAGINE

7

PESO

51.37 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla struttura e sul ruolo del sistema finanziario. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i rapporti finanziari, il reddito, il valore di rimborso e la scadenza, la selezione avversa, il rischio morale, le funzioni del sistema finanziario, i mercati finanziari, gli intermediari creditizi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Monetaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ciccarone Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia monetaria

Economia monetaria - la prova d'esame 2008
Esercitazione
Economia monetaria - l'intermediazione finanziaria
Appunto
Economia monetaria - l'interazione tra politica fiscale e politica monetaria
Appunto
Economia monetaria - test  03.2008
Esercitazione