Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

prodotti ad azione lassativa.

 Malva come infuso per idratare e ammorbidire l'intestino, e per regolarne le funzioni grazie alla sua

azione lassativa, dovuta alle proprietà delle mucillagini di rigonfiare l'intestino, stimolandone la

contrazione e quindi agevolandone lo svuotamento.

 Lattulosio: Impiegato nel trattamento della stitichezza, come lassativo e come prebiotico.

7- LATTULOSIO:

 Disaccaride (fruttosio + galattosio) sintetico (isomero del lattosio) che non viene praticamente

assorbito, poiché non esiste nell'intestino tenue un enzima specifico che idrolizzi il lattulosio nei

monosaccaridi che lo compongono e arriva immodificato nel colon dove è metabolizzato dalla flora

batterica. Nel colon il lattulosio viene scisso dalla flora saccarolitica in acido lattico, che abbassa il

pH intestinale e attiva la peristalsi, normalizzando altresì la consistenza della massa fecale.

 Favorisce lo sviluppo della flora saccarolitica e diminuisce l'assorbimento di ammoniaca

dall'intestino al sangue mediante l'abbassamento del pH intestinale che determina la trasformazione

dell'ammoniaca in ammonio non assorbibile.

 Riduce la produzione di sostanze tossiche elaborate dalla flora proteolitica, tra cui l'ammoniaca, e

ne favorisce l'evacuazione.

 Impiegato nel trattamento della stitichezza, come lassativo e come prebiotico, e della encefalopatia

epatica, come coadiuvante della metabolizzazione dell'ammoniaca.

8- PREBIOTICO E PROBIOTICO?

vivente che, ingerito inuna certa quantità, esercita nell'uomoeffetti

Probiotico: microrganismo

biologici benefici che vanno oltre la semplice nutrizione.

Prebiotico: composti che non vengono digeriti ma influenzano positivamente e selettivamente la

crescita e l’attività di alcuni batteri presenti nella flora intestinale.

9- ATTACCO SIMBIONTICO? Un elemento sia pre che probiotico (yogurt). Essi hanno i seguenti

aspetti benefici:

 Miglioramento dell’intolleranza al lattosio

 Maggior assorbimento di ferro calcio e magnesio

 Vs diarrea da antibiotici

 Ipocolesterolemizzante, ipoglicemico

 Miglioramneto motilità intestinale.

10- RIMEDIO PER DISSENTERIA:

 Psillio, regolarizza la presenza di h2o nelle feci.

 Probiotici e prebiotici

 Lattulosio

 Pectine (nei bambini)

 Tetracicline

11- CATEGORIA NATURALE CHE HA COME EFFETTO COLLATERALE LA STIPSI?

La morfina, fitocomplesso dell’oppio, può causare stipsi e problemi intestinali, quindi consiglio in

associazione un lassativo antrachinonico o blando.

12- GENTAMICINA E ARGENTO SULFADIAZINA: DIFFERENZE

-Gentamicina–> la gentamicina come solfato è un antibiotico che viene utilizzato principalmente per ferite

ed ustioni senza essudato, in quanto essudato può inibire la gentamicina.

-Argento Sulfadiazina–> composto dell’argento usato come batteriostatico sulle ferite con essudato in

quanto l’essudato ed il sudore attivano le molecole d’argento che inibiscono la riproduzione dei batteri.

( batteriostatico non battericida quindi successivamente devo disinfettare).

13- PAPAVER SOMNIFERUM: componenti, utilizzo

Il papaver somniferum è una pianta della famiglia PAPAVERACEAE da cui si estrae l’oppio (–> morfina);

principali componenti sono gli alcaloidi, flavonoidi, tannini, Sali minerali, enzimi, gomme;

Le principali proprietà dell’oppio sono antidolorifico, analgesico, narcotico, antidiarroico se assunto per

OS. 14- CONVULSIONANTE NATURALE

Principale convulsionante naturale da noi conosciuto è la NOCE VOMICA.

15- OPPIACEI CON DIPENDENZA

Gli oppiacei sono sostanze che possono essere naturali ( come morfina, codeina, papaverina), di

semisintesi(eroina) o di sintesi ( metadone) o presenti nel nostro organismo ( endorfine).

Principale fonte è la famiglia PAPAVERACEAE, utilizzo principale è analgesico, narcotico, antidiarroico;

possono creare dipendenza soprattutto morfina ed eroina.

Ricordiamo che oltre a dipendenza, gli oppioidi causano anche assuefazione, quindi dopo un certo periodo è

necessario effettuare la “ rotazione degli oppiodi” per mantenere una buona attività farmacognosica.

16- EFFETTI COLLATERALI MORFINA

Effetti collaterali sono: dipendenza, nausea, vomito, depressione respiratoria, assuefazione.

17- STIPSI DA OPPIOIDI COME TRATTO?

Posso trattare o con lassativi antrachinonici, o lassativi di massa come crusca frutta e cereali, lassativi

osmotici come manna, tamarindo.

18- SENNA: da cosa si ricava la droga? Dalle foglie come estraggo il PA?

La droga si ottiene dalle foglie secche di cassia che contengono glicosidi e mucillagini;

20. Definizione infuso e come si prepara

Con il termine infuso si intende una soluzione preparata con una o più droghe, le quali

sono inserite in solvente acquoso una volta che esso a raggiunto l’ebollizione,

successivamente si spegne il fuoco lascio che le droghe si solubilizzino nel solvente e

rilascino i principi attivi.

(NB differenza con DECOTTO–>Nel decotto le droghe sono inserite in acqua fredda che

poi viene portata ad ebollizione per tre minuti, in modo tale che le droghe come radici,

rizomi etc… possano rilasciare i principi attivi.

21. Perché si essicca una droga vegetale?

L’essiccazione è il metodo principale, come la liofilizzazione, di conservazione e

preparazione delle droghe, infatti tramite essiccazione abbiamo una temporanea

inibizione enzimatica che mi permette di mantenere più a lungo inalterato il contenuto

di principi attivi e caratteristiche organolettiche della droga stessa.

22. Se essico a 80° le foglie di atropa bella donna cosa succede?

Creo una racemizzazione della struttura del principio attivo, il composto organico

passa dalla sua forma attiva alla sua forma inattiva.

23. Cos’è l’idrossimetilfusfurale?

È un prodotto di disidratazione del fruttosio usato come indice di freschezza del miele

e del suo stato di conservazione.

24.Cosa produco se mescolo miele più petali di rosa gallica?

Produco il MIELE ROSATO.

25. Caratteristiche fondamentali degli alcaloidi

Gli alcaloidi sono composti farmacologicamente attivi i quali devono essere ciclici,

azotati, derivati da amminoacidi e avere un principio attivo farmacologicamente

attivo; caratteristica essenziale è la presenza di un azoto organico.

Primo e principale alcaloide scoperto fu la morfina, infatti le piante contenenti alcaloidi

furono i primi farmaci dell’umanità.

Gli alcaloidi possono essere:

- VERI ALCALOIDI–> composti ciclici,azotati, con attività farmaceutica

- PSEUDOALCALOIDI–> composti non derivati da amminoacidi

- PROTOALCALOIDI–> composti non ciclici quindi ACICLICI.

26. Cosa prendo per nausea e vomito da movimento?

Posso consigliare ZENZERO( anche se più utile per nausee gravidiche), MENTA, NOCE

VOMICA, PULSATILLA, COLCHICO.

27. Come posso usare zenzero nella donna in cinta?

Lo zenzero può essere usato o grattugiato sui cibi, o come decotto o in scaglie da

masticare.

28. Cocaina: da cosa la ricavo, uso, tecniche di preparazione e somministrazione, cosa

posso ottenere dalla cocaina?

La cocaina è il principale componente della COCA, porta effetti quale miglioramento

dell’umore, diminuzione della stanchezza, senso di lucidità, miglioramento della

concentrazione,riduzione del senso di fame e fatica.

Le vie di assunzione sono varie: inalazione,masticazione della foglia, per iniezione

endovenosa o sottocutanea.

Il meccanismo d’azione della cocaina consiste nell’inibire il re-uptake di dopamina da

parte delle terminazioni nervose, con conseguente aumento di concentrazione del

neurotrasmettitore nello spazio sinaptico che si traduce in un aumento della dopamina

che arriva alle terminazioni sinaptiche dei neuroni del SNC.

Dal punto di vista farmacologico ricordiamo attività ANESTETICA

LOCALE,VASOCOSTRITTIVA, PSICOSTIMOLANTE, EUFORIGENA.

Gli effetti negativi sono portati dalle numerose tossicità che provoca al nostro

organismo a livello cardiovascolare, muscolare, renale , epatico, polmonare e

neurologico.

29. Descrivo tecnica cromatografica per separare le sostanze di una miscela

Attraverso la cromatografia è possibile andare ad identificare determinate componenti

di una miscela, quantificare i componenti presenti all’interno di una miscela e

separare i componenti di interesse per studi successivi.

Un esempio di cromatografia molto usata a livello farmacognosico è la cromatografia

su strato sottile, che si svolge su di un sottile strato di vetro o alluminio o materiale

plastico, dove l’analità si muove verso l’alto attraverso una fase stazionaria ( allumina


ACQUISTATO

3 volte

PAGINE

8

PESO

26.00 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Esame: Farmacognosia
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie (Facoltà di Farmacia, Medicina e Chirurgia e Scienze MM. FF. NN.)
SSD:
Università: Pavia - Unipv
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher jacopoo96 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Farmacognosia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pavia - Unipv o del prof Robustelli Saverio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Farmacognosia

Farmacognosia e fitoterapia
Appunto
Botanica primo modulo: citologia, istologia e fotosintesi
Appunto
Appunti Biologia della cellula animale
Appunto
Sistema Nervoso Endocrino Urinario e Digerente
Appunto