Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Aziende sanitarie

- L’organizzazione ed il funzionamento sono disciplinati con un

atto aziendale di diritto privato.

- Operano nei rapporti interni e verso l’esterno con atti di

diritto privato fatte alcune eccezioni.

- I criteri operativi sono in materia aziendalistica: efficacia,

efficienza, economicità, diretta responsabilità dirigenziale.

- Rispetto del vincolo di bilancio, equilibrio dei costi, ricavi e

risorse finanziarie.

- Piena disponibilità del patrimonio.

- Norme e gestione economico-finanziaria e patrimoniale

dettate dalla Regione

Il Direttore Generale

Il Direttore Generale ha la funzione di rappresentante legale

dell’azienda, nonché poteri di verifica, servizio di controllo interno,

corretta ed economica gestione delle risorse attribuite ed

introitate e dell’imparzialità e buon andamento dell’azione

amministrativa.

Ha poteri di responsabilità della gestione complessiva dalla quale

discendono competenze come l’adozione dell’atto aziendale di

diritto privato, nonché la nomina dei responsabili delle strutture

operative dell’azienda.

Il Direttore Amministrativo

Il Direttore Amministrativo è nominato dal Direttore Generale.

Deve avere la laurea in discipline giuridiche od economiche all’atto

della nomina, deve avere meno di 65 anni e aver maturato una

esperienza almeno quinquennale di direzione tecnico-

amministrativo in un ente pubblico o privato.

Dirige i servizi amministrativi dell’Azienda, partecipa, unitamente

al Direttore Generale che ne ha la responsabilità, alla direzione

dell’azienda e assume diretta responsabilità delle funzioni

attribuite. Il Direttore Sanitario

Deve avere meno di 65 anni e aver maturato una esperienza

almeno quinquennale di direzione tecnico-sanitaria in un ente

pubblico o privato.

E’ nominato dal Direttore Generale.

Dirige i servizi sanitari ai fini organizzativi ed igienico-

sanitari e partecipa, unitamente al Direttore Generale che ne

ha la responsabilità, alla direzione dell’azienda e assume

diretta responsabilità delle funzioni attribuite.

Disciplina Comune

Il rapporto di lavoro del Direttore Generale, del Direttore

Amministrativo, del Direttore Sanitario è esclusivo ed è regolato

da contratto di diritto privato, di durata non inferiore di tre anni

e non superiore a cinque anni e rinnovabile, stipulato in osservanza

delle norme del codice civile.

Quando ricorrano gravi motivi o la gestione presenti una

situazione di grave disavanzo o, in caso di violazione di leggi o del

principio di “buon andamento o di imparzialità della

amministrazione” la Regione risolve il contratto dichiarando la

decadenza del Direttore Generale.

Il Collegio Sindacale

Il Collegio sindacale sostituisce il Collegio dei revisori e con

funzioni analoghe,

-verifica l’amministrazione dell’azienda sotto i profilo economico;

-vigila sull’osservanza della legge;

- accerta la regolare tenuta della contabilità e la conformità del

bilancio ed effettua periodicamente verifiche di cassa;

Il Collegio Sindacale

- riferisce almeno trimestralmente alla Regione sui risultati

eseguiti segnalando in caso di gravi irregolarità; trasmette con

cadenza almeno semestrale una relazione sull’andamento

dell’attività dell’AUSL alla Conferenza dei Sindaci;

-I componenti possono accedere ad atti di ispezione e controllo

anche individualmente.

Il Collegio sindacale dura in carica tre anni ed è composto da

cinque membri di cui due designati dalla Regione, uno dal

Ministro dell’Economia e delle Finanze, uno dal Ministero della

Salute e uno dalla Conferenza dei Sindaci.

Il Collegio di Direzione

In ogni azienda è costituito il Collegio di Direzione, di cui il

Direttore Generale si avvale per il governo delle attività cliniche,

la programmazione e valutazione delle attività tecnico-sanitarie, e

quelle di alta integrazione sanitaria, nonché elaborazione del

programma di attività dell’azienda, organizzazione dei servizi,

anche in attuazione del modello dipartimentale e dell’utilizzo delle

risorse umane e lo sviluppo dei servizi.

La Regione disciplina l’attività e la composizione del Collegio di

Direzione prevedendo la partecipazione del Direttore Sanitario e

Amministrativo. Le altre figure

Sono abrogate con la nuova normativa il:

- coordinatore dei servizi sociali;

- coordinatore sanitario;

- sovrintendente sanitario;

- ufficio di direzione.

LE FUNZIONI DELL’AZIENDA USL

I LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA SANITARIA

Le Regioni attraverso le aziende, provvedono ad assicurare nel

proprio ambito territoriale, i livelli uniformi di assistenza

determinati nello standard minimo dalla programmazione

nazionale e rielaborati nei Piani sanitari regionali.

I livelli uniformi di assistenza comprendono le tipologie di

assistenza, i servizi e le prestazioni riferite alle aree individuate

dal Piano sanitario nazionale ed erogati nel SSN.

a) assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro;

b) assistenza distrettuale ;

c) assistenza ospedaliera.

Con il D. P. C. M. 14-2-2001 è stato approvato l’atto di indirizzo e

coordinamento con cui sono individuati i livelli uniformi delle

prestazioni socio-sanitarie di alta integrazione sanitaria.

Le aree sono:

- materno infantile;

- disabili;

- anziani e persone non autosufficienti con patologie cronico-

degenerative;

- dipendenze da droga, alcol e farmaci;

- patologie psichiatriche;

- patologie per infezioni da HIV;

- pazienti terminali.

Integrazione socio-sanitaria

AUSL possono assumere anche la gestione di attività o servizi

•Le

socio-assistenziali su delega dei singoli enti locali con oneri a loro

carico e l’erogazione di prestazioni socio-sanitarie.

Le prestazioni sociosanitarie contengono:

Prestazioni sanitarie a rilevanza sociale;

prestazioni sociali a rilevanza sanitaria;

Tali attività sono di competenza dei comuni e sono prestate con

partecipazione alla spesa da parte dei cittadini nella misura

stabilita dall’amministrazione comunale.

Prestazioni sociosanitarie ad elevata integrazione sanitaria:

caratterizzate da particolare rilevanza terapeutica e intensità

della componente sanitaria

Dette prestazioni sono erogate dalle aziende sanitarie locali e sono

a carico del FSN

L’Azienda Ospedaliera (AO) è caratterizzata da:

• organizzazione dipartimentale

contabilità economico-patrimoniale

• almeno tre alte specialità

• dipartimento di emergenza di II° livello

• ricoveri ordinari di pazienti di altre Regioni

• casistica superiore al 20% al valore medio

• regionale art. 32 della Costituzione

La Legge 833 del 1978

Il D.Lgs. 502/1992 e D.Lgs. 517/1993

Il D.Lgs. 229/1999

Diversità fra azienda sanitaria e impresa

Il prodotto sanitario/salute

è rappresentato da:

benefici

-

- efficacia

qualità delle prestazioni

- Le risorse: umane e materiali

- personale

farmaci

- materiale di consumo

-

- attrezzature, strutture

Obiettivo: trasformare il prodotto/salute in termini

economici per ottenere la stessa unità di misura delle

spese, come avviene nelle imprese e poter confrontare i

costi con i benefici

input: quantità di risorse impiegate

• output: quantità di prodotto

• outcome: risultato a distanza

L’efficienza aziendale è considerata il rapporto tra

prodotto ottenuto e risorse impiegate

EFFICIENZA = OUTPUT/INPUT

EFFICACIA: consiste nella capacità organizzativa per

raggiungere determinati obiettivi ed è espressione del rapporto

tra il risultato che si ottiene a distanza e le prestazioni

eseguite.

Le prestazioni eseguite sono rappresentate da un numero, per

cui vi sono problemi di quantificazione del dato, ma la

valutazione a distanza viene effettuata in termini di

miglioramento, guarigione, ricadute, risultato negativo, tutti

aspetti poco quantificati dal punto di vista economico.

EFFICACIA = OUTCOME/OUTPUT

Il rendimento del servizio deriva dal prodotto di efficacia

ed efficienza, cioè rappresenta il risultato ottenuto

soddisfacendo i bisogni con il migliore utilizzo possibile delle

risorse disponibili: OUTCOME OUTPUT OUTCOME

RENDIMENTO= EFFICACIA x EFFICIENZA = --------- x ------- = ---------

OUTPUT INPUT INPUT

il calcolo delle risorse impiegate (INPUT) è facilmente

quantizzabile, mentre il risultato a distanza (OUTCOME)

mantiene un ampio grado di indeterminatezza.

aspetto anomalo del “prodotto” in sanità:

vi è sempre una latenza fra il momento

dell’erogazione della prestazione e dell’utilizzo

di risorse ed

il momento in cui si può valutare il risultato

le risorse sono “finite”.

INADEGUATA GESTIONE DELLE RISORSE

Per un’azienda evitare gli sprechi significa migliorare i servizi

contenendo i costi.

Le perdite che si individuano nella sanità dipendono da:

….irrazionale uso delle risorse per… personale medico di elevata

professionalità impiegato per compiti che potrebbero essere

effettuati da personale meno qualificato…

correttivi: gestione più razionale di turni, reperibilità,

straordinari, negoziare l’acquisto di materiale di consumo e

apparecchiature tecnologiche, prescrivere farmaci meno costosi

dello stesso principio attivo…


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

52

PESO

164.50 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto SanitarioServizio sanitario nazionale. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Il Servizio Sanitario Nazionale e le Aziende sanitarie, Universalità di accesso, Eguaglianza nell’accessibilità ai servizi, Condivisione del rischio finanziario, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BORGO SAN LORENZO, EMPOLI, FIGLINE VALDARNO, FIRENZE, PISTOIA, PRATO)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto sanitario e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Nicoloso Bruno Riccardo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto sanitario

Diritto Sanitario –  Servizio sanitario regionale
Appunto
Diritto Sanitario – Sanità pubblica
Appunto
Diritto Sanitario – Donazione organi
Appunto