Che materia stai cercando?

Economia monetaria - la struttura e il ruolo del sistema finanziario Appunti scolastici Premium

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla struttura e sul ruolo del sistema finanziario. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i rapporti finanziari, il reddito, il valore di rimborso e la scadenza, la selezione avversa, il rischio morale, le funzioni del sistema finanziario, i mercati finanziari, gli... Vedi di più

Esame di Economia Monetaria docente Prof. G. Ciccarone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il mercato di Borsa si articola in tre sezioni:

• mercato primario per le nuove emissioni;

• mercato secondario per gli scambi sui titoli esistenti;

• mercato a termine per contrattazioni su titoli (o merci) da scambiare a

date future. Motivazioni speculative, di arbitraggio e di copertura: un

soggetto si impegna in un acquisto o vendita a scadenza e, non volendo

assumersi il rischio di eventuali variazioni del prezzo, si copre effettuando

un’operazione a termine di segno opposto all’impegno a scadenza.

Il mercato secondario rende liquide attività patrimoniali (il capitale

produttivo) che liquide non sono (appaiono liquide). La maggiore liquidità

dei titoli rappresentativi del capitale aumenta la desiderabilità da parte dei

detentori di ricchezza; la maggiore domanda aumenta le contrattazioni; la

possibilità di disporre in maniera continuativa di quotazioni attendibili

favorisce la negoziabilità; la maggiore liquidità stimola gli scambi, aumenta

la dimensione del mercato e ne rafforza la funzione informativa. Tanto più

liquido è il titolo e tanto più informate sono le parti, tanto più conveniente è il

collocamento di nuovi titoli e più intensa la crescita della capacità produttiva.

Funzione più significativa del mercato finanziario: facilitare l’afflusso di

nuovo risparmio verso gli investimenti delle imprese migliori. Il ricorso al

mercato primario è condizionato dalle quotazioni del secondario: quanto

più favorevole è la valutazione delle prospettive dell’impresa, tanto maggiore

sarà la sua quotazione e tanto più facile la raccolta di fondi.

Efficienza funzionale del mercato finanziario tanto maggiore quanto più è:

• organizzato, poiché le transazioni devono avvenire secondo procedure

che facilitino gli scambi, permettano un’interpretazione corretta dei

movimenti dei corsi e limitino le asimmetrie informative;

• ampio, in quanto è necessaria la presenza di una molteplicità di titoli sui

quali esercitare le scelte;

• spesso, perché contrattazioni frequenti e numerose sono essenziali per

dare significatività alle quotazioni. 4

Gli intermediari creditizi

Funzione degli intermediari finanziari non diversa da quella dei mercati:

individuare i soggetti meritevoli di credito e accrescere la liquidità dei titoli.

Diverse tipologie di intermediari, individuate dalle attività che privilegiano.

• Attività di mediazione (inclusa quella di consulenza): attività di

supporto dei mercati che si realizza, ad esempio, quando gli individui

ricorrono al servizio di un istituto finanziario per acquistare o vendere

titoli, oppure quando le imprese si appoggiano su un sindacato di

banche per collocare i propri titoli. I proventi degli intermediari sono

costituiti da commissioni sui servizi prestati e non da interessi.

• Attività assicurativa: l’aspetto di intermediazione risiede nel fatto che

le passività degli intermediari (il valore attuariale dei contratti) si

trasformano in altre attività patrimoniali (immobili, titoli, prestiti).

• Attività di intermediazione finanziaria: raccoglie fondi presso i

possessori di ricchezza per investirli in strumenti del mercato; è svolta

dalle società finanziarie e dai fondi comuni di investimento.

• Attività di intermediazione creditizia: stipula di contratti di credito

personale le cui condizioni comprendono impegni di corresponsione di

interessi e di rimborso dei fondi alle scadenze pattuite. La raccolta

avviene attraverso l’emissione di titoli aventi spesso il carattere di

relazione personale. Attività tipica delle società finanziarie, delle

banche d’affari, delle società di leasing e factoring, ma soprattutto delle

banche con raccolta a breve e a medio termine.

Anche nel caso dei titoli indiretti le condizioni contrattuali sono varie. In

alcuni contratti il rendimento può essere calcolato solo a posteriori (quote dei

fondi comuni di investimento). Ma anche se rendimento, scadenza e valore di

rimborso sono definiti a priori, come nel credito bancario, non si può

escludere l’insolvenza del debitore.

L’attività degli intermediari comporta costi di gestione che, se

sistematicamente superiori a quelli delle operazioni di finanziamento con

titoli diretti, non renderebbero appetibile l’attività stessa.

5

Nella realtà, esistono fattori che producono vantaggi competitivi superiori ai

costi dell’intermediazione. La possibilità di gestire un volume di fondi

notevolmente più elevato di quello dei singoli investitori permette loro di:

• sfruttare le economie di scala, riducendo l’incidenza dei costi fissi;

• realizzare una migliore diversificazione del rischio;

• disporre di informazioni puntuali sui propri clienti, per effetto dei

rapporti diretti e di lungo periodo intrattenuti;

• garantire una maggiore liquidità sui titoli di propria emissione.

Elevati costi (raccolta e selezione delle informazioni sulla clientela;

monitoraggio sugli affidati): specializzarsi nel finanziamento di progetti che,

per la difficile valutazione del rendimento, avrebbero sul mercato un elevato

premio per il rischio. Per garantirsi relazioni di lungo periodo, il cliente

fornisce informazioni riservate alla banca, riducendone il rischio rispetto a

quello attribuito dal mercato ai titoli della stessa impresa.

Relazioni di lungo periodo: l’intermediario deve avere la capacità e

l’organizzazione per verificare la validità dell’informazione. Soffre di uno

svantaggio informativo che può impedirgli di discriminare a priori i progetti

meno rischiosi (selezione avversa), o di contrastare a posteriori le decisioni di

impiegare i fondi in progetti più rischiosi di quanto originariamente previsto

(rischio morale). Queste difficoltà possono impedire di prevedere premi per il

rischio, e quindi tassi di interesse differenziati: gli intermediari richiedono

garanzie collaterali e, in alcune circostanze, razionano il credito.

I titoli indiretti sono caratterizzati da un maggior grado di liquidità, per

impegno contrattuale dell’emittente (depositi bancari o rimborso delle quote

dei fondi comuni) e da un minor rischio, per la convinzione che l’istituto

debitore sia solvibile. Le passività degli intermediari appaiono meno

rischiose dell’attività delle imprese dei cui risultati futuri sono la

rappresentazione. La garanzia della solvibilità è fornita da un capitale netto

che genera fiducia. Rafforzamento patrimoniale: i risultati economici

permettno di coprire le perdite sui crediti, di garantire la remunerazione dei

proprietari e di incrementare il capitale. Il differenziale tra tassi d’interesse

attivi e passivi è condizionato dai valori-obiettivo di queste variabili.

6


PAGINE

7

PESO

51.37 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla struttura e sul ruolo del sistema finanziario. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i rapporti finanziari, il reddito, il valore di rimborso e la scadenza, la selezione avversa, il rischio morale, le funzioni del sistema finanziario, i mercati finanziari, gli intermediari creditizi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Monetaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ciccarone Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia monetaria

Economia monetaria - la prova d'esame 2008
Esercitazione
Economia monetaria - l'intermediazione finanziaria
Appunto
Economia monetaria - l'interazione tra politica fiscale e politica monetaria
Appunto
Economia monetaria - test  03.2008
Esercitazione