Che materia stai cercando?

Diritto privato - il diritto di recesso nei contratti del consumatore

Appunti di Diritto privato per l'esame del professor Alpa sul diritto di recesso nel caso di contratti tra consumatore e professionista che sono conclusi fuori dai locali commerciali o a distanza. Vengono riportate le caratteristiche del recesso, con descrizione delle modalità, degli obblighi derivanti e dei termini.

Esame di diritto privato docente Prof. G. Alpa

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il diritto di recesso

il diritto di recesso si inserisce nell'ambito di quella disciplina chiamata “diritti del

consumatore”, che racchiude tutte le norme volte a tutelare, appunto, i contratti conclusi

dall'utente finale con il professionista. Il Codice del Consumo ha riconosciuto, infatti, al

consumatore il diritto di recedere unilateralmente dal contratto stipulato per l'acquisto di

beni e servizi. Il diritto di recesso è regolato sia da norme nazionali che da direttive europee.

In particolare, il diritto di recesso è stato introdotto dalla Direttiva 85/577/CEE del

Consiglio del 20 dicembre 1985.

La disciplina del diritto di recesso è del tutto inedita nell'ambito del diritto. Infatti negli altri

casi, per poter sciogliere il contratto è necessario il consenso di entrambe le parti. Invece nel

Codice del consumo è prevista la possibilità, per il consumatore, di recedere unilateralmente

dal contratto

Il venditore deve sempre farsi carico dell'obbligo di comunicare al consumatore la facoltà di

esercitare il diritto di recesso.

Il diritto di recesso è irrinunciabile e non assoggettabile a penali o limitazioni. Il suo

esercizio non è limitato alle ipotesi di giusta causa, poiché il consumatore può esercitare il

diritto di recesso senza essere tenuto a fornire alcuna spiegazione circa i motivi e le cause

per cui intende sciogliere il contratto.

Chi può esercitare il il diritto di recesso

solo il consumatore può recedere unilateralmente dal contratto restituendo il bene acquistato

(o revocando l'ordine) e conseguentemente ottenendo la restituzione del prezzo pagato.

Ambito di applicazione

il diritto di recesso si applica a tutti i contratti di compravendita di beni e servizi, conclusi a

distanza o fuori dai locali commerciali, tra consumatore e professionista.

I termini

Il consumatore ha 7 giorni di tempo per esercitare il diritto di recesso, tranne nel caso di

acquisto con credito al consumo. In questo caso sono 14.

i termini decorrono dalla data di conclusione del contratto.

Esclusioni

Non esiste il diritto di recesso per le vendite a distanza:

di strumenti finanziari;

• tramite distributori automatici;

• tramite telefono pubblico;

• per la costruzione e acquisto di beni immobili (per i contratti di locazione a

• distanza esiste invece il diritto di recesso);

per la fornitura di prodotti alimentari o di uso domestico corrente consegnati

• con scadenza regolare;

di servizi relativi all’alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero,

• quando e’ prevista una data o un periodo determinato per la fornitura (per


PAGINE

3

PESO

57.93 KB

AUTORE

suke

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze giuridiche
SSD:
Docente: Alpa Guido
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher suke di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Alpa Guido.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Diritto privato - adempimento e non adempimento del contratto
Appunto
Diritto privato - successione per causa di morte
Appunto
Istituzioni di diritto privato - Appunti
Appunto
Diritto privato - Appunti
Appunto