Che materia stai cercando?

Diritto pubblico – Fonti del diritto Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto pubblicoFonti del diritto. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Le fonti del diritto, Fonti di produzione, Fonti di cognizione, Fonti-atto e Fonti-fatto, Altre fonti fatto, Modalità di rinvio ad altri ordinamenti, ecc.

Esame di Diritto pubblico docente Prof. G. Stella

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 5

LA FUNZIONE

DELL’INTERPRETAZIONE

L’interpretazione dei testi normativi:

L’interpretazione dei testi normativi ha il compito essenziale di garantire unità,

coerenza sistematica e completezza dell’ordinamento:

• Unità:

Tutte le norme dell’ordinamento possono farsi risalire, in ultimo, al potere

costituente e all’atto che con esso viene posto, la Costituzione.

• Coerenza sistematica:

L’ordinamento non tollera contraddizioni tra le parti che lo compongono e prevede

criteri e meccanismi per risolvere i contrasti tra disposizioni normative stabilite in

tempi diversi o incidenti nella stessa materia, consentendo all’interprete di sciogliere

le antinomie e di individuare la norma che deve essere applicata in concreto.

• Completezza:

L’ordinamento predispone determinati rimedi per colmare lacune o vuoti normativi,

ossia casi concreti non previsti dal diritto positivo, e permette all’interprete di

rinvenire la norma giuridica applicabile al caso. Torna alla 8

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 6

LE ANTINOMIE E LE

TECNICHE DI RISOLUZIONE

Le antinomie normative:

Si definiscono antinomie i contrasti tra norme.

Si ha un’antinomia quando le disposizioni esprimono significati tra loro

incompatibili.

In questi casi, è compito dell’interprete risolvere tali contrasti, individuando la

norma applicabile al caso.

I criteri per scegliere la norma da applicare in caso di antinomia sono quattro:

criterio cronologico

criterio gerarchico

criterio della specialità

criterio della competenza Torna alla 9

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 7

IL CRITERIO CRONOLOGICO

E L’ABROGAZIONE

Criterio cronologico:

In caso di contrasto tra due norme si deve preferire quella più recente

(lex posterior derogat priori)

La prevalenza della norma nuova sulla vecchia si esprime attraverso l’abrogazione: l’effetto

consiste nella cessazione ex nunc dell’efficacia della norma giuridica precedente.

L’articolo 15 delle Preleggi indica 3 ipotesi di abrogazione:

• abrogazione espressa: per “dichiarazione espressa del legislatore”.

• abrogazione implicita: per incompatibilità tra le nuove disposizioni e le precedenti

• abrogazione tacita: perché la nuova legge regola l’intera materia già regolata dalla legge

anteriore.

Diversa dall’abrogazione è la deroga: la norma abrogata perde efficacia per il futuro, la

norma derogata non perde la sua efficacia ma ne viene limitato il campo di applicazione.

Simile alla deroga è la sospensione: limitata a un certo periodo, a certe categorie o zone.

Torna alla 10

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 8

IL CRITERIO GERARCHICO E

L’ANNULLAMENTO

Criterio gerarchico:

In base a tale criterio, la norma superiore si deve preferire a quella gerarchicamente

inferiore (lex superior derogat legi inferiori).

La prevalenza della norma superiore su quella inferiore si esprime attraverso

l’annullamento: è l’effetto di una dichiarazione di illegittimità che un giudice

pronuncia nei confronti di un atto, di una disposizione o di una norma che, a quel

punto, perdono validità.

Effetti dell’annullamento: al contrario dell’abrogazione, l’annullamento opera non

solo per il futuro ma anche per il passato (ex tunc), ma limitatamente ai rapporti

pendenti. Torna alla 11

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 9

IL CRITERIO DELLA

SPECIALITA’

Criterio della specialità:

In base a tale criterio, in caso di contrasto tra due norme, si preferisce la norma

speciale rispetto a quella generale (lex speciali derogat legi generali), anche se

quest’ultima è successiva (lex posterior generalis non derogat legi priori speciali).

La preferenza per la norma speciale non incide né sull’efficacia né sulla validità

della norma generale: entrambe rimangono efficaci e valide. L’interprete opera

solamente una scelta tra le due norme (inter partes).

L’effetto tipico della prevalenza della norma speciale su quella generale è la deroga.

Torna alla 12

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 9

IL CRITERIO DELLA

SPECIALITA’

ABROGAZIONE ANNULLAMENTO DEROGA

criterio cronologico criterio gerarchico criterio di specialità

fisiologia patologia complessità

dell’ordinamento dell’ordinamento dell’ordinamento

opera ex nunc opera ex tunc opera ex nunc

effetti:

effetti: effetti: inter partes

erga omnes erga omnes erga omnes (se espressa)

inter partes Torna alla 13

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO

R. Bin - G. Pitruzzella Diritto Pubblico, Giappichelli Editore, Torino, 2002. Cap.II-1 - Par. 10

IL CRITERIO DELLA

COMPETENZA

Criterio della competenza:

Serve a spiegare come è attualmente organizzato il sistema delle fonti: si tratta di un

criterio esplicativo e non prescrittivo.

La Costituzione assegna competenze “particolari” ad alcuni atti equiparati alla legge

formale: ad esempio, ai regolamenti parlamentari riserva la competenza a

disciplinare il procedimento di formazione delle leggi. Torna alla 14

prima pagina

SINTESI A CURA DI: Andrea BAROLINI - Emanuele ISONIO


PAGINE

17

PESO

61.02 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto pubblico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Stella Giuliana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto pubblico

Diritto pubblico – Fonti comunitarie
Appunto
Diritto pubblico – Amministrazione giustizia
Appunto
Diritto pubblico – Forme di Governo
Appunto
Diritto pubblico – Amministrazione pubblica
Appunto