Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Parte 2

La nozione di reddito e il sistema di tassazione dei redditi

Il reddito rappresenta una costruzione ex novo da parte della legge,cioè reddito è ciò che la legge

tributaria definisce come tale.

Data la sua complessità,troviamo delle discordanze tra le nozioni giuridiche, caratterizzate dal

criterio della semplificazione, e quelle teoriche,caratterizzate dal rigore logico.

Ulteriore definizione di reddito si ha come forma di arricchimento prevista dalla legge.

Altra classificazione.

-Reddito prodotto,ricchezza nuova derivante da una fonte produttiva

-Reddito entrata,qualunque forma di arricchimento

-Reddito spesa,parte della ricchezza nuova destinata alla spesa.

Anche da menzionare l’incremento di valore che non è incremento di patrimonio ma aumento di

valore di beni già posseduti(plusvalenze)

Il D.P.R 597 del 1973 contiene la nozione fondamentale di reddito prodotto,con determinate

particolarità. L’art 1 stabilisce che il reddito possa derivare da qualsiasi fonte,e non solo quelli

previsti dall’art 6. Subisce delle dilatazione sulle seguenti tecniche:-Esemplificazione,la previsione

di casi specifici nei quali i fatti tassabili non sono solo esempi del concetto proprio della categoria

ma anche altri fatti,-Assimilazione,individua altri tipi di entrata,-Categoria dei redditi diversi che

serve a colpire tutti gli arricchimenti gratuiti non riconducibili all’oggetto delle imposte tipiche,-

L’art 80 stabilisce che è tassabili ogni altro reddito diverso da quelli espressamente considerati dalla

legge. Il finale dice che la nozione di reddito di tale D.P.R è ogni forma di entrata che costituisca

ricchezza nuova che non sia risarcimento di danno o integrazione di perdita subita.

Con il T.U n. 917/1986 mantieni i caratteri del D.P.R ma c è una sorta di rinuncia al concetto

generale di reddito. Infatti l’art 80 è stato soppresso. Dunque abbiamo un sistema aperto nel quale

manca una nozione che possa giustificare sia le ipotesi comprese nel T.U sia le nuove ipotesi che si

aggiungeranno ove se ne presenti la necessità.

Sono redditi tassabili secondo l’art 1 del T.U quelli che rientrano nelle categorie dell’art 6-redditi

fondiari- redditi di capitale-redditi di lavoro dipendente-redditi di lavoro autonomo- redditi

d’impresa-redditi diversi.

Adesso,in riferimento alla classificazione poc’anzi illustrata,bisogna dire che i proventi conseguiti

in sostituzione di redditi e le indennità conseguite a titolo di risarcimento di danni consistenti nella

perdita di redditi,costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti.

Gli interessi moratori e gli interessi per la dilazione di pagamento costituiscono redditi delle stessa

categoria di quelli da cui derivano i crediti su cui tali interessi sono maturati. Inoltre un reddito può

essere netto,che è quello generale, o lordo a seconda che si tenga conto o meno delle spese

strumentali inerenti la sua produzione. Però le eccezioni parlano di -redditi determinati con criteri di

media,cioè il reddito dei fondiario,reddito catastale sono redditi medio ordinari che non

corrispondono all’arricchimento effettivo.- Redditi effettivi quelli determinanti in base alle regole

della contabilità ordinaria,come il lavoro autonomo e reddito d’impresa.,che a loro volta sono

redditi netti. Invece reddito di capitale e lavoro dipendente sono redditi lordi.

Il reddito complessivo rappresenta il risultato di più redditi. Ma è un risultato di più tipi.

-Per le semplici persone fisiche o giuridiche rappresenta la mera somma algebrica di più redditi

-Per le persone giuridiche come enti commerciali,il reddito complessivo coincide con una delle

categorie di reddito,quello d’impresa,in quanto i singoli redditi,come quello di capitale o

fondiario,concorrono,con altri componenti attivi,alla formazione di quel reddito.

Inoltre ogni singolo reddito concorre alla formazione del reddito complessivo,ma può essere oggetti

di tassazione autonoma reale.


PAGINE

3

PESO

45.13 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Riassunto del libro "Principi di diritto tributario", di Enrico De Mita, seconda parte per l'esame di Diritto tributario con particolare attenzione ai seguenti argomenti: la definizione di reddito, il reddito costruito ex novo dalla legge, il sistema di tassazione dei redditi, definizione di reddito da parte della legge tributaria.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in operatore giudiziario (JESI)
SSD:
Università: Macerata - Unimc
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher trick-master di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Tributario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Macerata - Unimc o del prof Comelli Alberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in operatore giudiziario (jesi)

Diritto dei trasporti e della circolazione stradale
Appunto
Diritto Internazionale
Appunto