Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

a) assicurare il coordinamento ed il Art. 14

monitoraggio delle attività relative alla Enti di ricerca

e istituti di

definizione degli indicatori ed alla verifica ricovero e cura

degli standard di qualità di cui all’art. 14 del a carattere

decreto scientifico

c) impartire direttive alle aziende

b) sovrintendere al sanitarie, per la promozione del

processo di attuazione diritto all’informazione,

riconoscendo in quest’ultimo la

delle carte dei servizi, condizione fondamentale per

anche impartendo assicurare agli assistiti l’esercizio

direttive per la loro della libera scelta nell’accesso allo

omogenea definizione e strutture sanitarie e la

linee guida per la partecipazione alla verifica della

necessaria integrazione qualità dei servizi e delle

tra le aziende sanitarie prestazioni erogate, verificandone

dello stesso territorio annualmente i risultati

Art. 18

Piano sanitario regionale

Il Piano Sanitario è lo strumento di

programmazione con il quale la Regione, nell’ambito

del programma regionale di sviluppo e delle relative

politiche generali di bilancio, definisce gli obiettivi

di politica sanitaria regionale ed adegua

l’organizzazione del servizio sanitario regionale in

relazione ai bisogni assistenziali della popolazione,

rilevati attraverso la relazione sanitaria regionale

(art. 20) attraverso idonei strumenti di

osservazione dello stato di salute

La relazione sanitaria regionale

esprime

Valutazione epidemiologiche sullo stato di

salute della popolazione

Valutazioni sui risultati raggiunti in rapporto

agli obiettivi definiti dal piano sanitario

regionale Art. 21

Piani Integrati di Salute

(PIS)

Il piano integrato di salute, di seguito PIS, è lo

strumento di programmazione integrata delle politiche

sociali e sanitarie a livello di zona-distretto che coordina,

attraverso i suoi progetti, con gli strumenti di

programmazione, d’indirizzo locali e amministrativi di

competenza dei comuni nei settori che incidono sulle

condizioni di benessere della popolazione

Nel caso di sperimentazione della Società della

salute (art. 65), il PIS costituisce lo strumento

unico di programmazione socio-sanitaria di

zona-distretto Definire gli obiettivi di

E’ salute e benessere ed i

compito relativi standard

del PIS: quantitativi e qualitativi

individuare le azioni attuative

Individuare le risorse

Attivare gli strumenti messe a disposizione dai

per valutare il diversi soggetti per la

raggiungimento degli attuazione

obiettivi Art. 22

Piani attuativi locali

Il piano attuativo locale è lo strumento di

programmazione nei limiti delle risorse disponibili,

nell’ambito:

del piano sanitario regionale

• del piano di area vasta

• degli indirizzi impartiti dalle conferenze dei sindaci

• le aziende unità sanitarie locali

Programmano le attività da svolgere recependo le

attività sanitarie e socio-sanitarie territoriali

• i PIS di zona-distretto

• Art. 23

Piani attuativi ospedalieri

Il piano attuativo ospedaliero è lo strumento di

programmazione nei limiti delle risorse disponibili con il

quale - nell’ambito del piano sanitario regionale, del

piano di area vasta, degli indirizzi e valutazioni

dell’organo di indirizzo -

le aziende ospedaliero-universitarie

programmano le attività di propria competenza

Art. 27

Finanziamento delle aziende

unità sanitarie locali

annualmente, la Giunta regionale provvede alla

assegnazione alle aziende unità sanitarie locali del fondo

ordinario di gestione, ripartendolo tra le stesse secondo i

criteri definiti dal piano sanitario regionale

gli Enti locali provvedono annualmente ad attribuire alle aziende

unità sanitarie locali risorse finanziarie volte a coprire

interamente i costi sostenuti per gli specifici programmi relativi a

servizi sanitari territoriali e sociali ad alta integrazione sanitaria,

aggiuntivi o integrativi rispetto a quelli erogati a carico del fondo

sanitario regionale, anche con la coprogettazione e il

cofinanziamento del settore “no profit” per i progetti previsti dai

PIS Art. 28

Finanziamento delle Aziende

Ospedaliero-Universitarie

Il finanziamento delle aziende ospedaliero-

universitarie avviene in relazione al volume delle

prestazioni erogate, calcolate sulla base delle

tariffe massime fissate dalla Regione, ovvero sulla

base delle valorizzazioni concordate tra le aziende

nell’ambito delle intese di cui all’art. 8, comma 4,

lettera d.

Il finanziamento della mobilità sanitaria

Le prestazioni erogate nell’ambito dei livelli uniformi ed

essenziali di assistenza, definiti dal PSR sono

finanziate a carico della ASL di residenza

Art. 30

Finanziamento aziendale

tramite tariffe

Le aziende sanitarie, nell’ambito dei propri fini

istituzionali e nell’interesse pubblico possono fornire

prestazioni aggiuntive previa autorizzazione della Giunta

Regionale, fornire prestazioni aggiuntive rispetto a

quelle previste nei livelli uniformi ed essenziali di

assistenza; in tal caso le aziende sanitarie definiscono le

modalità di valorizzazione, a carico delle istituzioni

pubbliche o private o dei soggetti privati nei confronti

dei quali le stesse sono erogate, tramite apposite

tariffe determinate dall’azienda sanitaria sulla base dei

costi onnicomprensivi sostenuti

Capo II

Funzioni gestionali

Art. 35

Organi

Gli organi delle aziende unità sanitarie locali

sono:

Il Direttore generale

• Il Collegio sindacale

• Art. 40

Il Direttore Sanitario, il direttore amministrativo

ed il direttore dei servizi sociali

Il Direttore Generale è coadiuvato nelle proprie funzioni

dal direttore amministrativo, dal direttore sanitario e dal

direttore dei servizi sociali

Il Direttore dei servizi sociali dell’azienda unità sanitaria

locale è nominato dal Direttore Generale dietro

provvedimento motivato è presentato alla Conferenza dei

Sindaci Art. 42

Collegio sindacale. Funzioni

a. esercita il controllo di d. accerta almeno ogni

regolarità amministrativa e trimestre la cassa,

contabile sull’attività l’esistenza dei valori e di

dell’azienda sanitaria titoli in proprietà, deposito,

b. vigila sull’osservanza delle cauzione o custodia

leggi e. esercita il controllo sulle

c. verifica la regolare tenuta attività svolte dalle aziende

della contabilità e la in materia di assistenza

corrispondenza del bilancio sociale e dei servizi socio-

ai risultati dei libri e delle assistenziali

scritture contabili Capo III

funzioni consultive del governo clinico

Art. 43

le strutture regionali del governo clinico

Sono strutture del governo clinico regionale i seguenti

organismi:

• Organizzazione toscana trapianti

• Istituto toscano tumori

• Centro regionale di coordinamento e compensazione

dell’attività trasfusionale

Centro regionale per il rischio clinico e la sicurezza del

paziente Art. 49

Collegio di direzione di area vasta

1. Per le funzioni (art. 56), in ogni area vasta è costituito il

collegio di direzione di cui il comitato di area vasta si avvale per

il governo delle attività cliniche.

2. Il collegio di direzione è costituito:

a. dai direttori sanitari delle aziende sanitarie

b. da un componente di ciascuno dei collegi di direzione aziendali

c. da un componente per ciascuno dei dipartimenti interaziendali

d. dai direttori infermieristici e tecnico sanitari

e. Da due rappresentanti dei medici convenzionati


PAGINE

50

PESO

190.83 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto SanitarioServizio sanitario regionale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Disciplina del Servizio Sanitario Regionale, percorso assistenziale di determinate patologie, La regolamentazione di specifiche pratiche mediche, diagnostiche o interventistica chirurgica, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BORGO SAN LORENZO, EMPOLI, FIGLINE VALDARNO, FIRENZE, PISTOIA, PRATO)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto sanitario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Nicoloso Bruno Riccardo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto sanitario

Diritto Sanitario – Servizio sanitario nazionale
Appunto
Diritto Sanitario – Sanità pubblica
Appunto
Diritto Sanitario – Donazione organi
Appunto