Che materia stai cercando?

Diritto tributario - Seminario Iva - Appunti Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto tributario sul seminario IVA e aspetti legislativi, contabili e tributari nella materia di Diritto tributario. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: definizione Iva, aspetti: oggettivi (Art. 1), soggettivi (Art. 1), territoriali (Art.7).

Esame di diritto tributario docente Prof. P. Scienze giuridiche

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Mensili entro il 16 del mese successivo

esempio:

Gennaio entro 16 Febbraio

Febbraio entro 16 Marzo

……..

Dicembre entro 27/12 acconto

16 gennaio saldo

Trimestrali:

1° Trim. 16 Maggio

2° Trim. 16 Agosto

3° Trim. 16 Novembre

4° Trim. Acconto entro 27/12 e

saldo il 16 Marzo dell’anno successivo

Modalità: Delega bancaria o postale

• F24

Dal 1° Ottobre 2006 i soggetti IRES

• versano le imposte con una procedura

telematica >> dal 1° gen. 2007 tutti i

titolari di P.IVA 14

DICHIARAZIONE ANNUALE

(oggi unificata alla dichiarazione dei redditi

tranne casi particolari)

Accoglie le risultanze dei registri IVA

dell’anno nonchè dei versamenti

d’imposta eseguiti in occasione delle

liquidazioni periodiche. Si presenta in

occasione della scadenza della

dichiarazione dei redditi nell’anno

successivo al periodo d’imposta

interessato.

Non presentano la dichiarazione IVA

unificata, ma autonomamente:

Soggetti con periodo d’imposta non

• coincidente con l’anno solare

Soggetti che hanno cessato l’attività

• Soggetti in fallimento

• 15

Altri adempimenti:

Dal 2002 è necessario inviare, entro il

• 28 febbraio, sempre telematicamente,

una comunicazione annuale che

riepiloga in sintesi i dati IVA

dell’anno precedente.

Dal 2007 bisogna inviare, sempre

• telematicamente, un elenco clienti e

fornitori contenente i dati dei clienti e

fornitori con cui il contribuente ha

avuto rapporti (entro 60 gg dalla

scadenza della comunicazione

annuale).

Sempre dal 2007 esiste l’obbligo di

• comunicare all’amministrazione

finanziaria i corrispettivi con

periodicità mensile.

16

5HJLPHIUDQFKLJLD,YD

DUWLFROR FRPPL GD D ± OHJJH

%HUVDQL±

5HJLPHGLIUDQFKLJLDGDOO¶,YD

Con l’articolo in esame è istituito un regime

di franchigia dall’Iva per determinati soggetti

passivi marginali. Sono ammesse al nuovo

regime di franchigia le persone fisiche

esercenti attività commerciali, prestazioni di

servizi e professionali che nell’anno solare

precedente o, in caso di inizio attività,

prevedono di realizzare un volume di affari

QRQVXSHULRUHDPLODHXURe che non hanno

effettuato cessioni all’esportazione. I soggetti

appartenenti al regime di “franchigia” sono

HVRQHUDWL GDO YHUVDPHQWR ,YD H GDJOL

REEOLJKL SUHYLVWL GDO 'SU D

HFFH]LRQH GHJOL REEOLJKL GL QXPHUD]LRQH H

FRQVHUYD]LRQH GHOOH IDWWXUH GL DFTXLVWR H

GHOOH EROOHWWH GRJDQDOL QRQFKp GL

FHUWLILFD]LRQH H FRPXQLFD]LRQH WHOHPDWLFD

GHL FRUULVSHWWLYL. A questi soggetti viene

assegnato un numero speciale di partita Iva.

17

5(*,0(63(&,$/(LQ$*5,&2/785$

$UW'35

Forfettarizzazione dell’imposta in base

alle aliquote dei beni venduti

Esempi:

YHQGLWD DJUXPL IVA al 4% sia nel

regime speciale che per il tipo proprio

di bene, pertanto si ha un effetto neutro

ai fini della liquidazione:

Operazione di vendita per 10.000 oltre

¼

IVA 4% di ¼ LQ TXDQWR

IVA a debito

l’IVA propria del bene è al 4%

¼SDUL

IVA detraibile pari a

all’IVA nel regime speciale

Versamento erario ZERO

♦ 18

YHQGLWD ERYLQL IVA al 8,5 % nel regime

speciale; per tale tipo di bene la tabella

“ordinaria” prevede una aliquota del 10 %,

con una quantificazione numerica si ha la

seguente liquidazione:

Operazione di vendita per 10.000 oltre

¼

IVA 8,5 % di

Ai fini della liquidazione si suppone iva a

debito del 10 % (aliquota propria del

bene) e IVA detraibile quella del regime

speciale ¼ LQ TXDQWR

IVA a debito

l’IVA propria del bene è al 10%

¼ SDUL

IVA detraibile pari a

all’IVA nel regime speciale (8,5%)

¼ -

Versamento erario

850)

Esonero dalla tenuta dei registri per i

minori se con fatturato inferiore a

¼ ¼ VH WUDWWDVL GL

2.582,28 19

Comuni Montani con meno di 1.000

abitanti) 20

$&48,67, ,175$&(( '/

debbono essere annotati distintamente

si rende necessario:

>>

istituzione di registri sezionali

• (acquisti e vendite)

per effetto della presenza del registro

• sezionale >> Riepilogativo

la liquidazione evidenzierà tale

• categoria di acquisti

la doppia annotazione nei registri

(acquisti e vendite) rende neutra

l’operazione. 21 ¼

Nell’ipotesi di un acquisto di

le scritture contabili sono:

1) diversi a Fornitore 1.200

Merce 1000

IVA a credito 200

2) Fornitore 1.200 a diversi

(nei sistemi meccanografici si crea un cliente con la medesima

anagrafica del fornitore)

c/transitorio acquisti UE 1.000

IVA a debito 200

3) c/transitorio ... a Fornitore 1.000

Risultato scritture:

Debito verso fornitore 1.000 (pari al documento)

debito verso l’erario zero

Saldo conto transitorio zero

22


PAGINE

22

PESO

163.03 KB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di diritto tributario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze giuridiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto tributario

Riassunto esame diritto tributario, prof. Fantozzi
Appunto
Riassunto esame Diritto Tributario, prof. Fedele
Appunto
Riassunto esame Diritto tributario, prof. Boria. Libro consigliato Diritto tributario, Boria
Appunto
Diritto tributario - videolezioni
Appunto