Che materia stai cercando?

Economia monetaria - la funzione lagrangiana

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla funzione Lagrangiana. Gli argomenti trattati sono i seguenti: l' ottimizzazione intertemporale, il discreto, la tecnologia di produzione, il consumatore, i beni di consumo, la dinamica del consumo, i mercati perfettamente concorrenziali, la condizione di trasversalità,... Vedi di più

Esame di Economia Monetaria docente Prof. G. Ciccarone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Produzione nella produzione (e

L’impresa deve decidere come distribuire la quantità di k t

vendita) del bene da consumare nel periodo corrente c e di quello da consumare

t

nel periodo futuro c : produce f(k ), ne vende ai consumatori c e ne destina la

t+1 t t

quantità restante k = f(k )–c alla produzione del bene da vendere ai consumatori

t+1 t t

nel periodo successivo: c = f(k ). L’insieme delle possibilità produttive è

t+1 t+1

rappresentato dalla curva di trasformazione (2).

L’impresa massimizza il profitto, ossia, nel nostro caso, dove il costo totale è un

dato pari a k in termini reali, il ricavo. Se fissiamo il prezzo del bene consumato

t

oggi come il numerario, 1/(1 + r) è il prezzo di una unità di consumo futuro e il

problema dell’impresa diventa: 1 1 [ ]

( )

= + = + −

max L c c c f f k c

+

t t 1 t t t

+ +

r r

1 1

c , c +

t t 1

( ) ( )

f k

' = +

+ f ' k 1 r

t 1

− = 0

1 +

t 1

da cui

FOC: + r

1 Giuseppe Ciccarone 2007

Se supponiamo che il consumatore sia proprietario di una impresa, la sua

dotazione è (y y ) e il suo problema diventa:

t, , t+1 il vincolo esprime la condizione che il

( ) ( ) ( )

β

= = +

⎧ U c c u c u c

max , + +

t t 1 t t 1 valore attuale della spesa non può superare

c , c +

t t 1

⎨ quello delle entrate (ricorda anche che 1/ (1

1 1

⎪ + = + =

s t c c y y

. . + r) è il prezzo del bene per il consumo

+ +

t t 1 t t 1

+ +

⎩ r r

1 1 futuro).

Scrivendo la Lagrangiana, calcolando le FOC, ed eliminando il moltiplicatore λ si

ottiene la condizione: ( )

u ' c

t = +

1 r

( ) [6]

β u ' c +

t 1 Giuseppe Ciccarone 2007

Tempo infinito

( )

β ∈

In generale, dato un numero reale dobbiamo affrontare problemi del tipo:

0

,

1

∞ ( )

∑ t

β

max r u , x

t t

∞=

{ }

u =

t 0

t t 0 ( )

=

s.t. con dato

x g x , u x

+

t 1 t t 0

( )

⋅,

∈ ℜ ∈ ℜ

, ; è una funzione continua e concava; l’insieme

r

u x

t t

{

( ) ( )

} n

≤ è compatto e convesso (un sottoinsieme X di è

x x x g x u

, : , R

+ +

t t t t t

1 1

compatto se e solo se è chiuso, cioè contiene tutti i suoi punti di accumulazione, e

limitato, cioè esiste un numero positivo K > 0 tale che la distanza tra due punti

qualsiasi in X sia sempre minore di K). { }

∞=0 che rendono

Dobbiamo determinare una o più sequenze di variabili u

t t

∞ ( )

∑ t

β e tali che in ogni t sia rispettata l'equazione

massimo il funzionale r u , x

t t

=0

t

( )

= .

dinamica x g x , u

+

t 1 t t Giuseppe Ciccarone 2007

Dato che gli argomenti sono vettori di funzioni (il dominio è la variabile tempo), si

utilizza un’applicazione che associa un numero ad ogni funzione f A, dove A è

ℜ → ℜ (l’integrale

un insieme di funzioni f: aventi lo stesso dominio o la somma

associano un numero ad ogni “percorso” seguito da un sistema dinamico

nell’intervallo di tempo considerato).

In presenza di un funzionale, l’incognita è rappresentata da una funzione: la

soluzione è un insieme di valori per ciascuna variabile endogena che definiscono il

codominio di una funzione il cui dominio è l’insieme di valori assunti dalla

variabile indipendente «tempo». Lo scopo della teoria è quello di individuare

queste funzioni incognite, indipendentemente dai valori assunti dalle variabili

indipendenti presenti nelle stesse funzioni. Giuseppe Ciccarone 2007

2 ( )

∑ t

β r u , x

3 periodi (0, 1 e 2): t t

=

t 0

( ) ( ) ( )

2

β β

+ +

max r u , x r u , x r u , x

0 0 1 1 t t

è dato

s.t. x

0 ( )

= ,

x g x u

1 0 0

( )

= ,

x g x u

2 1 1 β

λ

Adottando la convenzione di scontare i allo stesso saggio , la Lagrangiana è:

[ ] [ ]

( ) ( ) ( ) ( ) ( )

2 2

β β βλ β λ

= + + + − + −

r u , x r u , x r u , x g x , u x g x , u x

L 0 0 1 1 t t 1 0 0 1 2 1 1 2

Massimizzando rispetto alle u e alle x otteniamo le FOC (sono condizioni

( )

( )

⋅,

⋅ ⋅,

sufficienti per un max se e sono concave in x e u):

r g

( ) ( ) ( ) ( )

∂ ∂

∂ ∂

r x g x r x g x

u u u

, , u , ,

2

βλ β βλ β λ

0 0 1 1

0 0 1 1

+ = − + =

0 0

1 1 2

∂ ∂ ∂ ∂

u x x

u

0 0 1 1

( )

∂ ∂

( ) ( ) ∂ , u

r x

β

∂ ∂ L L

u

r x u g x

, , 2 2

β β λ

= =

2 2 − =

2 0 0

0

β β λ

1 1 1 1

+ = 0 2

2 ∂

∂ ∂

∂ x

∂ u x

u

u 2

1 1 ( )

( ) ∂

∂ , u

r x

r x , u 2 2

β β λ

2

β 2 2 − =

2 2 = 0

0 ∂L

2

∂ x

u riproduce i

2

2 λ

Il sistema delle CPO può essere risolto per backward induction: vincoli dinamici

Giuseppe Ciccarone 2007

( )

r x , u ( )

1. dall'equazione si ottiene una funzione: ;

2 2 = =

0 u h x

2 2

u 2 ( ( )

)

r x h x

,

2. la sostituiamo nella così da avere λ in funzione

λ

2 2 − = 0 2

2

x 2

;

della sola x

2

3. avendo u e λ come sole funzioni di x , possiamo risolvere la

2 2 2

( ) ( )

β

∂ ∂

r x , u g x , u , ottenendo una funzione: u = h(x );

βλ

1 1 1 1

+ = 0 1 1

2

∂ ∂

u u

1 1 ( ) ( )

∂ , ,

r x u g x u

4. con u = h(x ) e λ , risolviamo la ,

λ βλ

1 1 1 1

− + = 0

1 1 2 1 2

∂ ∂

x x

1 1

come funzione di x ;

ottenendo λ

1 1

.

5. …e così via fino a ottenere u

0

La soluzione tramite le CPO della Lagrangiana conduce alla

( )

determinazione di funzioni tipo: , (la cosiddetta policy function del

=

u h x

t t

metodo di Bellman). Giuseppe Ciccarone 2007

Con la procedura backward bisogna partire dalla FOC relativa all’ultimo periodo

=

considerato ( ).

t 2

Se l’orizzonte temporale è infinito, deve valere una condizione al limite, detta

o condizione terminale:

condizione di trasversalità, λ =

lim x 0

t t

→ ∞

t

Questa condizione impone un vincolo alla dinamica delle variabili di stato e di

costato: il loro prodotto, per t che tende all’infinito, deve essere nullo.

Giuseppe Ciccarone 2007

Incertezza & orizzonte infinito

∞ ⎤

⎡ ( )

∑ t

Problema di ottimo: β

max E r u , x

⎢ ⎥

t t

0 ⎦

⎣ =0

t ( )

s.t. ε

= +

x g x , u

+ +

1 1

t t t t

• è un dato;

x

0 ( )

• : shock aleatorio i.i.d.: .

2

ε σ

ε ~ N 0,

+ t

1

t ( )

• : aspettativa condizionata all’informazione disponibile a

= ⋅

E E I

0 0

: è una AR.

=

t 0 Giuseppe Ciccarone 2007


PAGINE

18

PESO

197.93 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla funzione Lagrangiana. Gli argomenti trattati sono i seguenti: l' ottimizzazione intertemporale, il discreto, la tecnologia di produzione, il consumatore, i beni di consumo, la dinamica del consumo, i mercati perfettamente concorrenziali, la condizione di trasversalità, l'applicazione al problema del consumo ottimo, l'equazione di Eulero.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Monetaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ciccarone Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia monetaria

Economia monetaria - la prova d'esame 2008
Esercitazione
Economia monetaria - l'intermediazione finanziaria
Appunto
Economia monetaria - l'interazione tra politica fiscale e politica monetaria
Appunto
Economia monetaria - test  03.2008
Esercitazione