Che materia stai cercando?

Distonie e corea di Huntington Appunti scolastici Premium

Appunti di Neurologia del prof. Sorbi sulle distonie e corea di Huntington: sindromi ipercinetiche, i movimenti distonici, le posture distoniche, classificazione delle distonie, Terapia delle distonie primitive, Huntington Disease, Storia ed Eziopatogenesi.

Esame di Neurologia docente Prof. S. Sorbi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

pazienti fanno nei primi anni di malattia rendono ragione della diffusione dell'HD;

il paziente tende anche all'aggressività, talvolta con conseguenze drammatiche: diventano persone che non

hanno proprio scrupoli, coltivano e mettono in atto anche idee omicide.

Nel giro di qualche anno, come tutte le demenze, si diffonde ad altre funzioni cognitive: avremo allora

disturbi attenzionali/esecutivi (infatti è una demenza sottocorticale), disturbi della memoria, eccetera.

_

L'esordio dei sintomi della HD può avvenire variamente dai 20 ai 60 anni circa, più spesso nella 4a

decade e si tratta di un esordio subdolo perché i primi sintomi sono i cambiamenti della personalità; solo

dopo compaiono i movimenti coreici e le altre alterazioni cognitive.

Rari casi sono stati documentati in età infantile (anche due anni) o molto anziana (oltre gli 80).

_

La morte è inevitabile dopo 10-20 anni di decorso della malattia; spesso accade che il paziente si suicidi

prima.

Rapporto temporale tra i sintomi: i sintomi motori e quelli comportamentali hanno un'evoluzione varia e

totalmente indipendente tra di loro.

Comunque nei casi più gravi di HD, cioè quelli a esordio più precoce (associati a maggior numero di

ripetizioni CAG) i disturbi cognitivi sono prevalenti e precedono la comparsa dei movimenti coreici,

mentre nei casi di HD a esordio in età avanzata (associati a 35-42 ripetizioni CAG) i disturbi motori

sono in genere i primi a manifestarsi.

Quadro alla RM: nella HD, la risonanza ci fa vedere caratteristicamente un'atrofia del caudato e del putamen

e in fase avanzata un'atrofia diffusa un po' a tutta la corteccia.

Si tratta dunque di una patologia che esordisce in età adulta (in media 30-40 anni) e consiste nella morte dei neuroni del

corpo striato (caudato + putamen). I pazienti sviluppano alterazioni della personalità, movimenti involontari (corea),

demenza e successivamente decesso.

Un personaggio importante morto di corea di Huntington è stato Woody Guthrie, grande musicista folk americano

maestro di Bob Dylan. Guthrie, nato nel 1912, cominciò a manifestare i primi sintomi nel 1945; fece otto figli e morì

nel 1967. Trattamento:

Non esiste alcun trattamento vero e proprio per la malattia di Huntington: la demenza progredisce e il paziente dopo

lunghi anni muore. Però i sintomi motori e quelli psichiatrici possono essere controllati:

farmaci sintomatici per i movimenti coreici: tetrabenazina, aloperidolo (sono antagonisti della dopamina)

farmaci per i disturbi psichiatrici: stabilizzanti del tono dell'umore (litio, antiepilettici), antipsicotici.

Sono in studio delle terapie chirurgiche a elettrostimolazione, però in questo campo siamo molto indietro rispetto al

Parkinson e alle distonie: soltanto 10 tentativi fatti per ora in tutto il mondo.

In alcuni volontari si è provato a trapiantare nel corpo striato delle cellule staminali fetali ricavate da feti abortiti

volontariamente: si è ottenuta effettivamente una ricrescita del corpo striato, ma rimane il problema di come connettere

questi neuroni trapiantati alle altre strutture del cervello.

Storia ed Eziopatogenesi:

La HD è stata descritta per la prima volta da George Huntington nel 1872;

a dimostrare che fosse una patologia ereditaria a trasmissione a.d. fu Negrette, che nel 1955 descrisse un villaggio in

Venezuela dove c'era un'altissima incidenza di questa malattia.

Tutto ciò che sappiamo oggi riguardo la sua patogenesi e il gene responsabile lo dobbiamo però alla dottoressa Nancy

Welker: questa è una studiosa la cui madre manifestò la malattia nel 1968 (per poi morire dieci anni dopo); siccome era

una famiglia molto ricca, la Welker ha istituito la Hereditary Disease Foundation, che in pratica ha finanziato e finanzia

ancor oggi tutti gli studi su questa e altre malattie ereditarie.

Il gene responsabile dell'HD è stato identificato negli anni '80 con studi di linkage, poi è stato sequenziato

completamente nel 1993 con la FISH.

_

La HD è una malattia ereditaria autosomica dominante, per cui basta un allele "malato" per provocare la malattia ed

ogni figlio di un soggetto affetto ha il 50% di probabilità di ereditare la malattia.


PAGINE

4

PESO

122.35 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neurologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Sorbi Sandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neurologia

Demenze frontotemporali
Appunto
Traumi cranici
Appunto
Vie motorie
Appunto
Tronco encefalico
Appunto