Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL PROCESSO: CENNI DI TEORIA GENERALE

q Serie coordinata e consequenziale di atti che sono a

loro volta esercizio di facoltà e poteri processuali

q Art. 111 Cost comma 1: il processo è regolato dalla

legge processuale

q La funzione giurisdizionale è funzione

“procedimentalizzata”

q Il processo è strumento di garanzia e controllo

dell’esercizio della funzione giurisdizionale

q Art. 175 c.p.c.: il potere direzionale del giudice

LA FASE INTRODUTTIVA

q L’INIZIO DEL PROCESSO E’ PROVOCATO DALL’ESERCIZIO

DEL POTERE DI AZIONE DELLA PARTE CHE PROPONE LA

DOMANDA GIUDIZIALE

q E’ LA FASE DESTINATA ALLA REGOLARE INSTAURAZIONE

DEL CONTRADDITTORIO TRA LA PARTE CHE AGISCE (CD.

ATTORE) E LA PARTE NEI CUI CONFRONTI VIENE PROPOSTA

LA DOMANDA GIUDIZIALE (CD. PARTE CONVENUTA) INNANZI

AL GIUDICE ADITO

q E’ LA FASE DI CONTATTO E DI PERFEZIONAMENTO DEL CD.

RAPPORTO PROCESSUALE TRA PARTI E GIUDICE

RITO ORDINARIO: LA FASE INTRODUTTIVA

q LA DOMANDA GIUDIZIALE SI PROPONE CON L’ATTO DI

CITAZIONE EX ART. 163 C.P.C. notificato all’altra parte

q L’ART. 163 C.P.C. DISCIPLINA LA FORMA-CONTENUTO

DELL’ATTO DI CITAZIONE: atto complesso

q LE DUE FUNZIONI DELL’ATTO DI CITAZIONE

Funzione di EDITIO ACTIONIS: funzione di individuazione

- dell’oggetto della domanda g., ovvero il diritto sostanziale dedotto

con la domanda g.

Funzione di VOCATIO IN IUS: funzione di provocare l’instaurazione

- del contraddittorio con la parte nei cui confronti viene fatto valere il

diritto che viene CONVENUTA in giudizio

q Questo duplice scopo dell’atto di citazione viene raggiunto

attraverso i requisiti di forma-contenuto previsti nell’art. 163 c.p.c.

IL CONTENUTO DELL’ATTO DI CITAZIONE

vocatio in jus:

q Elementi funzionali alla

Indicazione del Tribunale (ma non del giudice persona

- fisica che verrà designato in un momento successivo

dal Presidente del Tribunale ex art. 168-bis c.p.c. a

seguito della cd. iscrizione a ruolo)

Invito a comparire innanzi al predetto Tribunale rivolto al

- convenuto

Indicazione delle parti:

-

Persone fisiche: nome, cognome, residenza, domicilio o

dimora, anche delle persone che rappresentano o

assistono le parti e c.f.

Persone giuridiche o enti non riconosciuti: denominazione

con indicazione del rappresentante (cd. rappresentanza

organica) (anche generico: “…in persona del legale

rappresentante pro tempore…) e c.f.

IL CONTENUTO DELL’ATTO DI CITAZIONE

vocatio in jus:

q Elementi funzionali alla

Estremi del difensore (cd. rappresentante tecnico) e

- della procura rilasciata

Art. 83 c.p.c.: La procura alle liti è generale o speciale è

- deve essere conferita con atto pubblico o scrittura

privata autenticata

Procura alle liti può essere rilasciata in calce o a

- margine dell’atto di citazione) o in calce o a margine

della memoria di costituzione di nuovo difensore ed in

tali casi autenticata dal difensore (eccezionale potere di

autenticazione degli avvocati italiani)

Con processo telematico nuovi strumenti di supporto

- non cartaceo della procura alle liti: ora anche su

documento informatico sottoscritto con firma digitale o

su copia informatica autenticata dall’avvocato con firma

digitale

IL CONTENUTO DELL’ATTO DI CITAZIONE

vocatio in jus:

q Elementi funzionali alla

Indicazione della data della prima udienza di

- comparizione: è l’attore che fissa la prima udienza ex

art. 183 c.p.c.

(se nella data fissata il giudice non tiene udienza di prima trattazione

l’udienza slitta automaticamente al primo giorno successivo in cui il

g.i. tiene udienza ex art. 183 c.p.c. Art. 168-bis co. 4 c.p.c.)

termini

- Limite a questo potere dell’attore è il rispetto di

liberi tra la notificazione della citazione e l’udienza non

90 gg.

inferiori a (150 gg. se convneuto residente

all’estero)

- Invito al convenuto a costituirsi venti giorni prima

Avvertimento al convenuto che la mancata costituzione

- tempestiva comporta le decadenze di cui all’art. 167 e

38 c.p.c. (novella 2009)

IL CONTENUTO DELL’ATTO DI CITAZIONE

editio actionis:

q Elementi funzionali alla

Art. 163 co. 3 n. 3: petitum (mediato e immediato)

- Art. 163 co. 3 n. 4: causa petendi e le conclusioni (sono

- la sintesi della editio actionis, la formulazione di sintesi

della domanda o più domande proposte)

Art. 163 co. 3 n. 5. indicazione specifica dei mezzi di

- prova e dei documenti

q Ai fini solo fiscali si deve anche indicare il valore della

causa in base agli artt. 10 ss. c.p.c. per il versamento

del contributo unificato

q V. modello atto pg. 301 Tomo III Manuale


PAGINE

17

PESO

298.50 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto processuale civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Muroni Raffaella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto processuale civile

Diritto processuale civile slide 3
Appunto
Diritto processuale civile slide 2
Appunto
Diritto processuale civile - concetti fondamentali
Appunto
Schemi diritto romano
Appunto