Che materia stai cercando?

Diritto processuale civile - definizioni

Appunti di Diritto processuale civile sui seguenti argomenti: il decreto, la sentenza nel processo civile, le sentenze soggette ai mezzi d'impugnazione previsti dal codice di procedura civile, il reclamo, le impugnazioni processuali civili e la loro classificazione.

Esame di Diritto processuale civile docente Prof. L. Quarzola

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Definizioni di procedura civile.Decreto-Sentenza-Reclamo-Impugnazioni

Decreto.

Nel processo civile il decreto è la forma più semplice di provvedimento del giudice, che in genere non

richiede motivazione ed è impiegato nei casi in cui non vi è contraddittorio delle parti.

Sentenza (nel processo civile).

Con la sentenza, il giudice esprime per eccellenza il proprio potere decisorio. Può essere pronunciata da un

giudice collegiale (tribunale, Corte d'Appello, Corte di Cassazione), ovvero da un giudice unico (giudice di

pace, pretore, ecc.).

La sentenza può decidere totalmente o parzialmente il merito della causa; ma può ance riguardare il processo

(decidendo per es., se sussiste o meno la competenza, se l'atto di citazione è valido o invalido). E' definitiva

quando chiude il giudizio in un determinato grado, è invece non definitiva quando, senza aver disposto la

separazione, decide soltanto su alcune delle domande proposte, oppure risolve questioni processuali o

questioni preliminari di merito in modo tale da non chiudere il processo, che prosegue nello stesso grado.

Con sentenza non definitiva è anche pronunciata la C.D. condanna generica.

Le sentenze sono soggette ai mezzi d'impugnazione previsti dal codice di procedura civile.

Va peraltro precisato che l'art. 111, 2° comma Cost., secondo cui le sentenze sono sempre soggette a ricorso

per Cassazione, è inteso dalla corte di Cassazione nel senso che tale garanzia riguarda tutti i provvedimenti

giurisdizionali non altrimenti impugnabili, che incidono sui diritti soggettivi delle parti.

Reclamo.

Il reclamo nel processo civile, è un mezzo con cui si provoca il riesame di un provvedimento nell'ambito

dello stesso ufficio giudiziario da cui e stato emanato.

Meritano attenzione i reclami previsti dalla legge fallimentare; in particolare il reclamo al tribunale contro i

decreti del giudice delegato.

Impugnazioni processuali civili.

Sono rimedi giuridici che la legge offre al soccombente (e in caso al terzo) contro la sentenza che si assume

essere invalida o ingiusta.

La proposizione delle impugnazioni rappresenta una mera eventualità: la parte, infatti, può acquietarsi di

fronte alla sentenza sfavorevole, che, in quanto non impugnata, passa in giudicato. Con la proposizione delle

impugnazioni, invece, si aprono ulteriori fasi processuali, attraverso le quali si realizza un controllo sulla

sentenza impugnata.

Le impugnazioni si distinguono in:


PAGINE

2

PESO

10.04 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher melody_gio di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto processuale civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Quarzola Lea.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto processuale civile

Riassunto esame Diritto Processuale Civile, prof. Biavati, libro consigliato Argomenti Di Diritto Processuale Civile, Biavati
Appunto
Riassunto esame Diritto processuale civile, prof. Ricci, libro consigliato Diritto processuale civile terzo volume, Ricci
Appunto
Processo escutivo, Mandrioli
Appunto
Riassunto esame Diritto processuale civile, prof. Ricci, libro consigliato Diritto processuale civile, secondo volume, Ricci
Appunto