Che materia stai cercando?

Diritto tributario - Efficacia nello spazion della norma tributaria

Il diritto tributario è un settore del diritto finanziario caratterizzato dall'avere ad oggetto l'imposizione, a favore di soggetti di diritto pubblico, di prestazioni patrimoniali. Tale branca del diritto pubblico regola i mezzi e le procedure per il reperimento delle risorse finanziarie necessarie al finanziamento della spesa pubblica in generale,... Vedi di più

Esame di Diritto Tributario docente Prof. G. Girelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

Art. 165 TUIR (ex art.15) prevede che: se alla formazione del reddito concorrono

redditi prodotti all’estero, le imposte ivi pagate a titolo definitivo sono ammesse in

detrazione dall’imposta netta dovuta in Italia fino alla concorrenza della quota di

imposta italiana corrispondente al rapporto tra i redditi prodotti all’estero e il reddito

complessivo. D’IMPOSTA

IL CREDITO

- Poiché la disciplina tributaria sancisce che i soggetti residenti in Italia devono

corrispondere le imposte su tutti i redditi di cui sono titolari, indipendentemente dal

luogo di produzione (principio di tassazione dell’utile mondiale);

- se i soggetti residenti in Italia sono tassati nel Paese estero per i redditi ivi prodotti;

- è evidente che i soggetti residenti titolari di redditi esteri sono tenuti (salvo

l’applicazione di norme di esenzione in virtù di eventuali convenzioni bilaterali) a

versare le imposte sia nel Paese di residenza, sia nel Paese terzo.

duplicazione d’imposta

Tale situazione determina una che in Italia viene corretta

con il meccanismo del credito d’imposta per le imposte pagate all’estero.

d’imposta

Il meccanismo del credito può essere sintetizzato in questo modo:

il soggetto passivo versa le imposte all’estero sui redditi ivi prodotti;

a)

b) il soggetto passivo calcola le imposte italiane sui redditi, italiani ed esteri,

di cui è titolare; netta italiana, con alcune

c) il soggetto passivo detrae dall’imposta

all’estero.

limitazioni, le imposte già versate

2) MISURE BILATERALI

1) Le convenzioni bilaterali contro le doppie imposizioni

50 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

Mediante tali convenzioni viene prescelto in maniera pattizia il criterio da applicare

in modo che l’imposizione abbia luogo in uno solo degli Stati

reciprocamente,

stipulanti.

L’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) e L’ONU

(Organizzazione delle Nazioni Unite) hanno elaborato appositi modelli che

rappresentano i prototipi convenzionali di riferimento per la maggior parte degli Stati

che intendono stipulare pattuizioni in materia fiscale.

IL MODELLO OCSE

è il più utilizzato, nelle versioni del 1963, 1977, 1992 e del 2005 è suddiviso in sei

parti:

1) il campo di applicazione (artt. 1 e 2);

2) le definizioni (artt. da 3 a 5);

3) le imposte sui redditi (artt. da 6 a 21);

4) le imposte sul patrimonio (art. 22);

5) i metodi per l’eliminazione della doppia imposizione (artt. 23a e 23b);

6) le disposizioni speciali (art. da 24 a 30).

Il modello OCSE, in tema di doppia imposizione, si basa su due criteri:

a) lo stato di residenza del contribuente elimina la reiterazione del

metodo dell’esenzione

prelievo tributario con il o del credito

d’imposta;

b) lo Stato nel quale è allocata la fonte del reddito riduce

corrispondentemente la propria imposizione sui redditi ivi prodotti, sia

limitando le categorie reddituali assoggettabili a tassazione sulla base

del requisito della territorialità sia contenendo l’entità del prelievo.

L’EFFICACIA DELLE NORME CONVENZIONALI

51 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

Una volta ratificate tali norme acquistano nel nostro ordinamento, a partire dalla data

della loro entrata in vigore in conformità a quanto stabilito nelle medesime

convenzioni, forza di norme primarie.

IL RAPPORTO CON LE NORME INTERNE

E’ regolato dal principio di specialità.

Pertanto si applicano le seguenti regole:

a) lex specialis derogat priori generali;

b) lex generalis non derogat priori speciali.

ai sensi dell’art.

N.B.: 169 TUIR (ex art. 128), le disposizioni del TUIR si applicano,

se più favorevoli ai contribuenti, anche in deroga alle norme contenute negli accordi

internazionali contro la doppia imposizione.

LA POTESTÀ AMMINISTRATIVA TRIBUTARIA

L’Amministrazione finanziaria

- non può compiere atti che costituiscono esercizio di un potere autoritativo nel

territorio di un altro Stato;

non può obbligare l’Amministrazione finanziaria di un altro Stato a compiere tali

- atti in sua vece.

Tuttavia, in molte convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni vi sono

disposizioni volte ad assicurare la collaborazione delle Amministrazioni degli Stati

contraenti nell’attività di polizia tributaria.

Art. 26 della convenzione Modello OCSE: le Amministrazioni devono scambiarsi le

informazioni necessarie per l’applicazione delle disposizioni della legislazione interna

relative alle imposte incluse nel campo di operatività della convenzione.

Lo scambio di informazioni può avvenire:

su richiesta con specificazione del soggetto e del tipo di informazione;

52 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010


PAGINE

7

PESO

185.44 KB

AUTORE

Moses

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Il diritto tributario è un settore del diritto finanziario caratterizzato dall'avere ad oggetto l'imposizione, a favore di soggetti di diritto pubblico, di prestazioni patrimoniali. Tale branca del diritto pubblico regola i mezzi e le procedure per il reperimento delle risorse finanziarie necessarie al finanziamento della spesa pubblica in generale, ossia delle spese che lo Stato e gli Enti pubblici devono sostenere per poter svolgere le loro funzioni.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Moses di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Tributario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Girelli Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto tributario

Diritto tributario - Fonti
Appunto
Diritto tributario - Efficacia nel tempo della norma tributaria
Appunto
Diritto tributario - fonti
Appunto
Diritto tributario - norme
Appunto