Che materia stai cercando?

Economia agroalimentare - i marchi

Appunti di Economia agroalimentare per l'esame del professor Zarbà. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la definizione di marchio, le varie tipologie di marchio: il marchio collettivo, il marchio individuale, le funzioni svolte dal titolare di un marchio collettivo.

Esame di Economia agroalimentare docente Prof. A. Zarbà

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ambito di diffusione dei marchi

• Marchio individuale

• Poco diffuso nel

• Marchio collettivo settore agricolo e, nel

• settore agroindustriale,

Diffuso soprattutto per è utilizzato

la valorizzazione di pricipalmente dalla

prodotti regionali e di grande industria e

associazioni o dalla distribuzione

cooperative di organizzata

produttori • Anche le Amministrazioni dello

Stato, delle Regioni, delle

Province e dei Comuni possono

ottenere un marchio 2

Funzioni svolte del titolare di un

marchio collettivo

Garantire una definita caratteristica del prodotto (qualità,

• natura o origine) ai consumatori finali

Controllare che i soggetti ai quali viene concesso l’uso del

• marchio si attengano alle regole imposte.

Successo del marchio collettivo

Conquistare la fiducia del consumatore

Il marchio collettivo ha successo se il suo titolare è in grado di

garantire la qualità (intesa in senso lato) dei beni e dei

servizi da esso contraddistinti, conquistando la fiducia del

consumatore che è indotto ad acquistare il bene o il servizio

pur non essendo

a conoscenza, in molti casi, dell’identità del singolo produttore

3

del bene o prestatore del servizio.

Tipologie di “marcatura”

nel settore agro-alimentare

• I marchi individuali di impresa;

• I marchi collettivi;

• Le denominazioni protette;

• Le menzioni specifiche 4

Marchi individuali:

- Identificano il prodotto marchio

al

Marchi collettivi:

- La funzione distintiva e di garanzia qualitativa del

marchio ed il rapporto con il mercato, è mediata dalla

presenza di un soggetto, fisico o giuridico, titolare del

marchio, che ha funzioni di garanzia e/o di

promozione; la sua utilizzazione è “soggettivamente

plurima” e la struttura di controllo è

istituzionalizzata. 5

Le denominazioni protette:

sono regolate dal

- Regolamento (CEE) n. 2081/92 del Consiglio, del

14 luglio 1992, (relativo alla protezione della

indicazioni geografiche e delle denominazioni

d’origine dei prodotti agricoli ed alimentari.

e dal

- Regolamento (CEE) n. 2082/92 del Consiglio, del

14 luglio 1992, relativo alle attestazioni di specificità

dei prodotti agricoli ed alimentari. (segue)

6

Le denominazioni protette:

Denominazione di origine protetta, meglio noto

• con l'acronimo DOP, è un marchio di tutela

giuridica della denominazione che viene attribuito

dall’Unione Europea a quegli alimenti le cui

peculiari caratteristiche qualitative dipendono

essenzialmente o esclusivamente dal territorio in

cui sono stati prodotti. 7

Le denominazioni protette:

• L'ambiente geografico comprende sia fattori naturali (clima,

caratteristiche ambientali), sia fattori umani (tecniche di

produzione tramandate nel tempo, artigianalità, savoir-faire)

che, combinati insieme, consentono di ottenere un prodotto

inimitabile al di fuori di una determinata zona produttiva.

• Affinché un prodotto sia DOP, le fasi di produzione,

trasformazione ed elaborazione devono avvenire in un’area

geografica delimitata. Chi fa prodotti DOP deve attenersi alle

rigide regole produttive stabilite nel disciplinare di produzione,

e il rispetto di tali regole è garantito da uno specifico organismo

di controllo 8


PAGINE

17

PESO

100.20 KB

AUTORE

molli999

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie alimentari
SSD:
Università: Catania - Unict
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher molli999 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia agroalimentare e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Catania - Unict o del prof Zarbà Alfonso.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze e tecnologie alimentari

Patologia vegetale
Appunto
Microbiologia degli alimenti - Pomoyò
Tesi