Che materia stai cercando?

Economia monetaria - la concorrenza imperfetta

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla concorrenza imperfetta. Gli argomenti trattati sono i seguenti: l'oligopolio, la concorrenza monopolistica, il comportamento strategico, l'equilibrio di Nash, il dilemma del prigioniero, i giochi statici e i giochi dinamici, la collusione e l'Antitrust,... Vedi di più

Esame di Economia Monetaria docente Prof. G. Ciccarone

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

4 riquadri,

ciascuno

suddiviso da una

diagonale

Ogni riquadro:

payoff che ogni

impresa ottiene da

una combinazione

di scelte

Cifra nella parte

inferiore del

riquadro: payoff

dell’impresa che si

trova a sinistra

della matrice; cifra

nella parte

superiore: payoff

dell’impresa che si

trova in alto alla

matrice. 4

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19

Equilibrio di Nash

Soluzione del gioco: i giocatori scelgono simultaneamente la propria

azione

Equilibrio di Nash non cooperativo: equilibrio a cui si perviene

quando ogni giocatore sceglie l’azione che max il proprio payoff,

date le decisioni degli altri giocatori; i giocatori ignorano

l’effetto di questa scelta sui payoff degli altri

Può essere definito come quella coppia di azioni in corrispondenza

della quale entrambi i giocatori massimizzano i loro payoff date

le azioni dell’altro e rispetto a tutte le altre azioni che potrebbero

scegliere

In un equilibrio di Nash: conoscendo l’azione scelta dall’altro

giocatore, nessuno dei due ha vantaggio a cambiare l’azione scelta

prima di avere questa informazione

Nel caso della precedente matrice, l’equilibrio di Nash è dato dalla

coppia di azioni: {40.000 t., 40.000 t.}

L’equilibrio di Nash non è sempre unico

• Gli equilibri possono essere ordinati in base al criterio di Pareto

• 5

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19

Il dilemma del prigioniero

E’ un particolare gioco basato su due presupposti:

1. Ogni giocatore (impresa) ha l’incentivo a scegliere l’azione che lo

avvantaggia a scapito del rivale (concorrente).

2. Se entrambi i giocatori agiscono in questo modo (ossia in modo non

cooperativo), entrambi si trovano in una condizione peggiore rispetto a

quella generata dalla decisione alternativa (raggiungibile solo agendo

in modo cooperativo)

Quando i soggetti hanno potere di mercato la razionalità individuale

genera inefficienza: entrambi i giocatori ottengono payoff minori di

quelli ottenibili adottando altre strategie

Esiste una posizione del gioco che domina in senso paretiano l’unico

equilibrio di Nash esistente, ma questa posizione non può essere

conseguita (perché non è un equilibrio e dunque i giocatori non vi

rimarrebbero qualora vi finissero casualmente) 6

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19 7

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19

Strategia dominante: la migliore azione che un

giocatore può scegliere, indipendentemente dal

comportamento dell’avversario (qualunque sia l’azione

scelta dall’altro)

In un DP, la strategia dominante per entrambi i

giocatori è CONFESSARE;

Poiché i 2 giocatori non tengono conto degli effetti delle

proprie azioni sugli altri, l’equilibrio del gioco è detto

equilibrio non cooperativo (nel caso di Thelma e Louise,

la non cooperazione ha portato all’eq. di Nash {15, 15})

Quando 2 giocatori tengono conto degli effetti delle

proprie azioni sugli altri, l’equilibrio è detto cooperativo

(nel caso di Thelma e Louise, la cooperazione le avrebbe

indotte a coordinarsi in modo da scegliere l’azione NON

CONFESSARE, cui corrisponde la coppia di payoff {5,5}.

8

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19

Giochi statici e giochi di dinamici

Giochi statici: i giocatori scelgono simultaneamente le

loro azioni, ricevono i loro payoff ed il gioco termina. I

giocatori massimizzano i loro payoff giocando una sola volta

Giochi dinamici: i giocatori scelgono simultaneamente le

loro azioni, ricevono i loro payoff e rigiocano riutilizzando la

stessa matrice. I giocatori massimizzano i loro profitti

giocando il gioco un certo numero di volte

Dal punto di vista strategico, giocare un gioco statico

rende la cooperazione una scelta non massimizzante; in un

gioco dinamico la cooperazione può invece diventare una

scelta massimizzante 9

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19

Gioco dinamico: possibile stipulare accordi in modo da ottenere un

payoff totale superiore (collusioni)

Se il gioco tra “MDA” e “Ajinomoto” potesse essere ripetuto un certo

numero di volte, entrambe avrebbero convenienza ad accordarsi in

modo da scegliere {30.000, 30.000} ad ogni turno del gioco: questa

collusione garantirebbe un payoff più grande ad entrambe le imprese

Ma chi (cosa) garantisce che entrambe terranno fede all’accordo

firmato? Ovviamente nulla… a meno che una delle due (o entrambe)

imprese non adotti la strategia “occhio per occhio”: adottare

inizialmente un comportamento cooperativo, e poi comportarsi

esattamente come si è comportato la rivale nel turno precedente.

Se nel turno precedente la rivale ha cooperato, l’impresa coopererà;

se la rivale ha deciso di deviare dall’accordo iniziando a non

cooperare, l’impresa devierà a sua volta e deciderà di non cooperare

per sempre (ritorsione). 10

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19 11

ECONOMIA POLITICA (prof. G. Ciccarone) Lezione 19


PAGINE

18

PESO

352.59 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia monetaria per l'esame del professor Ciccarone sulla concorrenza imperfetta. Gli argomenti trattati sono i seguenti: l'oligopolio, la concorrenza monopolistica, il comportamento strategico, l'equilibrio di Nash, il dilemma del prigioniero, i giochi statici e i giochi dinamici, la collusione e l'Antitrust, la differenziazione del prodotto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Monetaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ciccarone Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia monetaria

Economia monetaria - la prova d'esame 2008
Esercitazione
Economia monetaria - l'intermediazione finanziaria
Appunto
Economia monetaria - l'interazione tra politica fiscale e politica monetaria
Appunto
Economia monetaria - test  03.2008
Esercitazione