Che materia stai cercando?

Diritto privato - la prova del negozio giuridico Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto privato riguardanti la Prova del Negozio Giuridico. Nello specifico gli argomenti trattati sono: l’onere della prova, i mezzi di prova, la prova documentale, prova testimoniale, forma ad substantiam e forma ad probationem, la prova della simulazione, le presunzioni, la confessione, giuramento.

Esame di Diritto Privato docente Prof. P. Scienze giuridiche

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

perché non proviene da un pubblico ufficiale, non ha la stessa efficacia probatoria dell’atto pubblico. Essa, infatti,

fa prova soltanto contro chi ha sottoscritto il documento e non a suo favore. Se, invece, la sottoscrizione è

autenticata o è riconosciuta, essa, come l’atto pubblico fa piena prova legale fino a querela di falso, ma della sola

provenienza delle dichiarazioni di chi ha sottoscritto. Elemento importante della scrittura privata è la data, ossia

l’indicazione del giorno in cui la scrittura è stata sottoscritta.

1 Prova testimoniale

La testimonianza (detta anche prova orale) è la narrazione fatta al giudice di una persona estranea alla causa in

relazione a fatti controversi di cui il teste abbia conoscenza.

La prova testimoniale incontra limiti legali di ammissibilità:

a) essa non è ammissibile quando sia invocata per provare il perfezionamento o il contenuto di un contratto

avente un valore superiore alle 5000 lire;

b) essa non è ammissibile se tende a dimostrare che anteriormente, contemporaneamente o successivamente

alla stipulazione di un accordi scritto siano stati stipulati altri patti, non risulti però dal documento (art.2722,

2723);

c) non è ammissibile se tende a provare un contratto che, per volontà delle parti o per espressa disposizione di

legge, deve essere provato per iscritto.

1 Forma ad substantiam e forma ad probationem

Quando la forma (atto scritto o atto pubblico) è richiesta ad substantiam, essa costituisce un elemento essenziale

del negozio, cosicchè ove il requisito formale non sia osservato l’atto è irrimediabilmente nullo.

Il legislatore impone alla parte l’onere di custodire il documento onde poterlo in qualsiasi momento, esibire al

giudice: altrimenti, mancando il documento o, in alternativa, la prova della sua perdita incolpevole, il giudice deve

presumere che esso non sia mai stato formato.

Diversa è la situazione, invece, quando l’osservanza di una forma sia stabilita ad probationem tantum. In tal caso,

infatti, l’atto compiuto senza l’osservanza della forma stabilita dalla legge non è nullo l’unica conseguenza della

inosservanza della forma è il divieto della forma testimoniale.

1 La prova della simulazione

Le parti che pongono in essere un contratto simulato si premuniscono: quando fanno il contratto per iscritto, si

scambiano una controdichiarazione scritta, nella quale si dichiarano reciprocamente che il contratto apparente non è

da esse effettivamente voluto e che esse o non hanno voluto concludere alcun contratto (simulazione assoluta)

oppure hanno voluto concludere un contratto diverso (simulazione relativa). Supponiamo che questa dichiarazione

non sia stata fatta o sia andata perduta, è ammissibile che si chieda di provare la simulazione mediante testimoni e

presunzioni in due casi: che la simulazione sia dedotta da terzi; o in cui essa sia fatta valere da una delle parti contro

l’altra. I terzi non sono soggetti alle restrizioni che sono stabilite per la prova testimoniale e per le presunzioni, sia

perché essi non si potevano procurare la prova scritta della simulazione, sia perché le restrizioni alla prova

testimoniale si riferiscono ai contratti e non ai fatti e valgono, perciò, di fronte ai contraenti per i quali il contratto

assume valore soltanto di semplice fatto. Per quanto riguarda l’ammissibilità della prova tra i contraenti, bisogna

distinguere tra l’ipotesi in cui la prova sia diretta a far valere l’illiceità del contratto dissimulato e quella in cui

quest’ultimo non sia illecito. Nel primo caso la prova per testimoni e per presunzioni è ammessa senza limiti, nella

seconda ipotesi valgono le limitazioni stabilite dalla legge per la prova testimoniale.

1 Le presunzioni

Per presunzione (o prova indiretta) si intende ogni argomento, illazione, attraverso cui, essendo già provata una

determinata circostanza (c.d. fatto base o indizio), si giunge a considerare provata altresì un'altra circostanza,

sfornita di prova diretta (così ad es., dalla circostanza che sia decorso già un certo periodo di tempo dal momento

in cui si poteva pretendere il pagamento di certi debiti, per i quali doveva avvenire entro breve tempo, si trae la

presunzione che il debito sia già stato pagato o comunque si sia già estinto, sebbene manchino prove dirette del

pagamento o del verificarsi di un'altra causa di estinzione dell’obbligo: prescrizione presuntiva).

Le presunzioni si dicono legali quando è la stessa legge che attribuisce ad un fatto, valore di prova in ordine ad un


PAGINE

3

PESO

95.53 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze giuridiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Riassunto esame Diritto Privato, docente Di Porto, libro consigliato Manuale di Diritto Privato, Alpa, integrato con il Torrente-Schlesinger
Appunto
Diritto privato - la disciplina del testamento
Appunto
Diritto privato - domande e risposte
Esercitazione
Riassunto esame Diritto Privato, prof. Masi, libro consigliato Manuale di Diritto Privato, Alpa
Appunto