Che materia stai cercando?

Diritto tributario - le norme Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto tributario in riferimento all'efficacia nello spazio della norma tributaria. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: la determinazione dello spazio, l'efficacia della norma tributaria nel territorio dello Stato, pluralità di criteri di collegamento con il territorio statale.

Esame di Diritto Tributario docente Prof. G. Girelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

CAUSE DELLA DOPPIA IMPOSIZIONE

A) Una medesima situazione di fatto è assunta a presupposto di un determinato

tributo (ad esempio l’imposta sui redditi si

- in un Paese in base ad un criterio oggettivo

applica su tutti i redditi prodotti nel territorio dello Stato) e

(ad esempio, l’imposta si

- in un altro Paese in base ad un criterio soggettivo

applica su tutti i redditi dei residenti ovunque siano prodotti).

B) Una situazione di fatto è assunta a presupposto di un medesimo tributo in due

diversi Stati sulla base dello stesso criterio di collegamento.

In tale caso la doppia imposizione può verificarsi in conseguenza della diversa

estensione dello stesso criterio nelle varie legislazioni nazionali.

Sulla base delle diverse legislazioni interne dei due Stati, infatti:

può accadere che, nell’applicazione di uno stesso criterio oggettivo di

- collegamento, un medesimo fatto venga collocato da uno Stato nel proprio

territorio e da un altro Stato nel proprio.

Esempio: luogo di realizzazione del reddito.

può accadere che, nell’applicazione dello stesso criterio soggettivo di

- collegamento, un medesimo soggetto sia considerato proprio residente da

entrambi i due diversi Stati.

MISURE ADOTATTE PER EVITARE IL FENOMENO DELLA DOPPIA

IMPOSIZIONE INTERNAZIONALE

1) MISURE DI DIRITTO INTERNO

eccezionali deroghe al sistema dell’utile mondiale, ovvero

- sistema del credito d’imposta per i redditi prodotti all’estero.

-

49 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

Art. 165 TUIR (ex art.15) prevede che: se alla formazione del reddito concorrono

redditi prodotti all’estero, le imposte ivi pagate a titolo definitivo sono ammesse in

detrazione dall’imposta netta dovuta in Italia fino alla concorrenza della quota di

imposta italiana corrispondente al rapporto tra i redditi prodotti all’estero e il reddito

complessivo. D’IMPOSTA

IL CREDITO

- Poiché la disciplina tributaria sancisce che i soggetti residenti in Italia devono

corrispondere le imposte su tutti i redditi di cui sono titolari, indipendentemente dal

luogo di produzione (principio di tassazione dell’utile mondiale);

- se i soggetti residenti in Italia sono tassati nel Paese estero per i redditi ivi prodotti;

- è evidente che i soggetti residenti titolari di redditi esteri sono tenuti (salvo

l’applicazione di norme di esenzione in virtù di eventuali convenzioni bilaterali) a

versare le imposte sia nel Paese di residenza, sia nel Paese terzo.

duplicazione d’imposta

Tale situazione determina una che in Italia viene corretta

con il meccanismo del credito d’imposta per le imposte pagate all’estero.

d’imposta

Il meccanismo del credito può essere sintetizzato in questo modo:

il soggetto passivo versa le imposte all’estero sui redditi ivi prodotti;

a)

b) il soggetto passivo calcola le imposte italiane sui redditi, italiani ed esteri,

di cui è titolare; netta italiana, con alcune

c) il soggetto passivo detrae dall’imposta

all’estero.

limitazioni, le imposte già versate

2) MISURE BILATERALI

1) Le convenzioni bilaterali contro le doppie imposizioni

50 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010

Dispense delle lezioni di diritto tributario Prof. Giovanni Girelli

Mediante tali convenzioni viene prescelto in maniera pattizia il criterio da applicare

in modo che l’imposizione abbia luogo in uno solo degli Stati

reciprocamente,

stipulanti.

L’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) e L’ONU

(Organizzazione delle Nazioni Unite) hanno elaborato appositi modelli che

rappresentano i prototipi convenzionali di riferimento per la maggior parte degli Stati

che intendono stipulare pattuizioni in materia fiscale.

IL MODELLO OCSE

è il più utilizzato, nelle versioni del 1963, 1977, 1992 e del 2005 è suddiviso in sei

parti:

1) il campo di applicazione (artt. 1 e 2);

2) le definizioni (artt. da 3 a 5);

3) le imposte sui redditi (artt. da 6 a 21);

4) le imposte sul patrimonio (art. 22);

5) i metodi per l’eliminazione della doppia imposizione (artt. 23a e 23b);

6) le disposizioni speciali (art. da 24 a 30).

Il modello OCSE, in tema di doppia imposizione, si basa su due criteri:

a) lo stato di residenza del contribuente elimina la reiterazione del

metodo dell’esenzione

prelievo tributario con il o del credito

d’imposta;

b) lo Stato nel quale è allocata la fonte del reddito riduce

corrispondentemente la propria imposizione sui redditi ivi prodotti, sia

limitando le categorie reddituali assoggettabili a tassazione sulla base

del requisito della territorialità sia contenendo l’entità del prelievo.

L’EFFICACIA DELLE NORME CONVENZIONALI

51 – –

Università del Salento Facoltà di Giurisprudenza A.A. 2009-2010


PAGINE

7

PESO

183.21 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Novadelia di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Tributario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Girelli Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto tributario

Diritto tributario - Fonti
Appunto
Diritto tributario - Efficacia nel tempo della norma tributaria
Appunto
Diritto tributario - fonti
Appunto
Diritto tributario - norme
Appunto