Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

STILLICIDIO (art. 908 c.c.)

Il proprietario deve costruire i tetti in modo

che le acque piovane scolino sul suo fondo e

non su quello del vicino.

ACQUE PRIVATE (artt. 909 c.c. e ss.)

Appartengono al proprietario del suolo.

Sono pubbliche (demanio) tutte quelle

sotterranee e superficiali.

La norma trova la sua ragione nell’importanza vitale

dell’acqua, la quale è un bene di pubblico interesse.

AZIONI A DIFESA DELLA

PROPRIETÁ

Azioni petitorie

(artt. 948 e 949 c.c.)

Esperita dal proprietario per rivendicare la

Azione di proprietà di un bene da chi lo possiede o

rivendicazione detiene

PROBATIO DIABOLICA

Esperita dal proprietario per far

Azione dichiarare l’inesistenza di diritti

negatoria affermati da altri sul bene

DIFESA DELLA PROPRIETÁ

Artt. 950 e 951 c.c.

Azione di richiesta al giudice perché questi

regolamento di stabilisca il confine tra due fondi quando

confini questo è incerto

richiesta al giudice perché questi apponga

Azione di o ripristini, a spese comuni, i confini tra

apposizione di fondi contigui quando questi manchino o

termini siano irriconoscibili, ma non contestati

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Superficie

(art. 952 c.c.)

Il proprietario può costituire il diritto di fare e

mantenere sul suolo una costruzione a favore di altri,

che ne acquista la proprietà

Può alienare la proprietà della costruzione già

esistente separatamente dalla proprietà del suolo

•A tempo indeterminato Al termine il proprietario del suolo diventa

•A tempo determinato proprietario della costruzione

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Enfiteusi

(art. 957 c.c.)

Attribuisce al titolare lo stesso potere di

godimento del fondo che spetta al proprietario,

con l’obbligo di migliorarlo e di pagare

al concedente un canone periodico

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Usufrutto

(art. 978 c.c.)

Diritto di godere della cosa altrui e di trarne

ogni utilità nel rispetto della destinazione

economica del bene

1. Per legge

costituzione 2. Per volontà dell’uomo

3. Per usucapione

Non può eccedere la vita dell’usufruttuario

durata Massimo 30 anni se a favore di P.G.

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Oggetto dell’usufrutto

Beni mobili

Beni immobili

Titoli di credito

Universalità

Aziende

Prodotti dell’ingegno

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Diritti nascenti dall’usufrutto

1. conseguire il possesso della cosa e goderne (art. 981 e

982 c.c.)

2. far propri i frutti civili e naturali della cosa (art. 984 c.c.)

3. cedere il proprio diritto con atto tra vivi (art. 980 c.c.)

4. indennità per i miglioramenti apportati e di ritenere le

addizioni se ciò non altera il bene (artt. 985 e 986 c.c.)

5. locare il bene (art. 999 c.c.)

6. concedere ipoteca sull’usufrutto (art. 2810 c.c.)

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Obblighi nascenti dall’usufrutto

1. Restituire il bene al termine dell’usufrutto (art. 1001 c.c.)

2. Fare a sue spese l’inventario dei bene e prestare cauzione

(art. 1002 c.c.)

3. Usare la diligenza del buon padre di famiglia (art. 1001

c.c.)

4. Sostenere spese ed oneri (art. 1004 c.c.)

5. Pagare imposte, canoni e rendite fondiarie (art. 1008 c.c.)

6. Denunciare le usurpazioni (art. 1012 c.c.) e concorrere alle

spese per le liti (art. 1013 c.c.)

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Estinzione dell’usufrutto

1. Prescrizione per non uso ventennale

2. Morte dell’usufruttuario o se P.G. decorso trentennale

3. Consolidazione della titolarità dell’usufrutto e della

proprietà del bene in capo allo stesso soggetto

4. Totale perimento del bene

5. Abuso del diritto da parte dell’usufruttuario

6. Annullamento, rescissione o risoluzione del contratto

7. Scadenza del termine se previsto nel titolo costitutivo

8. Rinuncia dell’usufruttuario

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Uso

(art. 1021 c.c.)

Il titolare può servirsi della cosa e,

può raccoglierne i frutti per

quanto occorre ai bisogni suoi e della sua famiglia

Abitazione

(art. 1022 c.c.)

Chi ha il diritto di abitazione di una casa può abitarla

limitatamente ai bisogni suoi e della sua famiglia.

I diritti di uso e abitazione non si

Incedibilità (art. 1024 c.c.) possono cedere o dare in locazione

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Servitù prediali

(art. 1027 c.c.)

Il peso imposto sopra un fondo per l’utilità

di un altro fondo appartenente a diverso proprietario

• Vantaggio futuro (art. 1029 c.c.)

utilità • Maggiore amenità o comodità (art. 1028 c.c.)

• Inerenza a destinazione industriale (art. 1028)

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Costituzione delle servitù

Ha il suo titolo nella legge

coattiva Sentenza

Stipula di un costitutiva

contratto del giudice

Ha il suo titolo nella volontà delle parti

volontaria 1. Testamento (art. 1058 c.c.)

Formale

Oneroso

3. Contratto A effetti reali

Sinallagmatico

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Altre classificazioni

Comportano un divieto di fare qualcosa a

negative carico del proprietario del fondo servente

Richiedono un comportamento attivo del

affermative proprietario del fondo dominante

Continue: attività Discontinue: per il loro

dell’uomo solo nella fase esercizio è richiesta

anteriore all’esercizio l’attività dell’uomo

(es.: acquedotto) (es.: passaggio)

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Altre classificazioni

Si manifestano con opere apparenti (es.:

apparenti acquedotto)

non Non si hanno opere visibili (es.: pascolo)

apparenti

DIRITTI REALI DI

GODIMENTO

Estinzione delle servitù

1. Prescrizione per non uso ventennale

2. Scadenza del termine se previsto nel titolo

3. Verificarsi della condizione risolutiva se prevista

nel titolo

4. Confusione (riunione in capo ad un unico titolare

della proprietà dei due fondi)

5. Abbandono del fondo servente a favore del

proprietario del fondo dominante (art. 1070 c.c.)

POSSESSO

Art. 1140 c.c.

Potere sulla cosa che si manifesta in una attività

corrispondente all’esercizio della proprietà

o di altro diritto reale

SITUAZIONE DI FATTO

Es: l’usufruttuario ed il ladro possiedono la cosa

POSSESSO

Vantaggi del possesso

Posizione di convenuto nell’azione di rivendica

Azione di reintegrazione nella situazione di fatto

Diritto al rimborso di spese sostenute per la cosa

POSSESSO NON FA PRESUMERE

LA TITOLARITÀ DEL DIRITTO

POSSESSO

Possesso di buona fede

(art. 1147 c.c.)

È possessore di buona fede chi possiede

ignorando di ledere l’altrui diritto

Es: l’usufruttuario possiede la cosa in buona fede,

Il ladro possiede in mala fede

La buona fede si presume

POSSESSO

Rapporti con la detenzione

Potere di fatto sulla cosa di chi la tiene o

la utilizza riconoscendo un diritto altrui

Es.: se presto l’automobile ad un amico non smetto di

possederla ma la possiedo tramite il mio amico che ne ha la

detenzione

MUTAMENTO DELLA DETENZIONE IN POSSESSO

E INTERVERSIONE DEL POSSESSSO

v. artt. 1141 e 1164

1. Fatto del terzo

2. Opposizione fatta contro il possessore

POSSESSO

Possesso vale titolo

(art. 1153 c.c.)

La proprietà di un bene mobile si acquista sulla base

del possesso di buona fede e di un

titolo astrattamente idoneo al trasferimento

della proprietà

ACQUISTO A TITOLO ORIGINALE

POSSESSO

Possesso vale titolo

(art. 1153 II c.)

La proprietà si acquista libera da diritti

altrui, se questi non risultano dal titolo

e vi è la buona fede dell’acquirente

USUCAPIONE

Art. 1158 e ss. c.c.

Si acquista la proprietà

o altro diritto reale in virtù

del possesso e del decorso del tempo

1. Possesso continuo e ininterrotto del bene

requisiti 2. Non violento né clandestino

generali 3. Protratto per un certo tempo

ACQUISTO A TITOLO ORIGINARIO

USUCAPIONE

Ordinaria •

Pacifico

Pubblico

possesso •

Continuo

Non interrotto

Mala fede

20 ANNI per beni immobili e universalità di

(1158)

mobili (1160 I co.)

10 ANNI per mobili registrati (1162 II co.)

USUCAPIONE

Abbreviata • Pacifico

• Pubblico

• Continuo

possesso • Non interrotto

• Buona fede

• Titolo astrattamente idoneo

• Trascrizione titolo

10 ANNI per beni immobili (1159), universalità di

mobili (1160 II co.)

3 ANNI Beni mobili registrati (1162 I co.)

USUCAPIONE

Beni mobili

Titolo astrattamente Acquisto immediato (1153)

idoneo e

buona fede 10 ANNI Possesso di buona fede

(1161 I co.)

Manca il titolo 20 ANNI Possesso di mala fede

(1161 II co.)

USUCAPIONE

Interruzione

È interrotta quando il possessore è stato

privato del possesso per oltre un anno

L’interruzione si ha come non avvenuta se è stata

proposta l’azione diretta a recuperare il possesso e

questo è stato recuperato


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

66

PESO

186.48 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto privato per l'esame del professor Toriello. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i diritti della personalità, i diritti reali, i diritti sui beni immateriali, i diritti di credito, i diritti assoluti, la proprietà, i suoi caratteri, i limiti imposti alla proprietà, i modi d'acquisto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della politica e dell'amministrazione
SSD:
Università: Sassari - Uniss
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher melody_gio di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato italiano e comparato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Sassari - Uniss o del prof Toriello Fabio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato italiano e comparato

Nozioni, Diritto italiano privato e comparato
Appunto
Common Law, Diritto privato italiano e comparato
Appunto