Che materia stai cercando?

Economia finanziaria - la teoria del consumo Appunti scolastici Premium

Appunti di Economia finanziaria per l'esame del professor Saltari sulla teoria del consumo. Gli argoemnti trattati sono i seguenti: le dotazioni iniziali, le variazioni di prezzo, il lavoro e tempo libero, l'offerta di lavoro, il consumo ed il risparmio, il vincolo della ricchezza, le preferenze, la domanda e l' offerta di prestiti. Vedi di più

Esame di Economia Finanziaria docente Prof. E. Saltari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

MICROECONOMIA

La teoria del consumo:

Alcuni Arricchimenti

Enrico Saltari

Università di Roma “La Sapienza” 1

Dotazioni iniziali

Il consumatore dispone ora non di un dato reddito monetario ma di un ammontare

• dato di beni.

L’ammontare dei due beni costituisce le dotazioni iniziali del consumatore, e

E

• a

Il suo reddito è dato dal valore monetario di queste dotazioni

.

E

b = +

R P E P E

a a b b

Il vincolo di bilancio è perciò dato da

• + = +

P Q P Q P E P E

a a a a

b b b b

Distinguiamo tra consumo e domanda.

• 1. il consumo corrisponde alle quantità dei due beni consumate; 2

2. la domanda corrisponde alle quantità acquistate o vendute sul mercato:

(a) se il consumatore non vende né compra sul mercato;

=

Q E ,

a a

(b) se.Q il consumatore domanda sul mercato una quantità pari a

> E , Q −

a a a

;

E

a

(c) se.Q il consumatore offre sul mercato una quantità pari a

< E , E Q .

a a a a

Dal vincolo di bilancio otteniamo

• (Q ) + (Q ) = 0

P E P E

− −

a a a b b b

- il bene viene domandato - allora - viene offerto.

sicché se > E A Q < E B

Q

a a b b

Il vincolo di bilancio deve passare per il punto perché questo punto soddisfa

(E )

, E

• a b

l’equazione precedente. 3

La decisione di essere compratore o venditore dipende come prima, oltre che dalle

• P

a

preferenze, dal prezzo relativo P

b

à ! P

P

a a

= +

Q E E Q

a

b b b

P P

b b

La posizione di ottimo è come al solito caratterizzata dall’uguaglianza tra e

SMaS

• rapporto tra i prezzi.

Dotazioni iniziali: variazioni di prezzo

Il vincolo di bilancio è in questo caso

• (Q ) + (Q ) = 0

E P E

P − −

a a a b b b

, il bene viene domandato, mentre e il bene viene

Se > E A Q < E , B

Q

a a b b

offerto. 4

Anche nel caso delle dotazioni iniziali un mutamento di prezzo provoca sia un effetto

• sostituzione che un effetto reddito.

L’effetto sostituzione (ES) ci dice come varia la scelta ottima quando il reddito

• reale viene mantenuto fisso ma il prezzo del bene considerato cambia. Come prima,

l’effetto sostituzione ha sempre segno negativo.

L’effetto reddito (ER) è qui più complicato perché un mutamento di prezzo non

• solo provoca un cambiamento del potere d’acquisto ma anche del reddito monetario:

se il prezzo cambia, cambia anche infatti il valore delle dotazioni iniziali.

. Se il prezzo

Supponiamo che il bene sia normale e venga domandato, > E

A Q

• a a

diminuisce, il bene diviene più conveniente (ES); diminuisce però il reddito mo-

A

netario da dedicare all’acquisto (il valore delle dotazioni) mentre aumenta il reddito

reale di cui il soggetto è in possesso (ER). Siccome la misura dell’effetto reddito

il secondo effetto reddito prevale sul primo e, nel

dipende dalla differenza Q ,

E −

a a

complesso, la curva di domanda ha l’andamento atteso. 5

Esempio. Come prima, e

= 1000, = 5 = 1; = 100, = 500.

R P P Q Q

• a a

b b 0

e Se

Ma il reddito deriva dalle seguenti dotazioni, = 80 = 600. = 2.5,

E P

E

a b a

abbiamo visto che il reddito monetario del soggetto si accresce di = 250

dP

Q

a a

unità. È vero però che il reddito da dotazioni

se continua a consumare = 100

Q

a Nell’insieme quindi il reddito

diminuisce nella misura di = 80 2.5. = 200.

dP

E ×

a a

reale aumenta di 50.

Supponiamo ora che il bene sia normale e venga offerto, . Per esem-

A Q < E

• a a

e sostituzione agisce esattamente come prima.

pio, = 120 = 400.L’effetto

E

E

a b uuguale

Anche l’effetto reddito agisce come prima, ma in questo caso Q

E − −

a a

a 20 nell’esempio — è positivo, e l’effetto reddito derivante dalle dotazioni, che è

negativo, sopravanza quello riguardante il reddito reale. Insomma, l’effetto reddito

spinge ora nella direzione opposta a quella dell’effetto sostituzione. Se in queste cir-

costanze l’effetto reddito complessivo prevale sull’effetto sostituzione, può accadere

che all’aumentare del prezzo l’offerta si riduca. 6

Lavoro e tempo libero

Supporremo che il consumatore possa integrare il proprio reddito offrendo lavoro sul

• mercato. Se il salario monetario è e il consumatore offre unità di lavoro, il

W N

reddito da lavoro è W N.

Supponendo che vi sia un solo bene (composito), il vincolo di bilancio diviene

• = +

PQ R WN

Apportiamo due modifiche al vincolo di bilancio per riscriverlo nella stessa forma di

• quello delle dotazioni iniziali:

1. se il consumatore non lavora e il consumo massimo che può permettersi,

= 0,

N

la sua dotazione di consumo, è e il vincolo diviene

=

R/P E

q

= +

P Q P E W N

q 7

2. invece che scegliere tra il consumo (utile) e il lavoro (disutile), facciamo sì che si

scelga tra due beni utili utili. Se è il tempo massimo che può essere destinato

E

l

al lavoro ed è il tempo libero, . Il vincolo diviene

=

T N E T

l l l

= + (E )

P Q P E W T

− →

q l l

= +

+ P E W E

P Q W T q

l l

e sono le “dotazioni iniziali” di tempo libero e consumo, mentre e sono

E E T Q

• q

l l

le quantità consumate di questi beni

Esplicitando rispetto a Q

• µ ¶

W W

+

= E

Q E T

q l l

P P

Si noti che in questo caso il prezzo relativo rilevante è il salario reale se

:

W/P

consumo un’ora in meno di tempo libero, lavoro un’ora in più, ottengo un salario W

che mi permette di acquistare unità di consumo

W/P

La posizione di ottimo è caratterizzata dall’uguaglinza del prezzo relativo con

W/P

• il SMaS. 8


PAGINE

18

PESO

84.59 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Economia finanziaria per l'esame del professor Saltari sulla teoria del consumo. Gli argoemnti trattati sono i seguenti: le dotazioni iniziali, le variazioni di prezzo, il lavoro e tempo libero, l'offerta di lavoro, il consumo ed il risparmio, il vincolo della ricchezza, le preferenze, la domanda e l' offerta di prestiti.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e commercio (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia Finanziaria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Saltari Enrico.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia finanziaria

Economia finanziaria - modello reddito-spesa
Appunto
Economia finanziaria - la teoria dell’'utilità attesa
Appunto
Economia finanziaria - la contabilità nazionale
Appunto
Economia finanziaria - la scelta di portafoglio
Appunto