Che materia stai cercando?

Diritto penale - il reato omissivo Appunti scolastici Premium

Appunti di Diritto penale per il corso del professor Fabrizio Ramacci, aventi come oggetto il reato omissivo. Il documento include la spiegazione dei principali concetti associati al reato di omissione, quali: il diritto penale dell’omissione (distinzione tra reati omissivi propri e impropri), le dinamiche della... Vedi di più

Esame di Diritto penale docente Prof. F. Ramacci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Non basta accertare il nesso di causalità occorre un altro elemento: secondo l’art.

40 cpv è la violazione di un obbligo giuridico di impedire l’evento.

Il principio di equivalenza tra l’omissione non impeditiva e l’azione causale

presuppone una posizione di garanzia nei confronti del bene protetto: è definibile

come uno speciale vincolo di tutela tra un soggetto garante ed un bene giuridico,

determinato dall’incapacità del titolare a proteggerlo autonomamente.

Gli obblighi di garanzia hanno un carattere speciale perché incombono soltanto su

alcuni soggetti e non sulla generalità dei cittadini, le posizioni di garanzia sono

inquadrabili in due tipi:

Posizione di protezione:ha per scopo di preservare determinati beni

o giuridici da tutti i pericoli che possono minacciarne l’integrità, quale che sia

la fonte da cui scaturiscono

Posizione di controllo: ha per scopo di neutralizzare determinate fonti di

o pericolo, in modo da garantire l’integrità di tutti i beni giuridici che ne

possono risultare minacciati

Possono essere a loro volta:

Originarie: nascono in capo a determinati soggetti, in considerazione dello

o specifico ruolo o della speciale pozione di volta in volta rivestita

Derivate: trapassano da titolare originario ad un soggetto diverso per lo

o →

più mediante una atto di trasferimento negoziale l’atto assume la veste

giuridica del contratto.

“COLPEVOLEZZA”

Sezione III

La struttura è fondamentalmente analoga a quella già esaminata nello studio del

reato di azione.

Dolo omissivo: occorre distinguere i reati in due categorie:

Fattispecie con situazione tipica pregnante: l’obbligo di attivarsi ha per

1. presupposto una realtà naturalistica o sociale immediatamente percepibile

dal soggetto (es. omissione di soccorso). La coscienza e volontà di

omettere può fare a meno della conoscenza dell’obbligo giuridico di attivarsi

penalmente sanzionato.

Fattispecie con situazione tipica neutra: sono di pura creazione legislativa

2. e ad essi non preesiste un disvalore socialmente percepibile o diffuso.

Colpa: il difetto di diligenza può riferirsi al mancato riconoscimento della

situazione tipica da parte dell’omittente; ma il rimprovero di colpa può anche

riferirsi all’errata scelta dell’azione doverosa da compiere.

L’adempimento del dovere di diligenza presuppone che il soggetto obbligato abbia

la “possibilità di agire” e i requisiti sono:

Conoscenza o riconoscibilità della situazione tipica

o Possibilità obiettiva di agire

o Conoscenza o riconoscibilità del fine dell’azione doverosa

o Conoscenza o riconoscibilità dei mezzi necessari al raggiungimento del

o fine medesimo

Coscienza dell’illiceità: equivale alla conoscenza del comando di realizzare una

determinata azione; è sufficiente la possibilità di conoscere il precetto penale

costituito, nella specie, dal comando di agire penalmente sanzionato.

Il tentativo: è ipotizzabile in tutti i casi, nei quali la condotta omissiva volontaria

non è seguita per circostanze fortuite dalla verificazione dell’evento.

Partecipazione nel reato omissivo: è ammissibile allorché più soggetti obbligati

decidano, di comune accordo, che ciascuno non adempirà al suo obbligo di

condotta. Si può concorrere mediante omissione alla realizzazione di un reato


PAGINE

5

PESO

65.82 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Diritto penale per il corso del professor Fabrizio Ramacci, aventi come oggetto il reato omissivo. Il documento include la spiegazione dei principali concetti associati al reato di omissione, quali: il diritto penale dell’omissione (distinzione tra reati omissivi propri e impropri), le dinamiche della condotta omissiva, la clausola di equivalenza, i due tipi di posizioni di garanzia (la posizione di protezione e di controllo), la colpevolezza.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ramacci Fabrizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Riassunto esame Diritto Penale, prof. Fiorella, libro consigliato Questioni Fondamentali della Parte Speciale del Diritto Penale
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Ramacci, libro consigliato Delitti di Omicidio
Appunto
Diritto penale - Parte speciale - Appunti
Appunto
Riassunto esame Diritto Penale, prof. Gambardella, libro consigliato Manuale di Diritto Penale, Antolisei
Appunto